Si riparte da Cazzarò. Nonostante le voci che volevano un clamoroso allontanamento del tecnico dalla panchina ionica, il Taranto si appresta ad affrontare l’ennesima stagione di Serie D (i rossoblu non potranno essere ripescati, in quanto hanno già sfruttato l’opportunità in una delle ultime cinque stagioni, ndr) con Michele Cazzarò alla guida del timone. Quarto mandato per l’ex calciatore tarantino, che nella giornata di ieri si è riunito con il presidente Massimo Giove, il dg Gino Montella e il futuro responsabile dell’area tecnica Raffaele Sergio, per programmare il prossimo campionato.

Programmazione che, secondo quanto riportato dall’edizione odierna della Gazzetta del Mezzogiorno, parte dalla conferma (comunque complicata) di alcuni giocatori che si sono dimostrati imprescindibili nel corso dell’ultimo campionato, ai quali bisognerà aggiungere qualche tassello per rendere ancora più forte e competitiva una rosa che nel girone di ritorno si è fatta valere, eguagliando i punti conquistati dalla capolista. Sul taccuino, 5-6 over e una decina di under: alcuni tra questi potrebbero giungere dalla Cavese e dal Potenza (tra i nomi più in voga quelli di Manzo, Marino, Allegrini e Siclari). Sogno proibito, ma forse non del tutto, quello di rivedere l’attaccante Beppe Genchi indossare nuovamente la maglia del Taranto: tutto dipenderà dal budget a disposizione del club ionico.