Nicola Canonico, presidente del Bisceglie, intervenuto ai microfoni di AntennaSud, come riportato da tuttocalciopuglia.com, ha dichiarato:

“In molti hanno detto che le prime sono promosse: non è affatto vero. Non si devono poter disputare nè playoff nè playout, solo in quel caso ci saranno promozioni e retrocessioni che il Consiglio Federale deciderà. Se il Consiglio Federale, che incontrerà il ministro Spadafora, dirà che la Serie C deve ripartire, il Bisceglie riprende il campionato senza problemi, rispettando i protocolli sanitari. La situazione attuale è diversa rispetto a quella di un mese e mezzo fa”.

“Gravina ha fatto bene a chiedere la disponibilità a giocare, piano piano i protocolli cui attenersi, come ho detto, saranno meno rigidi e sono certo che in campo si potrà tornare. Giocando, si evitano anche i ricorsi. Per quanto poi, dopo il lungo stop, sarà comunque un altro campionato”.
Nicola Canonico, presidente del Bisceglie, ai microfoni di TMW si dice favorevole alla ripartenza e alla disputa dei playout.
“Assolutamente si, noi vogliamo giocare, nessuno può dirci che siamo retrocessi a tavolino, a fronte di una scelta presa arbitrariamente senza regole scritte – tuona il numero uno dei pugliesi -. Dopo il Consiglio Direttivo di Lega Pro, ho letto sugli organi di stampa di un documento dove si richiedeva appunto che il tutto fosse deciso in tale maniera, ma a noi non è stato notificato niente: qualora però trovassi questo documento, chiederò le dimissioni del Direttivo e del Presidente Ghirelli”.