Ora del derby. In campo Cerignola e Foggia alle 15. Sarà festa a metà per l’assenza dei tifosi del Foggia, ma c’è grande attesa nella città di Cerignola

Il derby di Capitanata di questo campionato di Serie D è arrivato. La quinta giornata, quindi oggi 29 settembre, era una data segnata sul calendario di molti all’uscita agostana delle gare da disputare. In realtà potranno usufruirne soltanto da una parte, i padroni di casa, per via della decisione di Prefetto e Osservatorio, che hanno lasciato a casa i tifosi del Foggia.

Audace Cerignola-Foggia arriva all’indomani di un periodo particolare per entrambe. Gli ofantini vorrebbero imporre il proprio gioco e la propria legge a tutto il campionato, classificandosi tra le favorite nella griglia di partenza di questo campionato; dalla parte del Foggia la voglia di andarsene da una categoria che non le appartiene e ritrovata a distanza di anni per via della scellerata gestione precedente. Ma entrambe arrivano senza la vittoria nello scorso turno, addirittura il Cerignola 1 punto nelle ultime due partite.

Voglia di rivalsa per entrambe. Per il Cerignola, che in estate si è visto togliere l’accesso alla Serie C, fortemente voluto e raggiunto in un ripescaggio poi annullato dal palazzo calcistico; per il Foggia, che la parola “derby” negli ultimi anni l’aveva utilizzata soltanto con gli altri capoluoghi della regione, Bari e Lecce soprattutto, e in ben altri scenari. La speranza di entrambe è che la D sia soltanto un passaggio momentaneo.

Ma oggi si scende in campo e, nonostante conferenze unite e parole mielate, si va in campo. L’uno contro l’altro per cercare un solo risultato: la vittoria.

Fabio Lattuchella