Il Lucera Calcio beffato da un determinato Audace Cagnano

487

Il Lucera Calcio è costretto a mandare giù la sconfitta già alla seconda di campionato nell’incontro “casalingo” disputatosi in un caldo pomeriggio di fine settembre sul neutro di Apricena. I biancocelesti si sono fatti imbrigliare da un compatto e volitivo Audace Cagnano, che ha vinto di misura con un rigore, difeso, poi, a denti stretti.

Dopo le prime battute di gioco è Pelusi, al 3′, a mandare la palla a pochi centimetri dal palo, su un cross partito da destra. Il Lucera cerca di essere bello ed efficace, ma la sua azione si infrange sul pressing degli avversari. Al 5′, però, Mamah è anticipato dall’uscita di Di Cataldo, l’estremo difensore ospite. Il Lucera mantiene l’iniziativa; l’Audace Cagnano si affida alle ripartenze. Ancora il giovane attaccante nigeriano, al 20′, dopo una manovra avvolgente dei suoi compagni, si gira in area e sfiora il palo. I garganici rispondono, al 27′, con una punizione lunga di Scarano che Curci, da par suo, sventa all’incrocio, mettendo in angolo. I giocatori allenati da Alfredo Bertozzi insistono ma non mostrano il furore agonistico che una gara muscolare e cattiva richiederebbe; la retroguardia biancorossa non vacilla. Vallario, però, al 43′, dalla fascia sinistra, chiama Di Cataldo all’intervento in due tempi su un ficcante calcio di punizione.

Nella ripresa, il Lucera Calcio assume ancora il comando delle operazioni, senza mandare in particolare affanno i giocatori di Scanzano, che passano in vantaggio, al 9′, con Scarano, abile a spiazzare Curci dagli undici metri, con un calcio di rigore assegnato per fallo in area di Pompetti. Subita la rete, la squadra del presidente Audiello reagisce. Al 13′, Pellegrino da destra mette in mezzo, dove Mamah smista verso De Paolis, al cui tiro si oppone a valanga Di Cataldo, il quale, due minuti dopo, mette in angolo su un tentativo lungo di Simone G..
Bertozzi opera i cambi, in attacco, esce De Paolis, dentro Ricci e Rizzi.; mentre, la contesa diventa sempre più spigolosa e spezzettata; l’Audace Cagnano quando può perde tempo; sale il nervosismo, così come il numero dei cartellini gialli distribuiti da Trombetta della sezione di Foggia. Il direttore di gara, al 37′, non ritiene di dover indicare il dischetto su un fallo apparso netto in area ai danni di Mamah. Subito dopo, al 39′, un lampo di Balletta, da sinistra, fa la barba al secondo palo.
Nell’ultimo tratto della partita, si è visto poco gioco e qualche giocatore ospite di troppo a terra. Ma questo è il calcio.
L’Audace Cagnano ha fatto la sua gara; il Lucera Calcio, in una sfida in cui – ed era risaputo – contava molto la determinazione, ha risposto solo parzialmente e ha pagato pegno.
Intanto, domenica prossima, c’è la visita al Real San Giovanni.

LUCERA CALCIO – Curci, Pompetti, Simone G., Acquaviva (18’st Conticelli), Di Gioia, Vallario (18’st Rizzi), Pellegrino, Simone D. (1’st Vigorito), De Paolis (18’st Ricci), Balletta (39’st Salatto), Mamah. All. Bertozzi.