Al “Ceravolo” i nerazzurri vengono sconfitti di misura dal Catanzaro. Decisiva la rete di Curiale nel cuore della ripresa

Quarto stop di fila per il Bisceglie Calcio, che non riesce a far punti al “Nicola Ceravolo”, venendo sconfitto per 1-0 dal Catanzaro nel trentaquattresimo turno di campionato.

Nel 3-4-1-2 iniziale c’è l’esordio da titolare per Gilli sull’esterno destro di centrocampo, partono dal 1’ anche Musso e Sartore.

Pronti-via ed il Bisceglie crea una buona occasione, con Makota che sguscia sulla destra e mette al centro per il taglio di Musso, il numero diciotto nerazzurro devia appena la sfera che si spegne non di molto sul fondo.

Biscegliesi che scattano meglio dai blocchi di partenza, poi con il passare dei minuti i calabresi provano a guadagnare metri, ma Priola e compagni tengono bene il campo.

Tre minuti oltre la mezz’ora azione prolungata del Bisceglie, Sartore dalla sinistra suggerisce sul movimento Musso, il cui colpo di testa sottomisura non sortisce gli effetti sperati.

Al 42’ è il Catanzaro a rendersi pericoloso con Carlini che serve Baldassin in area piccola, è provvidenziale l’intervento in anticipo di Priola per evitare guai peggiori, nell’ultima azione del primo tempo.

La ripresa si apre con il colpo di testa di Mansour che, servito da Giron, prova a piazzare sul secondo palo, l’estremo Di Gennaro si distende e devia in corner. Sul conseguente tiro dalla bandierina è Romizi a cercare la porta quasi dalla linea di fondo, ancora Di Gennaro smanaccia.

Poco prima del quarto d’ora mister Papagni risponde alle mosse di Calabro chiamando in causa Pedrini e Maimone in luogo di Musso e Romizi; al 16’ è ghiotta l’occasione per Makota che, servito da Sartore, arriva a tu per tu con Di Gennaro, ma subisce il ritorno della difesa di casa al momento del tiro.

Cinque minuti dopo sono i padroni di casa a sbloccare il punteggio: Vona mura la conclusione in area del neoentrato Jefferson, la sfera termina sui piedi dell’altro neoentrato Curiale che la piazza dove Spurio non può arrivare.

Mister Papagni inserisce forze fresche con gli ingressi di Cecconi, Rocco e Tazza, in luogo rispettivamente di Makota, Sartore ed Altobello.   

Al 33’, però, è ancora il Catanzaro a creare grattacapi, con Di Massimo che serve nello spazio Curiale, il tentativo di anticipo del numero sette giallorosso si stampa sul palo. 

Nel prosieguo del match i nerazzurri non riescono ad intaccare il vantaggio giallorosso, incassando il diciottesimo stop stagionale, restando fermi a quota 24 punti in graduatoria.

Il prossimo turno, in programma domenica 11 aprile, vedrà il Bisceglie di scena al “Ventura” nel derby contro la Virtus Francavilla.  

CATANZARO – BISCEGLIE: 1-0 (0-0 pt)

CATANZARO: Di Gennaro, Parlati (8’ st Corapi), Scognamillo, Pierno (40’ st Grillo), Evacuo (8’ st Curiale), Di Massimo, Gatti, Riccardi, Risolo (20’ st Jefferson), Baldassin, Carlini. A disp: Mittica, Branduani, Molinaro. All. Calabro.    

BISCEGLIE: Spurio, Giron, Priola, Vona, Mansour, Makota (25’ st Cecconi), Gilli, Musso (14’st Pedrini), Romizi (14’ st Maimone), Sartore (25’ st Rocco), Altobello (26’ st Tazza). A disp: Russo, De Marino, Ibrahim, Zagaria, Vitale, Goffredo, Hassan. All. Papagni.  

ARBITRO: Emanuele Frascaro (Firenze). ASSISTENTI: Francesco Perrelli (Isernia), Giuseppe Pellino (Frattamaggiore). IV UFFICIALE: Gianpiero Miele (Nola).  

MARCATORI: 21’ st Curiale (C)

AMMONITI: Scognamillo (C), Romizi (B), Parlati (C), Altobello (B), Musso (B), Pedrini (B), Maimone (B), Cecconi (B), Rocco (B).

 

Ufficio Stampa A.S. Bisceglie SRL