Pareggio nell’atteso derby tra Casarano Taranto. Un risultato maturato dopo una partita molto combattuta con i padroni di casa che hanno avuto un maggiore predominio.

A commentare il risultato e la prestazione dei suoi ragazzi il tecnico rossazzurro Enzo Feola

«Non posso rimproverare nulla ai ragazzi per impegno, per la voglia, per la corsa. Abbiamo speso tante energie nervose. Fino al gol del Taranto la partita l’abbiamo fatta noi, abbiamo creato noi, abbiamo giocato noi. Il Taranto ben messo in campo, ordinato, ci ha chiuso un pochino tutti gli spazi ma le occasioni le abbiamo avute noi. Poi su una palla nostra abbiamo sbagliato un’uscita ed abbiamo preso il gol all’ultimo secondo del primo tempo. Poi nel secondo tempo siamo andati in attacco, tre o quattro volte potevamo pareggiare ma non ci siamo riusciti anche se il Taranto ha preso un palo peò su una ripartenza. Ovvio che noi eravamo sbilanciati in avanti per cercare almeno di pareggiarla. Poi siamo stati premiati l’ultimo secondo, non meritavamo la sconfitta. A me interessava la prestazione e la reazione dei ragazzi. Il campionato è lungo, se già si iniziano a fare i processi si è in malafede e non si va da nessuna parte. Io dico che Casarano ed il Taranto saranno due protagoniste fino alla fine. Se non si dovesse giocare domenica si tornerebbe indietro come un mese fa e si falserebbe tutto il campionato. Anche in questo momento è falsato perché noi venivamo da un lavoro fatto in ritiro, tutto il precampionato, poi le prime quattro partire abbiamo fatto bene eravamo in crescendo e lo stavamo dimostrando con i numeri. Poi dopo stare fermi un mese, soprattutto in queste condizioni con la paura di prendere il covid… se si dovesse rifermare il campionato sarebbe definitivamente falsato».