Bisceglie, così non va. Terza sconfitta interna

348
La seconda maglia del Bisceglie calcio

Terza sconfitta sotto la gestione Pochesci e terza sconfitta fra le mura amiche dopo Potenza e Ternana. Si fa notte fonda per il Bisceglie affondato da un contropiede di Leonardo Perez al minuto 26 che concede tre punti di vitale importanza alla Virtus Francavilla ora appollaiata in zona playoff.

La truppa nerazzurra, senza Zigrossi e Gatto, ha fatto sin da subito sentire la propria presenza giocando il primo quarto d’ora di altissimo livello. Improvvisa è stata la risalita del fronte offensivo biancoceleste che non ha dato più riferimenti alla retroguardia di casa grazie ad un gioco costante sulle fasce laterali, noto punto debole dei biscegliesi in questa prima parte di stagione, e con rapidi fraseggi che hanno disorientato il 3-5-2 stellato.

La prima importante occasione è capitata al dodicesimo sui piedi diPerez che ha superato in diagonale Casadei ma non Turi pronto a respingere sulla linea di porta. Due minuti più tard tiro di Montero che ha supportato in raddoppio Abonckelet nella conclusione ma trovando l’opposizione di Costa. In occasione del tiro dalla bandierina incornata di Abonckelet che ha impegna Costa; la palla rimane lì ma Montero viene anticipato prima del tap-in.

 

Al ventiseiesimo il vantaggio messapico con il gol messo in ghiaccio dal mesagnese Perez. Dormita di Rafetranina a centrocampo che perde il pallone ben recuperato da Gigliotti: lancio profondo a servire Perez che scattato in volata, ha depositato il suo diagonale angolato alle spalle di Casadei per il settimo centro personale.

Dieci giri di lancette e Delvino, amatissimo ex, e compagni hanno sfiorato il raddoppio con la traversa colta da Denny Gigliotti ed il proprio bolide a giro dai venti metri.

Nella ripresa, nonostante il pressing assiduo dei viaggianti allo scopo di legittimare il risultato, il Bisceglie ha creato qualcosa in più in termini di azioni grazie all’inserimento di Camporeale (già dalla mezz’ora in luogo di Mastrippolito, ndr) e di Giulio Ebagua, osannato dopo il gol messo a segno contro il Catania nel turno infrasettimanale trascorso. Ed è proprio l’asso italonigeriano, ormai a pochi passi da una perfetta condizione fisica, ad impegnare Costa severamente in quattro occasioni. Nel giro di due minuti, tra il sessantottesimo ed il sessantanovesimo ha provato di testa a mettere la palla in porta prima sul campanile di Cardamone e successivamente sull’angolo battuto da Longo. Al 77° ancora di testa l’ex Bari, Como e Vicenza ha cercato la via del gol ma col corpo molto distante dalla porta ha guardato il pallone spegnersi sul fondo. A due minuti dal novantesimo Ebagua ha anche provato in acrobazia facendo la barba al palo. Sfortuna, imprecisione ed un pizzico di disorientamento hanno portato così i ragazzi cari al presidente Nicola Canonico a raccogliere la quinta sconfitta stagionale, precipitando al terz’ultimo posto in piena zona playout con dieci punti.

BISCEGLIE-VIRTUS FRANCAVILLA 0-1

Bisceglie (3-5-2): 1 Casadei, 6 Mastrippolito (dal 32° 14 Camporeale), 9 Montero, 11 Rafetraniaina (dal 57° 13 Ebagua), 15 Cardamone, 16 Abonckelet, 17 Longo, 21 Turi, 23 Piccinni, 25 Hristov, 30 Zibert (dal 62° 27 Ferrante). Allenatore: Sandro Pochesci. A disposizione: 22 Borghetto, 3 Tarantino, 4 Wilmots, 7 Dellino, 20 Spedaliere, 26 Murolo, 29 Manicone.
Virtus Francavilla (3-4-1-2): 22 Costa, 4 Zenuni, 6 Bovo (dal 62° 2 Di Cosmo), 7 Gigliotti (dal 70° 9 Vazquez), 10 Perez (dal 70° 14 Baclet), 11 Mastropietro, 15 Delvino, 16 Albertini, 17 Caporale, 18 Marino , 21 Nunzella. Allenatore: Bruno Trocini. A disposizione: 1 Sottoriva, 6 Carella, 19 Sperandeo, 20 Puntoriere, 27 Miccoli, 31 Marozzi.
Arbitro: Marco Acanfora di Castellammare di Stabia
Assistenti: Francesco D’Apice e Michele Somma di Castellammare di Stabia
Reti: 26° Perez
Note: 279 spettatori (con 916 abbonati) e incasso pari a 2138 €. (con €. 4604 incasso abbonati). Ammoniti: Abonckelet al 29° per gioco scorretto, Caporale al 49° per gioco scorretto, Albertini al 60° per gioco scorretto, Gigliotti al 64° per gioco scorretto, Di Cosmo al 72° per gioco scorretto. Calci d’angolo: 3-7. Recupero: 2 minuti primo tempo, secondo tempo. Cambi di modulo: Bisceglie 4-3-1-2 al 32° e 4-3-3 al 57°.

Bartolomeo Pasquale