Bitonto e Foggia, caccia al primato d’inverno

Sei punti in palio, due pretendenti ed un terzo incomodo in forte risalita.

452
Un'istantanea della gara

Sarà pure un titolo platonico, arriverà pure nel bel mezzo della sessione di mercato, ma il titolo di “campione d’inverno” rappresenta un buon viatico per la conquista della vittoria finale.

A contenderselo nel girone H di serie D ci sono la capolista Bitonto, il Foggia, il Casarano come terzo incomodo senza dimenticare il Sorrento unica non pugliese delle prime nove in graduatoria. Dopo lo 0-0 nello scontro diretto di due settimane fa neroverdi e rossoneri hanno ripreso la propria marcia superando agevolmente Fidelis Andria e Gelbison tra le mura amiche ed ora si approcciano alla penultima d’andata da giocare in trasferta. La capolista sul campo della Gelbison ritroverà Biason e Patierno al rientro dalla squalifica e potrà contare su un Montaldi più inserito nei meccanismi di un mister Taurino sempre in attesa di qualche altro rinforzo utile a giocarsi le sue carte nella corsa promozione.

Di qualche rinforzo è senza dubbio in attesa anche il tecnico del Foggia Ninnì Coda che dopo aver salutato Pasquale Iadaresta è pronto ad accogliere l’attaccante del Team Altamura Giuseppe Tedesco ed a presentarsi a Francavilla in Sinni per continuare ad inseguire il primato distante due lunghezze. Un lungo inseguimento al primato, distante 6 punti, l’ha iniziato il Casarano dall’arrivo di Dino Bitetto. Con il tecnico ex Cerignola i rossoazzurri hanno conquistato 13 punti in 5 partite rilanciando prepotentemente le proprie quotazioni di vertice, quotazioni da tenere alte andando a cogliere un risultato positivo sul difficile campo della Nocerina. A due giornate dal giro di boa, la sfida è lanciata: arrivare primi a metà percorso non significherà vittoria, ma chi ben comincia è a metà dell’opera.