Un brutto Foggia incappa nella seconda sconfitta consecutiva: allo Zaccheria la Paganese vince 1-0 con rete di Mendicino.

Al Foggia non è bastato giocare in superiorità numerica per oltre un’ora per far punti contro la Paganese, formazione tutt’altro che irresistibile (classifica alla mano) e reduce da tre sconfitte consecutive.
I satanelli giocano una delle più brutte prestazioni dell’anno, nonostante già al 24′ la Paganese rimaneva in 10 per l’espulsione di Diop, dovuta ad una reazione nei confronti di Fumagalli.
Doveva essere l’episodio spartiacque della gara ed, invece, è stato soltanto il preludio ad un pomeriggio grottesco, denso di errori e noia.
Un paio di tentativi di Garofalo (un colpo di testa ed una conclusione da posizione defilata) sono le uniche note degne di cronaca nel primo tempo foggiano.
Nella ripresa è Dell’Agnello ad andare vicino alla rete: a poco meno di dieci minuti dall’inizio della seconda frazione, il centravanti rossonero scatta sul filo del fuorigioco e con il destro prova a battere il portiere della Paganese, Baiocco, ma colpisce il palo. Occasione importante, ma anche l’unica degna di nota per i padroni di casa.
La Paganese, invece, cresce col passare dei minuti: prima va vicina al vantaggio con Zanini, che fallisce una buona occasione da gol alla metà del tempo; a dieci minuti dal termine va in gol con l’ex Lazio Mendicino, servito da Cernuto, che sfrutta a sua volta una gaffe del duo Vitale-Galeotafiore.
Soltanto il neo ingresso Nivokazi al 94′, con un colpo di testa, iscrive a registro un tentativo di reazione dei satanelli.
Ma è davvero troppo poco per il Foggia, che centra la dodicesima sconfitta stagionale; gli uomini di Marchionni vengono agganciati dal Palermo a quota 47 punti e scavalcati dal Teramo, vittorioso sul Bisceglie nella gara delle 17.30.
Il Foggia ha ancora un margine di sicurezza di sulla Viterbese, prima squadra tra quelle attualmente escluse ai playoff (ed a -7 dai dauni).
Al netto delle scusante per il lungo stop causa Covid, a preoccupare è stata la prestazione fornita dal Foggia: troppo brutta per essere vera ed assai poco rassicurante per il finale di stagione.