4-4 il risultato finale di una gara piena di reti e che la Virtus Andria ha sciupato malamente. Esulta lo Stornarella che rimontando il passivo torna a casa con un punto d’oro.

 

Seconda giornata del campionato di Prima Categoria pugliese girone A, al “Sant’Angelo dei Ricchi” di Andria si sfidano i padroni di casa della Virtus Andria e lo Stornarella.

Giornata da caldo estivo per essere a fine settembre e buona cornice di pubblico presente sugli spalti.

I biancoazzurri di casa reduci dal pari esterno contro l’Atletico Acquaviva vogliono i 3 punti per inaugurare al meglio la stagione tra le mura amiche.

Mister Andrea Troia schiera i suoi col 4-3-3 con gli stessi uomini della prima giornata eccezion fatta per Di Vietri in panchina non al meglio, al suo posto come esterno d’attacco a sinistra agisce Aldo Alicino.

Lo Stornarella di mister Pasquale Ciccone dopo la pesante sconfitta interna per 1-4 contro la Soccer Modugno vuole riscattarsi e punta molto sul veloce esterno Iungo e sul centravanti boa Gervasio.

Il match inizia bene per i padroni di casa che dopo nemmeno un minuto di gioco si portano in vantaggio con Domenico Amorese che con un’infilata delle sue affonda come una lama nel burro l’impacciata difesa ospite e appena dentro l’area di rigore infila Lodia.

Gli ospiti colpiti a freddo comunque riescono a reagire e a trovare la rete del pari al 16’.

La Virtus perde malamente palla a centrocampo e su una ripartenza veloce di Iungo ed una conclusione deviata da Simone è bravo Gervasio sotto porta ad infilare il portiere andriese con un tap in vincente.

La gara è vivace e si ha la sensazione che debba succedere qualcosa da un momento all’altro.

La Virtus gioca bene e al 19’ ci prova Alicino ma il suo destro è deviato in angolo dal portiere ospite Lodia.

Al 22’ è lo Stornarella a proporsi con una bella azione veloce finalizzata da Gervasio che però appena dentro l’area si fa ipnotizzare dal bravo portiere di casa Simone che proteso in uscita gli dice di no.

Al 30’ la Virtus torna avanti grazie alla rete di Andrea Fiore che servito in profondità dopo un perfetto contropiede batte Lodia col destro e riporta in vantaggio i suoi.

Al 34’ ci provano gli ospiti con un destro di Iungo ma la sfera termina a lato.

Al 42’ arriva il tris della Virtus Andria con Civita che servito dallo sgusciante Sgarra dalla fascia destra, mette dentro da posizione favorevole, è 3-1.

Il match sembra tranquillo per la squadra di mister Troia che nella ripresa al 55’ trova anche la rete della (apparente) sicurezza con Aldo Alicino che dal limite dell’area lascia partire un potente destro che si spegne in di fondo al sacco.

Sicurezza che va in frantumi, però.

Infatti i biancoazzurri di casa dopo aver sprecato in più di un’occasione la rete del 5-1 (vedi al 67’ con Alicino e al 69’ con Di Palo) si addormentano inspiegabilmente credendo di avere la gara in mano.

Al 73’ viene fischiato un dubbio calcio di rigore per un presunto fallo di Simone ai danni di un attaccante ospite.

Dal dischetto trasforma Gervasio.

La rete del 4-2 riporta in auge la squadra foggiana che al minuto 82 va ancora in rete con un destro da fuori di Zingarelli e infine completa la più clamorosa delle rimonte con una rete fortunosa di Gervasio, autore di una tripletta.

Infatti al minuto 86 dopo un calcio di punizione per gli ospiti la sfera dopo vari rimpalli ballonzola in area di rigore e davanti a Simone il più lesto di tutti è proprio Gervasio che mette in rete la palla del 4-4.

Sa di beffa e ha dell’incredibile questo pari per la Virtus che sul 4-1 credeva di aver fatto sua la gara ma il netto calo psicologico è stato disastroso e ha giovato invece agli ospiti che ci hanno creduto e sono riusciti a riequilibrare una gara che sembrava ormai persa.

Un pari che deve essere di monito per la squadra biancoazzurra che specie nel primo tempo ha messo in mostra un bel calcio ma dopo la rete del 4-1 ha affrontato il tutto con troppa sufficienza e fatto si che lo Stornarella rientrasse in partita.

Due gare e due pareggi per gli andriesi, mentre arriva il primo punto per lo Stornarella.

Dopo questo inopinato pari interno, domenica prossima la Virtus Andria sarà di scena al “Lovero” di Palese contro l’Ideale Bari in una difficile trasferta quasi notturna (si giocherà alle 17:30) mentre lo Stornarella sarà di scena tra le mura amiche dello “Scirea” contro la Virtus Molfetta.

 

VIRTUS ANDRIA vs STORNARELLA 4-4

 

VIRTUS ANDRIA: Simone, Nesta, Di Palo, Loconte, Addario, Rizzi, Sgarra, Amorese D., Fiore (85’ Tesse), Alicino (70’ Montrone), Civita (65’ Amorese F.).

A disposizione: Zingaro, Zecchillo, Paradiso, Di Palma, Caputo, Di Vietri. All. Andrea Troia

 

STORNARELLA: Lodia, Ciffo, Dakkaoui, Cassotta, Dipilato, Giuliano, Iungo, Del Grosso (70’ Ricciardi), Gervasio, Zingarelli (91’ Daniello), Lima (53’ Gallo).

A disposizione: Consalvo, Potenza, Di Gregorio, Cipollino. All. Pasquale Ciccone

 

ARBITRO: Simone Andreula della sezione di Molfetta

 

MARCATORI: 1′ Amorese D. (VA), 16′ Gervasio (S), 30′ Fiore (VA), 42′ Civita (VA), 55′ Alicino (VA), 73′ Gervasio su rigore (S), 82′ Zingarelli (S), 86′ Gervasio (S)

 

Note: ammoniti Simone, Loconte (VA), Cassotta, Del Grosso, Zingarelli (S)

 

 

 

Ufficio Stampa Polisportiva Virtus Andria

Alessandro Polichetti