Serie B – Coda e Improta segnano, Benevento al comando. Triplo Ciano, il Frosinone torna a sorridere

291
FROSINONE, ITALY - OCTOBER 21: Camillo Ciano of Frosinone Calcio kicks the penalty and scores the opning goalduring the Serie B match between Frosinone Calcio and AS Livorno at Stadio Benito Stirpe on October 21, 2019 in Frosinone, Italy. (Photo by Giuseppe Bellini/Getty Images)

I sanniti infliggono la prima sconfitta all’ex Baroni alla guida della Cremonese.
Finisce 2-0 il primo posticipo della decima giornata della Serie BKT tra Benevento e Cremonese. Dopo un primo tempo chiuso a reti inviolate, nella ripresa arrivano le reti di Coda al 66′, abile a sfruttare l’assist di Kragl con un potente diagonale che non lascia scampo a Ravaglia, e di Improta in pieno recupero, sul servizio di Tello, per sancire una vittoria, quella dei campani, che proietta i ragazzi di Pippo Inzaghi nuovamente al comando della classifica in solitaria. Per la Cremonese arriva il primo k.o. dell’era Baroni.

I ciociari battono 3-0 il Trapani con la tripletta dell’attaccante.

Un ottimo Frosinone, batte il Trapani e conquista tre punti preziosi in vista del prosieguo della stagione. Pronti via ed i giallazzurri trovano il vantaggio praticamente al primo affondo: Paganini dalla corsia di destra trova in area ospite Ciano, che controlla con il sinistro e batte con un preciso destro sul primo palo l’estremo difensore granata Carnesecchi. Forti del vantaggio, i canarini gestiscono la situazione, provando a far male ai siciliani con delle veloci ripartenze. Il pallino del gioco in questa fase infatti è più della squadra di Baldini, che riordina le idee e si rende pericolosa al 27′ con una battuta ravvicinata di Cauz, sulla quale è bravo Bardi a respingere. Passano pochi minuti ed il Trapani ci prova nuovamente con una battuta dalla distanza di Moscati che lambisce il palo. In avvio di ripresa è ancora una volta la squadra di casa a trovare il guizzo vincente: su un’azione di ripartenza, Paganini viene atterrato in area dal neo entrato Jakimovski ed il direttore di gara concede il calcio dagli undici metri. Si incarica della battuta Ciano, che si fa respingere la conclusione da Carnesecchi ma è abile a depositare in rete sulla ribattuta. La grande serata dell’attaccante campano non finisce però qui, perché dopo pochi minuti è lo stesso fantasista a realizzare la sua tripletta personale trasformando in modo impeccabile un calcio di punizione dal limite.