BITONTO, LA CAMPANIA TI SORRIDE ANCORA. PORTICI BATTUTO 2-0 – U.S. Bitonto Calcio

Settimo punto conquistato dai leoncelli, su tre partite disputate quest’anno nella terra del Vesuvio. Lattanzio-Biason inguaiano i porticesi e rimettono nel mirino la zona playoff

Ennesimo turno infrasettimanale completo dell’anno, per la Serie D 2020-2021. Ventiquattresima giornata pre-pasquale anche per il girone H con i suoi tanti “incroci pericolosi” in vetta, in zona retrocessione e, soprattutto, per le velleità del Bitonto Calcio, per ciò che concerne la corsa playoff.

I neroverdi archiviano senza particolari grattacapi la pratica Portici ed urlano ancora una volta a tutta la concorrenza che il Leone c’è e non mollerà la preda così facilmente…

La partita.

Mister Loseto deve rinunciare allo squalificato Taurino, oltre ai tanti, soliti indisponibili di lungo corso. Il trainer barese schiera dal primo minuto (3-5-2 il modulo ormai canonico): Zinfollino in porta, Nocerino, Petta e Danilo Colella in sua difesa; i cinque di centrocampo sono Silvio Colella, Biason, Capece, Mariani e Tarantino. Lattanzio e il bitontino Palazzo in attacco.

Dall’altra parte, mister Mattiacci, da poco richiamato sulla panchina dei vesuviani, disegna il suo 4-4-2 con Spina (classe 2003) tra i pali; Schiavi, Arpino, Bisceglia e Donnarumma in difesa; sempre da destra verso sinistra, a centrocampo, Vitiello, Nappo, Meola e Del Gaudio. Davanti gli “esperti” Onda e Prisco. Squadra molto giovane, il Portici, con i quadri societari di recente rivoltati come un calzino ed un solo obiettivo ben fisso in mente: restare in Serie D.

Nemmeno due minuti di gioco e il Bitonto è già in vantaggio! Palazzo lavora bene un pallone nel cuore dell’area di rigore campana e serve splendidamente capitan Lattanzio che, indisturbato, non si fa pregare e perfora con un secco mancino incrociato il verdissimo Spina. Ottavo gol stagionale per l’attaccante andriese del Leoncello a conclusione di un’azione quasi identica a quella che portò al momentaneo 1-1 di Fasano, nel giorno di San Valentino. Che dire, confermato il feeling tra i due, invidiabili “innamorati” del fronte d’attacco neroverde, per la gioia di Valeriano Loseto…

Fino al 25’ non accade nulla di veramente importante, ci pensa così il Turu Biason a ravvivare il caldo pomeriggio del “San Ciro” con una conclusione da fuori che si spegne a lato. Un minuto dopo, ci prova Lattanzio quasi dalla stessa mattonella: risposta a guanti aperti di Spina e palla in angolo. A parte l’ammonizione comminata ai danni di Nocerino e il minuto di recupero assegnato, da non crederci, ma non ci sarebbe stato più niente da annotare sul taccuino di questa prima frazione di gioco. Se non ci fosse stato, però, il primo sigillo personale della stagione del vicecapitano bitontino, Biason. Il centrocampista argentino decide di tirar fuori dal suo profondo cilindro una magica parabola da molto lontano: 0-2 e applausi a scena aperta.

Secondo tempo.

La ripresa si apre con l’interessante inserimento e l’imprecisa conclusione (altissima) del 2002 ospite Silvio Colella.

13’: l’asse Biason-Lattanzio non frutta il terzo punto neroverde per pochi decimetri. Verticalizzazione illuminante del n.8 per il miglior realizzatore in Campionato dei suoi e diagonale un tantino sbilenco a lato di un soffio.

17’: ci prova ancora Silvio Colella, stavolta con molta più convinzione. Destro da due passi del diciottenne di Bari e pronta respinta in bello stile del diciassettenne estremo difensore di casa. La meglio gioventù in vetrina.

Alla mezz’ora esatta si prende prepotentemente la scena Gigi Zinfollino, autore di un pregevole volo plastico sotto la traversa per sventare una girata acrobatica in area, altrettanto apprezzabile, del gigante Prisco.

36’: Petta prova ad uccellare il portiere avversario dalla propria metà campo, battendo a sorpresa un calcio di punizione che non si spegne poi così lontano dal montante della porta porticese. L’ultimo squillo del match è firmato dal neoentrato Tedesco, che spedisce sull’esterno della rete alla destra di Spina una forte conclusione da posizione defilata.

Finisce qui. Ora, un bel po’ di giorni a disposizione di mister Loseto per preparare al meglio la sfida mai banale contro il Cerignola, in programma domenica 11 aprile al “Città degli Ulivi”. Per vendicare l’incredibile beffa in terra ofantina dell’andata e continuare a mettere pressione sulla nutrita concorrenza playoff.

24^ GIORNATA CAMPIONATO SERIE D – GIRONE H

PORTICI – BITONTO 0 – 2

Reti: 2’ pt Lattanzio, 40’ pt Biason

PORTICI: Spina, Bisceglia, Schiavi (1’ st Elefante), Nappo, Arpino, Donnarumma, Vitiello, Meola (24’ st Grieco), Prisco, Onda (C) (18’ st Nacci), Del Gaudio (9’ st Scala).

A disp.: Schaeper, Petrosino, Illuminato, Esposito, Guadagni. All. Mattiacci

BITONTO: Zinfollino, Colella S., Colella D., Nocerino, Capece (35’ st Montinaro), Petta, Mariani (24’ st Piarulli), Biason, Palazzo (24’ st Tedesco), Lattanzio (C) (39’ st Esposito), Tarantino (31’ st Di Modugno).

A disp.: Matera, Milani, Zaccaria, Passaro. All. Loseto

Arbitro: Gambuzzi (Reggio Emilia). Assistenti: Jorgji (Albano Laziale) e Laghezza (Mestre).

Ammoniti: Scala (P); Nocerino, Zinfollino (B).

Note: minuti di recupero 1 pt – 6 st.