Nicola Canonico si è presentato a Foggia ed alla sua piazza in una conferenza stampa congiunta con la Pintus.
Pochi annunci, ancor meno anticipazioni su quello che sarà il Foggia 2021-2022.
La Pintus ha esordito spiegando come si è arrivati alla scelta di Canonico: 3 erano i possibili nuovi soci in lizza, ma l’ex presidente del Bisceglie ha garantito affidabilità sotto diversi aspetti; con lui la Pintus ha detto di “essersi capita in 5 minuti” e che i primi contatti erano iniziati lo scorso anno, per poi proseguire in autunno.
Canonico, invece, è partito con frasi rivolte alla piazza “A noi serve serenità innanzitutto. Chiedo unione e rispetto delle regole. Io il Foggia finora l’ho guardato dall’esterno. [..] Conosco molto bene il potenziale della tifoseria del Foggia, da pugliese non posso non ricordare i tempi di Zeman“.
Sull’assetto societario, quel che trapela è che l’ex patron del Bisceglie dovrebbe essere il nuovo presidente del Foggia, con la dottoressa Maria Assunta Pintus che tornerebbe a vestire i panni della vicepresidente, esattamente come nell’era Felleca. La Pintus non si è sbilanciata, però, sulle quote di Canonico, limitandosi a dire che l’80% del Foggia resterà della Corporate. Sul punto Canonico ha parlato di “un anno di collaborazione“, al fine di valutare la “compatibilità” tra i due soci, per poi riaggiornarsi il prossimo anno: soltanto allora si vedrà se la Pintus e Canonico continueranno insieme o se il secondo acquisterà le quote dell’imprenditrice sarda.

Bocche cucite sul progetto tecnico: l’ex numero 1 del Bisceglie, rimarcando la differenza con esperienze passate, ha rassicurato tutti sull’iscrizione del Foggia alla terza serie, che arriverà regolarmente entro il 25 giugno, deadline per la partecipazione al prossimo torneo di C. Soltanto dopo quella data verrà svelato il piano tecnico: è stata annunciata la presentazione di un direttore sportivo; al tempo stesso, però, è stato per il momento confermato Ninni Corda, che farà parte dell’organigramma in quanto legato al Foggia da contratto a tempo indeterminato. Nessun proclamo sul budget. Sul mercato Canonico ha affermato di aver letto troppo. Il nuovo socio del Foggia ha definito “obbligatorio” il dialogo con Marchionni, visti i suoi buoni risultati. Sugli obiettivi il nuovo socio ha risposto di essere venuto per fare qualcosa di importante; non verrà costruita una squadra di ragazzini, ma un gruppo in linea con le ambizioni che meritano città e tifoseria, definita “mostruosa” quando i Satanelli vanno in trasferta.

Seguiranno aggiornamenti.