DOMENICA D’ORO PER IL BITONTO. 3-1 AL BRINDISI E PLOTONE PLAYOFF ORA AD UN PASSO – U.S. Bitonto Calcio

Basta un tempo agli uomini di Loseto per liquidare la pratica messapica e ri-pedinare la concorrenza, in frenata collettiva. Decidono Palazzo (2) e Piarulli.

Ventottesimo turno decisamente pro-Bitonto, nel girone H della Serie D 2020-2021. Pareggiano tutte, dalla Fidelis Andria al Lavello, passando per Altamura-Nardò 1-1 ed un Casarano uscito sconfitto pesantemente dal “Monterisi” di Cerignola. E allora, i neroverdi non si fanno pregare, chiudono in vantaggio per 3 a 1 la prima frazione di gioco contro il pericolante Brindisi e conducono in porto (in dieci uomini) una vittoria di capitale importanza nella corsa playoff.

La cronaca della partita.

Bitonto in emergenza difensiva, quest’oggi, con l’intera retroguardia over fuori causa tra infortuni (Nocerino, Petta, l’adattabile Capece, più i lungodegenti Sirri-Dicecco) e il turno di squalifica comminato a Danilo Colella. Mister Loseto s’inventa così una difesa a quattro del tutto inedita con Biason e Milani centrali, Silvio Colella-Di Modugno sulle corsie esterne; dietro di loro, confermato Zinfollino tra i pali. Centrocampo con Mariani, Montinaro play e Piarulli; tridente d’attacco temibilissimo composto da Triarico, Lattanzio e Palazzo. Dunque, ben sei under dal primo minuto, per i neroverdi (del 2000, 2001 e 2002 equamente distribuiti), d’altronde sono ancora fermi ai box anche i vari Figliola, Palmisano e Genchi. Recuperato per la panchina Taurino, non in perfette condizioni fisiche, infatti vi resterà seduto tutto il pomeriggio al fine di evitare inutili rischi.

Prima partita sulla panchina brindisina per Michele Cazzarò, subentrato a mister De Luca dopo l’ultima sconfitta interna subita dai messapici per mano del Francavilla, molto pesante in chiave salvezza. Il nuovo tecnico deve fare a meno di Panebianco (squalificato), Sicignano, Bottari e Balestracci, così decide di affidarsi a Pizzolato in porta, Nives, Dario, Suhs e Boccadamo per la difesa; Gori unico elemento di raccordo con la trequarti occupata da Palumbo, Merito, Botta e Calemme. Il gigante Evacuo centravanti.

Possesso palla Bitonto nelle prime battute di gioco, ma per assistere ad una situazione di gioco degna di nota bisogna aspettare il 12’ e spiccioli, vale a dire il vantaggio bitontino griffato da Loris Palazzo, che stappa fragorosamente il match del “Città degli Ulivi”. L’ex di giornata per eccellenza appoggia facile facile a porta vuota sul secondo palo, dopo tiro-assist di Lattanzio imbeccato con invitante corridoio in area da Triarico. Azione fantastica avviata da un Montinaro magico che intercetta e conduce palla (la accarezza, meglio), dal limite della sua area fino a metà campo, con tecnica e andatura accademiche, prima di lanciare d’esterno collo Triarico sulla fascia destra.

Poco più di un giro di lancette e il Brindisi già pareggia con capitan Merito, lesto ad anticipare Di Modugno e Zinfollino nell’area piccola, su assistenza di Calemme dalla sinistra. Equilibrio immediatamente ripristinato, ma Piarulli non è affatto d’accordo…

Minuto 21: ancora Lattanzio nelle vesti di assistman (abito che gli è sempre calzato a pennello in neroverde) per il primo gol personale in stagione del 2001 andriese, bravo a calciare di sinistro andando incontro alla palla, dopo un “rimorchio” degno del Piarulli ammirato nei due campionati precedenti disputati a Bitonto. Diagonale rasoterra con giro ad uscire solo toccato da Pizzolato, che nulla può per evitare il nuovo vantaggio del Leoncello.

32’: Palazzo e Montinaro si fanno murare dai difensori ospiti a pochi centimetri dalla fatidica linea di porta. Lattanzio, sempre sugli sviluppi della stessa azione, calcia alto.

Palazzo-bis e Bitonto-ter al 37’. Montinaro dipinge un’altra traccia verticale spaziale con il suo piedino destro dalla sensibilità di una mano artistica, il n.9 di casa ringrazia e perfora da due passi l’incolpevole Pizzolato. 3-1 e meno una rete dalla doppia cifra individuale, per l’attaccante bitontino.

41’: fuori per infortunio Silvio Colella, dentro Nannola.

Le ultime due emozioni prima del duplice fischio del direttore di gara portano la firma di Lattanzio (colpo di testa alto) e dello stesso Sig. Sicurello della sezione di Seregno, il quale non considera da rigore un braccio – o mento, chissà – in area, su traversone dello scatenato Palazzo di giornata. Proteste rumorose dei locali e tutti negli spogliatoi dopo due minuti di recupero.

Secondo tempo.

La ripresa si apre senza cambi, delle “V azzurre” subito vogliose e propositive, con un paio di ambiziosi tiri da fuori, e i leoncelli pericolosi sulle ripartenze inevitabili concesse loro dagli uomini di Cazzarò.

19’: Palazzo per pochi centimetri non cala il tris personale, poker di squadra, dopo delizioso pallonetto “alla Totti” dal limite dell’area, su illuminazione di Piarulli. Quattro minuti più tardi, fuori proprio il man of the match Palazzo per Esposito.

29’: Bitonto giustamente in dieci. Fallo da ultimo uomo di Milani su Forbes lanciato a rete in solitaria; difesa locale un tantino distratta nell’occasione, s’immola per tutti il difensore romano, nessun brivido da segnalare sulla susseguente punizione telefonata bloccata da Zinfollino e mister Loseto costretto a piazzare il terzino Di Modugno al fianco di Biason con il jolly Triarico abbassato sulla linea di difesa (modulo emergenziale 4-3-2 che diventerà poi 5-3-1 nell’ultimo scorcio di gara).

40’: esordio assoluto tra i “grandi” per il sedicenne bitontino Pasquale Rapio, difensore proveniente direttamente dalla Juniores di mister Caricola. Finisce così al “Città degli Ulivi”, 3-1 per il Bitonto Calcio che manda in archivio una domenica d’oro per lo Sport locale, visto pure il trionfo delle leoncelle indomite della Polisportiva Futsal nella Final Eight di Coppa Italia di A2, in quel di Porto San Giorgio. Tutto nel segno e nella voce dell’angelo neroverde, Ciccio Marrone…

Sei finali a perdifiato attendono ora la truppa di Valeriano Loseto, contro Puteolana, Casarano e Nardò in trasferta, Aversa, Gravina, Fasano in casa. Vietatissimo abbassare la guardia.

28^ GIORNATA CAMPIONATO SERIE D – GIRONE H

BITONTO – BRINDISI 3 – 1

Reti: 12’ pt Palazzo, 14’ pt Merito, 21’ pt Piarulli, 37’ pt Palazzo

BITONTO: Zinfollino, Colella S. (41’ pt Nannola), Di Modugno, Milani, Montinaro, Biason, Triarico, Mariani (40’ st Rapio), Palazzo (23’ st Esposito), Lattanzio (C) (42’ st Passaro), Piarulli (45’ st Zaccaria).

A disp.: De Lucia, Tarantino, Tedesco, Taurino. All. Loseto

BRINDISI: Pizzolato, Nives, Dario, Merito (C), Gori (21’ st Forbes), Palumbo, Boccadamo, Botta (15’ st Sibilla), Calemme, Suhs, Evacuo.

A disp.: Lacirignola, Monteleone, Taveri, Diop, Laneve, Rotulo, Ingredda. All. Cazzarò

Arbitro: Sicurello (Seregno). Assistenti: Paradiso (Lamezia Terme) e Spoletini (Rieti).

Ammoniti: Di Modugno (Bi), Dario, Botta, Sibilla (Br).

Note: espulso Milani al 29’ st per fallo da ultimo uomo su Forbes.

Note: Minuti di recupero 2 pt – 4 st.