Gara secca, con gli uomini di Zanetti che passerebbero il turno anche in caso di pareggio dopo i 120’.Equilibrio nei precedenti tra le due squadre, che si ritrovano dopo il 3-1 recente

Empoli e Salernitana hanno strappato il pass per la Serie A. Monza e Lecce, terza e quarta in classifica, sono già alle semifinali playoff. E quattro squadre si giocano i due posti ancora disponibili: Cittadella, Brescia, Venezia e Chievo. Due sfide secche, tra la sesta e la settima e la quinta e l’ottava in classifica: chi passa il turno tra Cittadella e Brescia raggiungerà il Monza in semifinale, mentre chi uscirà tra Venezia e Chievo se la vedrà con il Lecce. In caso di pareggio al 90’ ci saranno i supplementari: se dovesse resistere il pari anche dopo i 120’, a passare sarà la squadra meglio classificata delle due sfide. Ovvero, Cittadella e Venezia.

IL MOMENTO

—  

Il Venezia ha chiuso la stagione con tre pareggi nelle ultime tre giornate: 2-2 in casa del Pisa, 0-0 contro il Pordenone e 1-1 proprio in casa del Cittadella. La formazione di Paolo Zanetti ha vinto solamente due partite nelle ultime otto giornate: l’11 aprile contro il Cosenza e il primo maggio contro il Chievo, entrambe in casa. I veronesi sono stati dunque l’ultima vittima del Venezia e ora tornano al Penzo per provare a raggiungere la semifinale: gli uomini di Aglietti hanno chiuso bene la stagione regolare, vincendo contro Entella e Ascoli nelle ultime due giornate.

I PRECEDENTI

—  

Per entrambe le squadre si tratta della seconda partecipazione ai playoff di Serie B. Il Venezia aveva partecipato nella stagione 2017/18, uscendo in semifinale contro il Palermo dopo aver superato il turno preliminare; il Chievo ci torna per il secondo anno consecutivo, dopo essere stato eliminato dallo Spezia in semifinale l’anno scorso. Tra le due formazioni si sono giocate quattordici partite in Serie B e il bilancio è quasi in perfetto equilibrio: cinque vittorie del Chievo, altrettanti pareggi e quattro successi del Venezia. In caso di vittoria della formazione di Zanetti, dunque, si raggiungerebbe l’equilibrio assoluto. Un dato interessante, che dimostra la differenza di gioco tra le due squadre, è quello relativo ai cross: il Venezia è la formazione che ne ha effettuati di più (733), il Chievo invece quella con la più bassa percentuale di cross riusciti (16%).

La Gazzetta dello Sport