In giorni in cui a Foggia si discute della bagarre societaria tra il presidente Felleca e la sua socia, Maria Assunta Pintus, testimonianze d’amore per i rossoneri arrivano direttamente dai tifosi.

Nella serata di ieri l’a.d. del Foggia, Davide Pelusi, ha pubblicato un post sulla propria pagina Facebook, raccontando l’esperienza vissuta con Antonio ed Alessio, i quali, con un atto di amore, hanno voluto nel loro piccolo aiutare la propria squadra del cuore, rinunciando al rimborso degli abbonamenti.

Questo il messaggio di Pelusi.
“Non sempre è tutt’oro quello che luccica. Anzi. Il Foggia, soprattutto in questi giorni, è tensione, duro lavoro per risolvere una miriade di micro e macro problemi, bocconi amari duri da ingoiare, insulti e veleni … e poi inaspettata ti arriva una telefonata da un numero sconosciuto. Rispondi. “Sei Pelusi?” Si, chi parla? “E’ vero che rimborsate gli abbonamenti?” Come ha fatto ad avere il mio numero, comunque si, certo, li rimborsiamo. “Io non lo voglio!” Cosa? “Il rimborso, non lo voglio. Io e mio figlio vogliamo rinunciare, come si fa? Siamo contenti, state facendo bene. Io ho settanta anni, mi chiamo Antonio Biscotti con mio figlio Alessio vi vogliamo aiutare e se potessimo vi aiuteremmo di più.”
Sono senza parole, i nodi in fondo all’anima si allentano. Questo riconoscimento, è la più profonda soddisfazione della mia vita professionale!
Sono questi cuori immensamente innamorati, gentili, non prepotenti, generosi, che continuano a fare grande il Foggia, come la sua storia. Gli uomini passano, ma il Foggia e i suoi tifosi resteranno per sempre!”