Mirko Antenucci, attaccante del Bari, al termine della gara persa a Catanzaro, come riportato da tuttobari.com, ha dichiarato: “Il risultato obiettivamente dice questo, è un peccato perché fino al goal si stava facendo discretamente bene, stavamo lottando e abbiamo creato. In questo periodo paghiamo ogni minima disattenzione, vedi le altre partite col gol avversario che vanifica tutto il lavoro fatto prima. Ci abbiamo provato alla fine, ci siamo scoperti e abbiamo preso il secondo gol. Il risultato dice questo. Peccato perché gli episodi ci stanno un po’ condizionando”.

È un momento in cui non arrivano i risultati, arrivano pochi gol da parte di noi attaccanti. Vuol dire che non basta quello che stiamo facendo, ma non a livello d’impegno ma a livello di attenzione, cazzimma e di fare un gol più degli avversari. È normale che adesso si vede tutto nero, dobbiamo venirne fuori, è inutile piangerci addosso, dobbiamo venirne fuori. Il mister vuole che io faccia questo ruolo e lo faccio con piacere, sono a servizio della squadra, in fase difensiva devo fare di più. Se serve a uscire da questa situazione faccio anche il terzino, ho fatto anche il centrocampista contro il Foggia. Per me non c’è problema se faccio 1-2 gol in meno, conta quello che si fa per la squadra