“Abbiamo accettato questo nuovo campionato così come siamo a conoscenza delle problematiche. La società è stata molto responsabile ed ha fatto un grosso lavoro a livello organizzativo”

 Dopo il lungo periodo di sosta dovuto al Covid, domenica 25 aprile ripartirà il campionato Under 17. Un nuovo format che vedrà la partecipazione del Bisceglie Calcio inserita nel girone 8 con Bari, Monopoli, Virtus Francavilla, Foggia e Potenza.

“Sono felice di questa ripresa- esordisce Renzo Ferrante– Abbiamo lavorato bene e continueremo a farlo per una crescita personale. Sono certo che ci toglieremo soddisfazioni. 3-4 ragazzi dell’Under 17 si sono aggregati nella Primavera 3 dove hanno giocato diversi scampoli di partita rendendosi quindi protagonisti. Tutti loro non vedono l’ora di partire con questa avventura. Sul nuovo format, tutti i responsabili del settore giovanile, hanno calcato la mano in quanto volevamo ripartire così come è successo per la serie A e la serie B. Abbiamo accettato questo nuovo campionato così come siamo a conoscenza delle problematiche. La società è stata molto responsabile ed ha fatto un grosso lavoro a livello organizzativo”.

Se per l’Under 17 è all’orizzonte un nuovo campionato, non sarà così per l’Under 15 che continuerà a disputare dei test match lo stesso giorno delle gare previste per l’Under 17 a partire, salvo modifiche, dal 2 maggio.  

Una delle grandi novità riguarderà le sedi delle partite che sarà il “Francesco Di Liddo” di Bisceglie in alternanza alle gare dell’Unione Calcio Bisceglie impegnata nel campionato di Eccellenza.

Sulla Primavera 3 allenata da Di Pierro, il responsabile del settore giovanile tratta un primo bilancio: “ Sono contento di quello che abbiamo fatto ma mi aspettavo e mi aspetto qualcosa in più. Sono davvero contento sotto l’aspetto tecnico e di crescita dei ragazzi, così come sono soddisfatto per come è stata effettuata la gestione durante il periodo di pandemia e voglio fare un plauso a tutta la società. Ci siamo confrontanti con realtà tipo Palermo, Bari, Catanzaro dove, l’undici iniziale, era composto da diversi giocatori nati nel 2002 . La nostra squadra invece è composta in gran parte di 2003 a cui si aggiunge una piccola percentuale di ragazzi nati nel 2002 e 2004. In questa seconda fase di campionato possiamo raccogliere qualcosa in più che noi tutti meritiamo”.

“Un piccolo rammarico riguarda i campionati regionali con i ragazzi che hanno lavorato fino a novembre, fermati nei mesi di gennaio e febbraio, ripreso l’attività nel mese di marzo ed hanno richiuso.”

“Voglio ringraziare- chiosa Ferrante – l’Unione Calcio Bisceglie visto che diversi ragazzi provenienti dal settore giovanile militano nella Primavera 3, Under 17 e Under 15 mentre gli altri sono rimasti nella compagine azzurra. Un plauso anche a Francesco D’Azzeo mio compagno di viaggio ed avventure. E’ stato un piacere conoscerlo e grande fonte di energia così come alla sig.ra Katia Bufo promotrice di diverse iniziative tra cui quello di seguire le partite sulle pagina facebook del Bisceglie Calcio. Spero inoltre che la prima squadra possa raggiungere la salvezza nel campionato di serie C in modo tale che si possa creare un progetto ancora più importante con le basi collocate in questa stagione agonistica”.

 Ufficio Stampa As Bisceglie Srl