Derby in Veneto. Al Via del Mare Lecce-Salernitana

Venerdì 2 aprile ore 15

Cosenza-Ascoli (Diretta Dazn e Sky Dazn 1)

In Calabria i confronti ufficiali fra le due squadre sono 10: 3 le vittorie dei padroni di casa (ultima 1-0 nella serie B 2002/03), 5 pareggi (ultimo 0-0 nella serie B 2018/19) e 2 affermazioni marchigiane (ultima 1-0 nella serie B della passata stagione). Cosenza senza gol al San Vito-Marulla contro i bianconeri da 219’: ultimo centro firmato Oshadogan al 51’ di Cosenza-Ascoli 1-0, serie B, 19 ottobre 2002; da allora si contano i residui 39’ di quel match e i due interi seguenti, 0-0 nella serie B 2018/19 e 0-1 tra i cadetti, l’anno scorso.

Cosenza senza vittorie da 5 giornate: ultima datata 27 febbraio scorso, la sua unica in casa nel 2020/21, 1-0 a spese del ChievoVerona. Poi 3 pareggi e 2 sconfitte.

Match importante per la zona salvezza: Cosenza a 29 punti e Ascoli a 28 (terzultimo). La squadra di Occhiuzzi, con 1 vittoria in casa, è la formazione che ha ottenuto meno successi tra le mura amiche, con 10 reti segnate. L’Ascoli, invece, dopo la Virtus Entella con 1, è quella ad averne ottenuti meno in trasferta (2).

Ascoli squadra più in forma tra le ultime 6 della classifica della B 2020/21 dopo 30 giornate, avendo ottenuto ben 14 punti su 28 (esattamente il 50%) nel girone di ritorno, 22 punti in 16 giornate con la guida tecnica di Andrea Sottil (media 1,37 a partita). I marchigiani sono reduci da 1 successo e 3 pareggi nelle ultime 4 giornate, con ultima sconfitta risalente al 2 marzo scorso, 0-2 al Del Duca contro il Pisa.

Primo confronto tecnico ufficiale tra Roberto Occhiuzzi e Andrea Sottil.

Diffidati: Ingrosso, Legittimo (Cosenza).

Squalificati: Dionisi (Ascoli).

Ore 17
Frosinone-Reggiana (Diretta Dazn)

Primo incrocio ufficiale tra le due squadre in Ciociaria.

Frosinone squadra cadetta 2020/21 più distratta prima della pausa: 11 le reti subite dai giallazzurri tra 31’ e 45’ di gioco, inclusi recuperi.

Ciociari senza gol da 274’: ultimo firmato da Szyminski al 86’ del match vinto 2-1 a Cosenza il 6 marzo scorso; da allora si contano i residui 6’ del San Vito-Marulla e le 3 intere gare successive contro Brescia (0-1 in casa), ChievoVerona (0-0 esterno) e Lecce (0-3 allo Stirpe).

Frosinone formazione cadetta 2020/21 che fa meno sostituzioni: 114 effettuate su 150 a disposizione dopo 30 giornate. La Reggiana è invece prima in questa classifica, a quota 143.

Frosinone con il secondo peggior attacco casalingo del torneo, insieme all’Ascoli, con 11 reti messe a segno (peggio ha fatto solo il Cosenza con 10). I ciociari hanno ottenuto 15 punti fra le mura amiche a fronte di 23 in trasferta. La Reggiana, in trasferta, è la più battuta (11 sconfitte) e la più trafitta (29 gol subiti).

Reggiana squadra che pareggia di meno (5 volte), che perde di più (17 partite, come Pescara e Virtus Entella), che ha la difesa più “bucata” (47 reti al passivo, come anche in questo caso Pescara e Virtus Entella) dopo 30 turni della Serie BKT 2020/21.

Reggiana senza vittorie da 6 turni: ultima datata 20 febbraio scorso, 3-0 a Cittadella; da allora score granata di 2 pareggi e 4 sconfitte. In trasferta emiliani senza gol da 250’, ultimo firmato Libutti al 20’ del match perso 1-2 a Venezia lo scorso 1 marzo, da cui si contano i residui 70’ del Penzo e le partite perse a Cremona (0-3) e Monza (0-2).

Confronto ufficiale inedito tra Fabio Grosso e Massimiliano Alvini. Fabio Grosso torna in pista da allenatore: la sua ultima esperienza è dell’anno scorso, 3 partite alla guida del Brescia in Serie A nel mese di novembre 2019: bilancio di 3 sconfitte. In B l’ultima esperienza è stata all’Hellas Verona nel 2018/19, dove venne esonerato l’1 maggio 2019 a seguito del k.o. interno contro il Livorno, 2-3. Il suo posto venne preso da Alfredo Aglietti, che condusse alla promozione in A gli scaligeri.

Diffidati: Ciano, Salvi, Vitale (Frosinone); Costa, Laribi, Mazzocchi, Muratore, Pezzella (Reggiana).

Squalificati:

Ore 18
Pescara-Pisa (Diretta Dazn)

Diciassette i precedenti ufficiali in Abruzzo tra le due squadre: 8 i successi biancazzurri (ultimo 3-0 nella serie B dello scorso anno), 6 i pareggi (ultimo 1-1 nella serie B 1991/92) e 3 vittorie toscane (ultima 4-1 nella serie B 1989/90). Pisa senza reti all’Adriatico-Cornacchia da 239’: ultima rete siglata da Ferrante al 31’ di Pescara-Pisa 1-1 nella Serie B, l’1 marzo 1992; ai 59’ residui di quel match si aggiungono, entrambe in serie cadetta, le vittorie biancazzurre per 1-0 della stagione 1993/94 e il 3-0 della passata stagione.

Il Pescara è l’unica formazione cadetta 2020/21, dopo 30 giornate, che ha segnato solo con titolari e mai con subentranti.

Pescara senza vittorie in casa nel 2021: ultima datata 19 dicembre 2020, 3-2 sul Monza; da allora 8 incontri all’Adriatico-Cornacchia, con score di 3 pareggi e 5 sconfitte.

Biancazzurri e nerazzurri due delle 3 difese più bucate nei primi 15’ di gara alla 30° giornata della B 2020/21: 8 le reti incassate dal 1’ al 15’, come il Lecce.

Pisa a quota 40, distante 4 punti dal primo posto disponibile per la zona playoff, occupato dal ChievoVerona con 44 e con la partita in casa del Pordenone da recuperare. In trasferta, però, è la seconda peggior difesa con 26 gol al passivo (peggio solo la Reggiana con 29).

Terzo incrocio tecnico ufficiale tra Gianluca Grassadonia e Luca D’Angelo: a bilancio solo vittorie per l’attuale allenatore biancazzurro.

Diffidati: Dessena, Scognamiglio (Pescara); Birindelli (Pisa).

Squalificati:

Ore 19

Brescia-Pordenone (Diretta Dazn)

Prima sfida ufficiale al Rigamonti tra le due formazioni.

Brescia a porta chiusa in casa da 211’: ultimo gol subito da Ciofani al 59’ di Brescia-Cremonese 1-2 del 20 febbraio scorso, cui fanno seguito i residui 31’ del derby lombardo e le due intere successive, vinte dalle “rondinelle” su Cosenza (2-0) e Reggina (1-0).

Brescia scatenato prima della pausa: 10 reti segnate dalle “rondinelle” dal 31’ al 45’ di gioco, recuperi inclusi, primato della B 2020/21 condiviso con il Venezia e con l’Empoli

Brescia unica squadra della Serie BKT 2020/21 a non aver mai terminato una partita a reti bianche.

Lombardi con il terzo miglior attacco casalingo del torneo, grazie ai 24 gol messi a segno (meglio solo Empoli con 26 e Lecce con 30). Friulani, invece, con la miglior retroguardia lontano da casa, per merito delle sole 13 reti subite.

Il Pordenone è una delle 3 squadre della B 2020/21 che segna con meno giocatori: 10 in 30 giornate, come Salernitana e Virtus Entella.

Da 439’ Pordenone a secco: ultima rete firmata Ciurria al 11’ di Pordenone-Ascoli 1-1 del 27 febbraio scorso, da cui si contano i residui 79’ contro i marchigiani e le intere partite a casa di Chievo (0-3) e Monza (0-2), in casa contro il Pescara (0-0) e ad Empoli (0-1). I “ramarri” hanno segnato un solo gol nelle ultime 7 giornate di campionato.

Confronto tecnico ufficiale inedito tra Pep Clotet (1,89 la media punti a partita del Brescia dal suo approdo sulla panchina delle “rondinelle”, 17 punti in 9 incontri) e Attilio Tesser.

Diffidati: Papetti (Brescia); Calo, Musiolik (Pordenone).

Squalificati: Chancellor (Brescia).

ChievoVerona-SPAL (Diretta Dazn e Sky Dazn 1)

Sono 4 i precedenti ufficiali disputati in Veneto fra le due squadre: si contano 3 vittorie dei padroni di casa (ultima 2-1, nella serie A 2017/18) e 1 successo emiliano (4-0 nella Serie A 2018/19), senza pareggi.

Chievo reduce da 2 punti nelle ultime 4 giornate; ultima affermazione scaligera datata 2 marzo scorso, 3-0 al Bentegodi sul Pordenone; questa è, per altro, l’unica vittoria della formazione di Aglietti nelle ultime 8 giornate di campionato, con restante bilancio, nel mezzo, di 2 pareggi e 5 sconfitte.

Mattia Valoti, 8 reti, è il capocannoniere della Spal 2020/21: il giocatore biancazzurro ha battuto il suo primato di marcature stagionali, che era di 7 centri all’AlbinoLeffe nel 2013/14 in Lega Pro.

Sesto incrocio tecnico ufficiale tra Alfredo Aglietti e Massimo Rastelli: a bilancio 4 vittorie per il tecnico gialloblu e 1 pareggio.

Diffidati: De Luca (ChievoVerona); Esposito Sal., Sala, Sernicola, Tomovic, Vicari (Spal).

Squalificati:

Lecce-Salernitana (Diretta Dazn e LiveNow)

Trentaduesimo confronto ufficiale al Via del Mare tra le due squadre: a bilancio 18 vittorie giallorosse (ultima 4-0 nella Coppa Italia 2019/20), 6 pareggi (ultimo 2-2 nella Serie B 2018/19) e 7 successi granata (ultimo 1-0 nella Serie C 2014/15).

Il Lecce è, insieme all’Empoli, la squadra della Serie BKT 2020/21 che ha guadagnato nelle riprese il maggior numero di punti rispetto al 45’: +12.

Massimo Coda, capocannoniere del campionato a quota 20 reti stagionali (-1 dal suo record personale di 21 col Benevento 2018/19 in B), è il più decisivo della Serie BKT 2020/21, sia in senso assoluto che relativo: 23 i punti portati alla propria squadra su 52 totali, pari al 44,2% del totale per la formazione di Corini.

Lecce distratto, come Pescara e Pisa, nel primo quarto d’ora di gioco: 8 reti subite. I salentini si riscattano all’uscita dall’intervallo grazie al record stagionale di 13 gol fatti, dal 46’ al 60’.

Lecce in serie positiva da 9 giornate (6 vittorie – di cui 4 nelle ultime 4 partite disputate, dove Coda ha sempre firmato una doppietta – e 3 pareggi) e con unica sconfitta nelle ultime 16 partite l’1-2 subito dall’Ascoli il 5 febbraio scorso, al Via del Mare; restante bilancio di 8 successi salentini e 7 pareggi.

Salernitana una delle 3 compagini cadette 2020/21 che segnano con meno giocatori: 10, gli stessi di Virtus Entella e Pordenone. Tra i 10 marcatori granata spicca Gennaro Tutino, a quota 10, prima volta per lui in doppia cifra nel professionismo.

Un punto di differenza tra le due squadre, che lottano per ottenere la promozione diretta. I padroni di casa si trovano, dopo 30 giornate della B 2020/21, con il miglior attacco (58 reti segnate), mentre gli ospiti vantano la terza miglior difesa grazie a 27 gol subiti, meglio solo il Monza con 26 e l’Empoli con 24.

Salernitana imbattuta da 12 giornate: 4 vittorie e 8 pareggi lo score granata, con ultimo k.o. lo 0-5 ad Empoli del 17 gennaio scorso. La porta campana è blindata addirittura da 637’, con ultima rete firmata Giacomelli al 83’ di Salernitana-Vicenza 1-1 del 13 febbraio scorso, poi si contano i residui 3’ di quella partita e le intere contro Ascoli (2-0 esterno), Reggiana e Spal (doppio 0-0, a Reggio Emilia e all’Arechi), a Cremona (1-0), in casa contro il Cosenza (0-0), a Cittadella (ancora 0-0) e in casa contro il Brescia (1-0).

Eugenio Corini mai sconfitto, da tecnico, contro Fabrizio Castori: 4 incroci, di cui 1 vittoria del coach salentino e 3 pareggiati.

Diffidati: Calderoni, Coda, Henderson, Majer, Nikolov (Lecce); Aya, Coulibaly, Djuric, Jaroszynski, Kiyine, Tutino (Salernitana).

Squalificati:

Venezia-Reggina (Diretta Dazn e Rai Sport)

Sei i precedenti ufficiali al Penzo tra le due squadre: 5 volte vittorioso il Venezia (ultima il 2-0 nella Serie A 1999/00) e 1 sola affermazione calabrese (3-2 nella Serie B 1967/68). Reggina a secco in Laguna dall’unica volta in cui si è imposta al Penzo: ultimo gol siglato da Toschi al 78’ della sfida Venezia-Reggina 2-3 del 31 dicembre 1967. Da quel momento si contano i restanti 12’ di quel match e i 360’ delle 4 partite successive (doppio 1-0 lagunare nella B 1995/96 e 1996/97, 4-0 nella B 1997/98 e 2-0 nella A 1999/00), pari a 372’ complessivi.

Mattia Aramu, 22 uscite anzitempo in 30 giornate, risulta il giocatore sostituito più volte nella B 2020/21.

Venezia scatenato prima della pausa: 10 i gol arancioneroverdi firmati tra 31’ e 45’ di gioco, parimerito col Brescia e con l’Empoli, record della B 2020/21 alla 30° giornata.

La Reggina, assieme alla Virtus Entella, è una delle due formazioni cadette 2020/21 che perdono nelle riprese il maggior numero di punti rispetto ai risultati del 45’: -11. Non a caso è proprio la squadra calabrese quella che incassa più reti nei 15’ finali di gara, 12 dal 76’ al 90’, inclusi recuperi.

Reggina senza reti esterne da 203’: ultima firmata Forolunsho al 67’ della gara vinta 4-1 a Ferrara lo scorso 27 febbraio, da cui si contano i restanti 21’ di quel match e le intere a Pisa (0-0) e Brescia (0-1).

Primo incrocio tecnico ufficiale tra Paolo Zanetti e Marco Baroni (27 punti nelle 18 giornate sulla panchina amaranto, finora, 1,50 in media a partita ).

Diffidati: Di Mariano, Esposito Seb., Modolo (Venezia); Del Prato, Forolunsho, Montalto, Rivas, Rossi (Reggina).

Squalificati: Mazzocchi (Venezia).

L.R. Vicenza-Cittadella (Diretta Dazn)

Sono 8 i confronti ufficiali del derby veneto al Menti: bilancio di 3 vittorie della squadra di casa (ultima 2-0 nella serie B 2016/17), 2 pareggi (ultimo 1-1 nella serie B 2014/15) e 3 successi ospiti (ultimo 2-1 nella serie B 2012/13). In casa, Vicenza a segno da 5 partite consecutive contro il Cittadella (6 marcature totali); ultimo stop nella gara cadetta persa 0-2, il 26 febbraio 2010.

Nuova giovinezza, alle soglie dei 36 anni di età, per Riccardo Meggiorini: l’attaccante del Vicenza per la terza volta in carriera raggiunge la doppia cifra (11 reti) e ci riesce dopo ben 12 anni dall’exploit di Cittadella nella serie B 2008/09, quando chiuse a 18. L’altro anno in doppia cifra – si fermò a 14 centri – è sempre stato con i granata veneti nel 2007/08 in Lega Pro.

Una sola sconfitta biancorossa nelle ultime 8 giornate, 0-2 al Menti contro la capolista Empoli lo scorso 13 marzo; nel mezzo 3 successi e 4 pareggi.

Il Cittadella è la cooperativa del gol nella B 2020/21 dopo 30 giornate: 18 marcatori diversi per i granata veneti. Segue il Vicenza a quota 16 (insieme al Lecce).

Marco Rosafio, 22 ingressi a partita in corso in 30 giornate, è il re dei subentranti nella B 2020/21.

Cittadella a secco da 240’: ultima rete firmata Proia al 30’ del match vinto 2-0 sul Pisa al Tombolato lo scorso 12 marzo; da allora si contano i residui 60’ contro i toscani e le intere gare contro Salernitana (0-0 in casa) e a Ferrara (0-1 dalla Spal).

Nel Cittadella stagione finora da incorniciare per Mario Gargiulo (7 reti, prima di quest’anno 5 gol totali nella sua carriera professionistica), capocannoniere granata finora, ma anche per Federico Proia (6 centri ed 11 punti portati grazie alle sue marcature decisive, eguagliato il suo record personale come a Bassano in C nel 2017/18 e Cittadella in B l’anno scorso).

Tra Domenico Di Carlo e Roberto Venturato 6 precedenti tecnici ufficiali: perfetto equilibrio nel bilancio, con 2 vittorie per parte e 2 pareggi.

Diffidati: Barlocco, Bruscagin, Giacomelli, Jallow, Longo, Meggiorini, Padella, Vandeputte (L.R. Vicenza); Benedetti, Branca, Gargiulo, Rosafio (Cittadella).

Squalificati:

Virtus Entella-Monza (Diretta Dazn)

Un solo precedente ufficiale a Chiavari tra le due formazioni: pareggio per 2-2 nella Serie C 1966/67.

La Virtus Entella, assieme alla Reggina, è una delle due formazioni cadette 2020/21 che perdono nelle riprese il maggior numero di punti rispetto ai risultati del 45’: -11

L’Entella ha subito 19 dei suoi 46 gol incassati nella B 2020/21 nei primi 15’ della ripresa, dove è la squadra più distratta del torneo.

Entella senza successi da 11 giornate: ultima vittoria datata 16 gennaio scorso, 2-1 in casa sul Pisa, poi 4 pareggi e 7 sconfitte. I liguri non segnano da 456’ (ultima rete firmata Pellizzer al 84’ di Virtus Entella-Brescia 1-1 del 27 febbraio scorso, da cui si sommano i residui 6’ di quella partita e le intere finite 0-0 a Lecce, in casa contro l’Ascoli, a Ferrara, lo 0-2 casalingo subito dalla Cremonese e lo 0-1 a Empoli).

Liguri con la peggior difesa del torneo cadetto 2020/21: 47 gol subiti (come Pescara e Reggiana). Brianzoli con la seconda retroguardia meno battuta: 26 reti al passivo, meglio a 24 solo l’Empoli.

Due sole vittorie biancorosse nelle ultime 6 giornate, con residuo bilancio di 2 pareggi e 2 sconfitte.

Terzo incrocio tecnico ufficiale tra Vincenzo Vivarini e Cristian Brocchi: a bilancio 1 pareggio e 1 vittoria del tecnico dei brianzoli.

Diffidati: Chiosa, Coppolaro, Pavic, Settembrini (Virtus Entella); Boateng, D’Alessandro (Monza).

Squalificati: Armellino (Monza).

Precedenti segnalati da Football Data.

Foto LaPresse.

Fonte: LEGA BTK – legab.it