Mohamed Mansour autore del gol vittoria sulla Vibonese

Seconda affermazione casalinga consecutiva per il Bisceglie che assumendo lo stesso comportamento di due domeniche addietro ha regolato di misura una Vibonese anch’essa impelagata nella lotta per evitare la D.

Senza Hassan e Altobello mister Bucaro ha centrato la vittoria con un ordinato 4-4-1-1 con Sartore a fungere da seconda punta alle spalle del bombardiere Rocco e con Tazza sulla corsia laterale di difesa a supporto di Giron.

Subito al secondo minuto crosso lungo di Giron, pressione di Mansour e un difensore ha pasticciato rischiando l’autogol. Il buon avvio della truppa di Bucaro è certificato al quarto d’ora con la girata ravvicinata di Mansour in azione analoga rispetto a quella decisiva con la Virtus Francavilla. Stavolta il pallone è finito fuori.

Risveglio Vibonese al diciassettesimo: progressione in contropiede di Spina abile a recuperare il pallone e a convergere al centro; passaggio al limite dell’area per l’accorrente Parigi che ha incocciato il proprio destro mettendo i brividi a Spurio: palla che ha sfiorato l’incrocio.

Al ventesimo, però, il gol di Mohammed Mansour, ancora lui, che ha chiuso i giochi. Scavetto lungo di Cittadino, incursione dell’italo-marocchino pronto a scavalcare con un leggero colpo sotto Mengoni. Subito pronta la reazione degli ospiti con la traversa di Pugliese; il pallone calciato di prima intenzione ha baciato la parte alta del montante.

Non è successo più nulla nella prima frazione e lo spartito del secondo tempo non è cambiato: Bisceglie cinico e guardingo, Vibonese che non le ha mandate a dire provando a scardinare la retroguardia ben messa in campo da Giovanni Bucaro.

Al secondo della ripresa scatto sulla destra di Sartore e rasoterra preciso per Rocco che spalle alla porta si gira e calcia verso il baluardo Mengoni, respinta a terra del portiere.

Quattro minuti più tardi attacco concitato della Vibonese, Spurio ha bloccato il tentativo in uscita ma il pallone ha attraversato la linea di porta sul recupero di Pugliese. Carica sul portiere dello stesso fra le proteste dei viaggianti.

Ancora Pugliese al sessantottesimo ha non lasciare immacolati i guanti di Spurio con una botta dai venticinque metri che ha trovato il no dell’estremo difensore.

L’ingresso di Bassano e Romizi ha portato i biscegliesi a mettere l’autobus dinanzi la propria porta con un 5-3-1-1 che ha fruttato ottimi risultati nel finale di gara poco arrembante. La Vibonese a due minuti dal termine dei tempi regolamentari è rimasto altresì in dieci per il rosso diretto comminato a Pugliese, reo di aver trattenuto Mansour in contropiede da ultimo uomo.

Una vittoria di carattere che ha dimostrato quale sarebbe stata la reale identità dei nerazzurri per tutta la stagione se ci fosse stata continuità di risultati e, soprattutto, maggiore determinazione in fase conclusiva.

BISCEGLIE-VIBONESE 1-0

Bisceglie (4-4-1-1): 22 Spurio, 3 Giron, 5 Priola, 6 Vona, 7 Mansour, 8 Cittadino, 11 Rocco (dal 71° 14 Makota), 23 Maimone, 24 Sartore (dall’84° 20 Romizi), 25 Tazza, 28 Pedrini (dal 78° 27 Bassano). Allenatore: Giovanni Bucaro. A disposizione: 1 Russo, 4 De Marino, 13 Zagaria, 15 Ferrante, 16 Gilli, 18 Musso, 19 Vitale, 21 Casella, 30 Goffredo.
Vibonese (3-5-2): 1 Mengoni, 2 Mahrous, 4 Pugliese, 5 Redolfi, 7 Spina, 11 Ciotti (dall’80° 9 La ragione), 18 Statella (dal 72° 20 Laaribi), 19 Parigi (dal 60° 28 Plescia), 21 Bachini (dal 60° 32 Fomov), 33 Cattaneo (dal 72° 14 Tumbarello), 34 Vergara. Allenatore: Giorgio Roselli. A disposizione: 22 Marson, 10 Berardi, 13 Falla, 17 Di Santo, 25 Vitiello, 26 Mancino, 36 De Fazio.
Rete: 20° Mansour.
Arbitro: Daniele Perenzoni di Rovereto.
Assistenti: Francesco Santi di Prato e Federico Volta di Moliterno.
Quarto ufficiale: Mario Gascone di Nocera inferiore.
Note: gara a porte chiuse. Calci d’angolo: 2-6. Ammoniti: Vona (32°) per gioco scorretto, Cittadino (55°) per gioco scorretto, Spurio (81°) per perdita di tempo; Bachini (57°) per gioco scorretto, Ciotti (65°) per gioco scorretto, Fomov (83°) per gioco scorretto. Espulso Pugliese (87°) per gioco scorretto. Recupero: due minuti primo tempo, cinque minuti secondo tempo. Cambio modulo: 5-3-1-1 Bisceglie dal 77°.

Bartolomeo Pasquale (si ringrazia Emmanuele Mastrodonato per la foto)