Un'azione della gara fra Unione Bisceglie e Terlizzi

Per il secondo anno consecutivo l’Unione Calcio Bisceglie parte con il numero zero impresso sulla propria classifica dopo la prima giornata. Stavolta a fare festa è stato il Terlizzi che ha sconfitto a sorpresa il team di Paolo De Francesco sul sintetico del “Francesco Di Liddo” ancora a porte chiuse.

Fra le fila azzurre Bufi in panchina per problema ad un braccio coperto da tutore e la coppia Triggiani-Albrizio non disponibile per l’occasione. Consueto 5-3-2 con le novità Quacquarelli, Colella e Gabbino dal primo minuto. Fra i rossoblu occhio alla cerniera offensiva Di Cosola e Ingedda. Out Stefanini partito dalla panchina.

Grande batti e ribatti a centrocampo nei primi venti minuti di gara con gli azzurri che hanno avuto un leggero dominio territoriali sui viaggianti. Tuttavia la prima occasione è stata di marca terlizzese con un pallonetto di Liberio; pericolo scampato da parte della retroguardia avversaria.

Il grande equilibrio in campo è stato interrotto solo alla mezz’ora con Leone che ha svirgolato un pallone dal limite dell’area biscegliese sollecitando solo i riflessi di Lullo; la palla è sfumata fuori.

Al trentacinquesimo bravissimo De Mango a scattare sul filo dell’offside bruciando Maselli rimasto a terra. Il portiere Savut ha preso il cuoio in uscita disperata accusando un colpo contro lo stesso numero undici locale che è stato ammonito.

Al quarantesimo ultima occasione del primo tempo con una punizione a lunga gittata su cui De Giosa e Altares hanno mancato l’aggancio decisivo.

Nella ripresa l’ingresso di Bufi per Mastropasqua ha determinato solidità difensiva e sostanza in fase di impostazione.

Al minuto cinquantacinque proprio dalla difesa è partito un filtrante di Quacqaurelli su cui De Mango si è involato venendo atterrato in piena area da Savut. L’arbitro aveva appena fischiato la posizione irregolare del numero undici di casa. Due minuti dopo corner per gli ospiti ed incornata di Caruso terminata alta sopra la traversa.

È il preludio al gol del Terlizzi sempre con Caruso sfuggito alla marcatura di De Giosa, colpevole a sua volta di un errato disimpegno: il numero dieci rossoblu ha trafitto Lullo di testa.

L’Unione ha provato a reagire con l’inzuccata dello stesso De Giosa al sessantacinquesimo incocciando male una punizione di Caprioli dalla sinistra.

De Francesco ha mescolato le carte in tavola con Quacquarelli più avanzato in fase propositiva sfruttando la propria velocità ed inserendo Quercia e De Pinto in luogo di Colella e Losacco.

Gol annullato al club di mister Anaclerio ad un quarto d’ora dal termine per chiara posizione irregolare di Di Cosola, autore dell’assist per l’accorrente Maselli.

Negli ultimi minuti i ragazzi cari al presidente Enzo Pedone hanno provato ad imbastire una manovra concreta in chiave offensiva venendo paralizzati ripetutamente dal blocco offensivo rivale, ben disposto in linea ed attento alle ripartenze dei padroni di casa.

In pieno recupero, a completamento di una giornata da dimenticare, il rosso per somma di ammonizioni rifilato a De Mango, reo di un fallo su ripartenza di Di Cosola.

UNIONE CALCIO BISCEGLIE–TERLIZZI 0-1

Unione Calcio Bisceglie: Lullo, Quacquarelli (dall’81° Binetti), Losacco (dal 70° De Pinto), Altares, Palumbo, De Giosa, Colella (dal 70° Quercia), Mastropasqua (dal 46° Bufi), Gabbino (dal 60° Papagni), Caprioli, De Mango. Allenatore: Paolo De Francesco A disposizione: Di Bari, Fata, Goffredo, Padalino.

Terlizzi: Savut, Maselli, Schirone, Stella, Bitetti, Leone, Liberio, Cormio (dal 74° Colella), Ingedda (dal 77° Stefanini), Caruso (dall’87° Sciancalepore) , Di Cosola. Allenatore: Michele Anaclerio. A disposizione: Amoruso, De Chirico, Belviso.

Arbitro: Niccolò Salomone di Barletta. Assistenti: Antonio Conte (Taranto), Leonardo Grimaldi (Bari).
Rete: 59° Caruso.
Note: gara a porte chiuse. Ammoniti De Giosa, Leone, Cormio. Espulso De Mango al 92°.