La Virtus Andria si arrende alla corazzata Sly United ma dopo una buona prova corale mister Sinisi può comunque sorridere.

 

Seconda giornata del campionato di Prima Categoria pugliese girone A, al “Fidelis” di Andria i padroni di casa della Virtus Andria sfidano lo United Sly formazione barese tra le accreditate alla vittoria finale del torneo.

Mister Sinisi per i biancoazzurri andriesi deve fare a meno del portiere Simone squalificato e dell’attaccante Gadaleta infortunato e schiera i suoi con un 4-2-3-1 con Fiore unica punta supportato da Amorese e dagli esterni Quacquarelli e Cardinale, a centrocampo con capitan Saverio Addario c’è Capozza, tra i pali Campanile, mentre trovano posto come terzino sinistro Alessandro Troia e al centro della difesa Cassetta in coppia con Pasculli.

Gli ospiti allenati da mister Quarto annoverano tra le proprie fila atleti del calibro di Zotti che agisce alle spalle delle due punte Lacarra e Salvati in un 4-3-1-2 che vede la presenza di un certo De Vezze a centrocampo, con molte presenze tra Serie A e Serie B.

In panchina gli ex di turno, i gambiani Taal e Gomez.

Lo start del match vede subito una Virtus per niente remissiva nei confronti del più blasonato avversario, i biancoazzurri fanno capire subito agli ospiti che non sarà una passeggiata ma al 10’vanno sotto grazie ad un errore difensivo di Civita che sbaglia un retropassaggio in area di rigore e Lacarra ne approfitta subito mettendo dentro la sfera alle spalle dell’incolpevole Campanile.

La Virtus però non ci sta e al 15’ usufruisce di un penalty concesso per fallo in area di rigore di Ivan Loseto ai danni di Amorese, nell’occasione viene anche ammonito il difensore centrale biancorosso.

Sul dischetto si presenta Angelo Quacquarelli che spiazza Loliva e fa 1-1.

Seconda rete in campionato per l’esterno ex Nuova Andria.

Ma il pari dura solo quattro minuti, in quanto al 19’ la Sly torna a condurre grazie ad un calcio di punizione trasformato da Ivan Loseto che si fa perdonare l’errore nell’episodio del calcio di rigore.

La gara si mantiene viva e combattuta a dispetto di un campo polveroso e irto di insidie per entrambe le compagini.

Nonostante ciò il risultato non cambia e si va al riposo con la Sly in vantaggio di misura.

Nella ripresa è il neo entrato Francesco Troia per la Virtus a portare scompiglio in area avversaria e a provarci con una soluzione mancina al 65’, Loliva para in due tempi.

Il match resta interessante e con gli andriesi che mettono in mostra grinta e determinazione alla ricerca del pari con la Sly che ribatte colpo su colpo e tanta l’affondo decisivo.

Proprio in uno di questi arriva il colpo del k.o.

Al minuto 86 bomber Lacarra esplode da fuori un potente destro che termina sul palo dopo la deviazione di Campanile, lesto è nella ribattuta l’accorrente Colella che mette nel sacco e firma il tris per i suoi.

La Virtus con tanta volontà crea ancora grattacapi alla difesa della squadra del capoluogo ma il risultato non cambia più.

La Sly esce vittoriosa da questo incontro grazie ad una maggiore esperienza e alla qualità dei suoi uomini rispetto alla Virtus che non esce affatto ridimensionata dal match e che mettendo in mostra organizzazione tattica e intraprendenza ha ben impressionato sia gli avversari che il pubblico presente al “Fidelis”.

Per la Sly è la seconda vittoria in campionato, per la Virtus invece arriva la prima sconfitta.

Una sconfitta quella degli uomini di Sinisi che non intacca la buona prestazione e senz’altro giocando così i biancoazzurri potranno disputare un discreto campionato.

Nella prossima giornata la Virtus sarà impegnata al “Paolo Poli” di Molfetta nella gara mattutina (11.30) contro la Virtus Molfetta mentre la Sly sarà impegnata tra le mura amiche del “San Pio” contro il Real Sannicandro.

 

 

VIRTUS ANDRIA vs SLY UNITED BARI 1-3

 

VIRTUS ANDRIA (4-2-3-1): Campanile; Civita (58’ Troia F.), Cassetta, Pasculli, Troia A.; Addario S., Capozza; Quacquarelli (86’ Cipri), Amorese (58’ Montrone), Cardinale; Fiore (70’ D’Ambrosio).

A disposizione: Mancino, Di Palma, Addario A. All. Cosimo Sinisi

 

SLY UNITED (4-3-1-2): Loliva; Ancona (46’ Martino), Loseto I., Azzariti, Armenise (62’ Clementini); Colella, De Vezze, Turitto (81’ Faliero); Zotti (74’ Loseto F.); Salvati, Lacarra (89’ Amoruso).

A disposizione: Franco, De Virgilio, Gomez, Taal. All. Nicola Quarto

 

ARBITRO: Gabriele Lovecchio della sezione di Brindisi

 

MARCATORI: 10’ Lacarra (US), 15’ Quacquarelli su rigore (VA), 19’ Loseto I. (US), 86’ Colella (US)

NOTE: ammoniti: Addario S., Cardinale, Quacquarelli, Fiore (VA), Loseto I., Colella, Ancona, Clementini (US)

 

 

 

ALESSANDRO POLICHETTI