E’ il Lecce l’anti Empoli

Pordenone – Virtus Entella (lunedì 5, ore 12.30)

In Friuli esistono 2 precedenti ufficiali: a bilancio 1 successo neroverde (2-0 nella serie B della passata stagione) ed 1 pareggio (2-2 nella serie C 1960/61).

Due punti nelle ultime 8 giornate per il Pordenone (e 6 sconfitte): i friulani non vincono dal 3-1 di Ferrara del 17 febbraio scorso. In casa neroverdi senza successi dal 16 gennaio, 2-0 sul Venezia.

Pordenone la compagine cadetta 2020/21 che ha subito meno rigori dopo 31 turni: 1, ma anche leader per espulsioni a favore: 9 in 31 giornate.

Pur con una partita da recuperare (in casa contro il Pisa), Pordenone in affanno nel girone di ritorno, con soli 6 punti nel carniere. La formazione friulana sta pagando a carissimo prezzo la cessione di Davide Diaw (10 reti e 13 punti grazie alle sue reti decisive, “pesando” ancor oggi per il 38,2% dei punti finora collezionati dai neroverdi friulani).

Il Pordenone e la Virtus Entella sono due delle 3 squadre della Lega B 2020/21 che segnano con meno giocatori: 10 in 31 giornate, come la Salernitana.

La Virtus Entella è la formazione cadetta 2020/21 che perde nelle riprese il maggior numero di punti rispetto ai risultati del 45’: -11.

Entella senza reti esterne da 331’: ultima rete firmata Schenetti al 29’ del match perso 2-3 a Venezia lo scorso 20 febbraio, cui fanno seguito i residui 61’ al “Penzo” e le intere gare a casa di Lecce e Spal (doppio 0-0) e ad Empoli (0-1).

L’Entella ha subito ben 19 dei suoi 47 gol nella Lega B 2020/21 nei primi 15’ della ripresa, dove è decisamente la squadra più distratta del torneo.

Entella senza successi da 12 giornate: ultima vittoria datata 16 gennaio scorso, 2-1 in casa sul Pisa, poi 5 pareggi e 7 sconfitte.

Tra Maurizio Domizzi e Vincenzo Vivarini primo confronto tecnico ufficiale. L’ex difensore, tra gli altri, di Sampdoria, Napoli ed Udinese, è oggi al debutto da allenatore professionista.

Vincenzo Vivarini ha in aprile il proprio mese migliore: bilancio di 17 vittorie, 6 pareggi e 11 sconfitte in 34 partite disputate, le sue formazioni viaggiano ad una media di 1,67 punti-partita, la stessa di settembre.

Ascoli – L.R. Vicenza (lunedì 5, ore 15.00)

Sono 18 i precedenti in casa Ascoli tra le due formazioni: 8 vittorie bianconeri (ultima 2-0, nella B 2016/17), 7 pareggi (ultimo 0-0, nella Serie B 2012/13) e 3 successi veneti (ultimo 2-1, nella Serie B 2015/16).

Ascoli senza vittorie in casa dal 30 gennaio scorso, 2-1 sul Brescia; nei 5 incontri seguenti disputati al “Del Duca” bianconeri reduci da 3 pareggi e 2 sconfitte.

Una sola sconfitta biancorossa nelle ultime 9 giornate, 0-2 al “Menti” contro la capolista Empoli lo scorso 13 marzo; nel mezzo 4 successi ed altrettanti pareggi. In trasferta biancorossi reduci da 9 punti nelle ultime 5 partite (2 vinte e 3 pareggiate), con ultimo k.o. esterno datato 23 gennaio, 1-2 a casa della Reggiana.

Vicenza a porta chiusa da 262’: ultima rete subita da Gliozzi al 8’ di Cosenza-Vicenza 1-1 del 16 marzo scorso, cui si sommano i residui 82’ in Calabria e le due vittorie interne per 1-0, su Pescara e Cittadella.

L.R. Vicenza formazione con meno rigori calciati nella Lega B 2020/21 dopo 31 giornate (2, come Frosinone, Cremonese, e Reggiana) e con meno espulsioni comminate a favore (2, come Empoli e Pisa). L’Ascoli, invece, è la formazione più “nervosa” della cadetteria alla 31° giornata (9 rossi “subiti” dai marchigiani).

Primo confronto tecnico ufficiale tra Andrea Sottil e Domenico Di Carlo.

Cittadella – Reggina (lunedì 5, ore 15.00)

Settimo incrocio ufficiale in veneto fra le due formazioni: a bilancio 2 vittorie venete (ultima 3-2, nella Serie B 2011/12), 1 pareggio (0-0 nella Serie B 2013/14) e 3 successi calabresi (ultimo 2-1 nella serie B 2012/13).

Il Cittadella è la cooperativa del gol nella Lega B 2020/21 dopo 31 giornate: 18 marcatori diversi per i granata veneti.

Cittadella a secco da 330’: ultima rete firmata Proia al 30’ del match vinto 2-0 sul Pisa al “Tombolato” lo scorso 12 marzo; da allora si contano i residui 60’ contro i toscani e le intere gare contro Salernitana (0-0 in casa), a Ferrara (0-1 dalla Spal) ed a Vicenza (0-1).

Tre i precedenti tecnici ufficiali tra Roberto Venturato e Marco Baroni: 2 le vittorie per il mister di casa e 1 per l’allenatore ospite, senza pareggi.

Cosenza – Cremonese (lunedì 5, ore 15.00)

Sono 7 i confronti ufficiali tra le due squadre a Cosenza, tutti in serie B: 5 vittorie rossoblu (ultima 2-0 nella B 2019/20) e 2 successi grigiorossi (entrambe per 1-0, ultima nella B 1992/93), senza pareggi. Cremonese senza gol al “San Vito-Marulla” da 296’; ultimo firmato da Mirabelli al 64’ nel 2-1 calabrese del 20 aprile 1997, cui fanno seguito i residui 26’ di quel match e i 3 interi successivi, chiusi sempre con le vittorie dei rossoblu di casa per 2-0, nella B 1998/99, 2018/19 e dell’anno scorso.

Cosenza reduce da 4 risultati utili consecutivi, 1 vittoria e 3 pareggi. I rossoblu calabresi non perdono dal 6 marzo scorso, quando il Frosinone sbancò 2-1 il “San Vito-Marulla”.

Rigori opposti in Cosenza-Cremonese: la squadra cadetta 2020/21 che ne ha subiti di più dopo 31 giornate (10 i rossoblu calabresi) contro quella che ne ha calciati di meno (Cremonese – 2 – come Vicenza, Frosinone e Reggiana).

Cremonese scatenata in avvio dei due tempi: 9 reti firmate dai grigiorossi dal 1’ al 15’ di gioco (record in solitario della Lega B 2020/21 alla 31° giornata), 10 tra 46’ e 60’: di fatto 19 dei 35 gol firmati dalla formazione lombarda sono pervenuti ad inizio dei due tempi, pari al 54,3% del dato complessivo.

Cremonese a porta chiusa da 346’: ultima rete subita da Djuric al 14’ del match perso 0-1 in casa lo scorso 6 marzo, da cui si sommano i residui 76’ contro i campani e le 3 intere seguenti, vinte dai lombardi su Reggiana (3-0 in casa) ed Entella (2-0 a Chiavari) e pareggiata ad Ascoli (0-0).

Primo confronto tecnico ufficiale tra Roberto Occhiuzzi e Fabio Pecchia.

Aprile mese “in salita” per le formazioni di Pecchia: 1,07 la media punti-partita, frutto di un bilancio composto da 4 vittorie, 2 pareggi e 7 sconfitte in 13 incontri disputati.

Monza – Pescara (lunedì 5, ore 15.00)

Sono 13 gli incroci ufficiali in Brianza tra le due squadre: a bilancio 4 vittorie biancorosse (ultima 1-0, nella Serie B 2000/01), 8 pareggi (ultimo 0-0, nella serie B 1999/00) e 1 successo abruzzese (2-0, nella Serie B 1998/99). Pescara senza reti a Monza da 207’: ultima firmata Luiso al 63’ di Monza-Pescara 0-2 del 18 aprile 1999 (serie B), da cui si sommano i residui 27’ di quella gara e le intere chiuse sullo 0-0 (B 1999/00) ed 1-0 per i padroni di casa (B 2000/01).

Flessione-Monza: 2 vittorie biancorosse nelle ultime 7 giornate (con anche 3 pareggi e 2 sconfitte). I brianzoli sono reduci da una media punti-partita di 1,28, non certo da promozione diretta.

Pescara formazione fragile nei primi 15’ di gara: 8 reti subite dagli abruzzesi nel primo quarto d’ora di partita, primato della Lega B 2020/21 condiviso con Pisa e Lecce, alla 31° giornata.

Confronto tecnico ufficiale inedito tra Cristian Brocchi e Gianluca Grassadonia.

Aprile mese “top” per le squadre guidate da Grassadonia: con un bilancio di 13 successi, 7 pareggi e 9 sconfitte in 29 partite disputate, il mister biancazzurro viaggia ad una media punti-partita di 1,58.

Pisa – Lecce (lunedì 5, ore 15.00)

Diciottesimo confronto ufficiale in Toscana tra le due formazioni: a bilancio 11 successi nerazzurri (ultimo 1-0 nella I Divisione 2013/14), 4 pareggi (ultimo 1-1, nella Serie B 2007/08) e 2 vittorie giallorosse (ultima 1-0 nei play-off di Serie B 2007/08).

Pisa imbattuto in casa da 12 incontri consecutivi, di cui 5 vinti e 7 pareggiati. Ultimo k.o. interno nerazzurro 1-4 contro il Cittadella, lo scorso 28 novembre. Sempre in casa, porta toscana blindata da 238’: ultima rete subita da Meggiorini al 32’ di Pisa-Vicenza 2-2 dello scorso 27 febbraio, cui fanno seguito i restanti 58’ di quel match e i due interi seguenti, contro Reggina (0-0) e Spal (3-0).

Solo 2 le espulsioni comminate a favore del Pisa nelle prime 31 giornate di Serie BKT 2020/21: come i nerazzurri toscani anche Empoli e L. R. Vicenza.

Pisa-Lecce è sfida fra due delle 3 formazioni cadette più distratte nei primi 15’ di gara: 8 reti subite da toscani e salentini (come dal Pescara) nel primo quarto d’ora di partita, dopo 31 giornate.

Il Lecce è la formazione cadetta 2020/21 che calcia il maggior numero di rigori in 31 giornate di Lega B 2020/21: 10.

Massimo Coda, capocannoniere del campionato a quota 20 reti stagionali (-1 dal suo record personale di 21 col Benevento 2018/19 in B), è il più decisivo della Serie BKT 2020/21, sia in senso assoluto che relativo: 23 i punti portati alla propria squadra su 52 totali, pari al 44,2% del globale per la formazione di Corini.

Lecce in serie positiva da 10 giornate assolute (7 vittorie – di cui 5 nelle ultime 5 partite disputate – e 3 pareggi) e con unica sconfitta nelle ultime 17 partite l’1-2 subito dall’Ascoli il 5 febbraio scorso, a “Via del Mare”; restante bilancio di 9 successi salentini e 7 pareggi. In trasferta Lecce imbattuto da 8 partite (5 vinte e 3 pareggiate), con ultimo k.o. datato 22 dicembre scorso, 0-1 a Ferrara.

Il Lecce è, insieme all’Empoli, la squadra della Serie BKT 2020/21 che ha guadagnato nelle riprese il maggior numero di punti rispetto al 45’: +12.

Un solo incontro tecnico ufficiale tra Luca D’Angelo ed Eugenio Corini: si tratta del match d’andata vinto dal mister dei nerazzurri per 3-0.

Periodo migliore il mese di aprile per Eugenio Corini: ha una media punti-partita di 1,68, frutto di un bilancio di 10 vittorie, 2 pareggi e 7 sconfitte in 19 partite.

Reggiana – Brescia (lunedì 5, ore 17.00)

A Reggio Emilia sono 31 i confronti ufficiali tra le due squadre, con bilancio di 9 vittorie granata (ultima 3-2, nella Serie B 1995/96), 18 pareggi (ultimo 1-1, nella Coppa Italia 1999/00) e 4 successi bresciani (ultimo 2-1, nella serie B 1998/99).

Reggiana senza vittorie da 7 turni: ultima datata 20 febbraio scorso, 3-0 a Cittadella; da allora score granata di 3 pareggi e 4 sconfitte.

Brescia unica squadra della Serie BKT 2020/21 a non aver mai terminato una partita a reti bianche.

Brescia scatenato prima della pausa: 11 le reti lombarde fra 31’ e 45’ di gioco, inclusi recuperi, record nella Lega B 2020/21 in questa fascia di gara, dopo 31 giornate.

Brescia reduce da 5 vittorie nelle ultime 6 giornate; unico passo falso la sconfitta 0-1 a Salerno del 21 marzo scorso.

Scontro tecnico ufficiale inedito tra Massimiliano Alvini e Pep Clotet.

Spal – Venezia (lunedì 5, ore 19.00)

Sono 17 i precedenti ufficiali a Ferrara fra le due compagini: a bilancio 7 vittorie estensi (ultima 1-0, nella Coppa Italia di serie C 2014/15), 7 pareggi (ultimo 1-1, nella serie B 1992/93) e 3 successi arancioneroverdi (ultimo 1-0 dopo i tempi supplementari, in Coppa Italia di serie C 2013/14).

Spal a porta chiusa al “Mazza” da 203’: ultima rete subita da Forolunsho al 67’ di Spal-Reggina 1-4, lo scorso, cui si sommano i residui 23’ contro i calabresi e le intere gare contro Entella (0-0) e Cittadella (1-0).

Venezia imbattuto fuori casa da 6 incontri, di cui 3 vinti e 3 pareggiati. Ultimo k.o. esterno lagunare a casa del Pordenone, 0-2 lo scorso 16 gennaio.

Secondo incrocio tecnico ufficiale tra Massimo Rastelli e Paolo Zanetti: a bilancio una vittoria dell’attuale tecnico della Spal, in Cremonese-Ascoli 1-0 nella serie B dello scorso anno.

Salernitana – Frosinone (lunedì 5, ore 21.00)

Sono 12 i precedenti ufficiali tra le due squadre in Campania: 8 i successi granata (ultimo 1-0 nella I Divisione Lega Pro 2013/14), 2 pareggio (ultimo 1-1 nella serie B 2019/20) e 2 affermazioni ciociare (ultima 3-1, serie B 2016/17). Padroni di casa sempre a segno in queste 12 partite, con un totale di 18 gol segnati.

Salernitana a porta chiusa, in casa, da 277’: ultima rete subita da Giacomelli al 83’ di Salernitana-Vicenza 1-1 del 13 febbraio scorso, da cui si sommano i restanti 7’ di quella gara e le 3 intere seguenti, finite 0-0 contro Spal e Cosenza e quella vinta 1-0 sul Brescia.

Salernitana una delle 3 compagini cadette 2020/21 che segna con meno giocatori: 10, gli stessi di Virtus Entella e Pordenone. Tra i 10 marcatori granata spicca Gennaro Tutino, a quota 10, prima volta per lui in doppia cifra nel professionismo.

Frosinone unica compagine ad aver giocato una sola partita in inferiorità numerica di questa Serie B 2020/21, dove quindi risulta la formazione fair-play del torneo.

Frosinone squadra cadetta 2020/21 più distratta prima della pausa: 11 le reti subite dai giallazzurri tra 31’ e 45’ di gioco, inclusi recuperi.

Ciociari senza gol da 364’: ultimo firmato da Szyminski al 86’ del match vinto 2-1 a Cosenza il 6 marzo scorso; da allora si contano i residui 6’ del “San Vito-Marulla” e le 3 intere gare successive contro Brescia (0-1 in casa), ChievoVerona (0-0 esterno), Lecce (0-3 allo “Stirpe”) e Reggiana (0-0 in casa).

Frosinone una delle 4 compagini della serie B 2020/21 che calcia meno rigori, dopo 31 turni: appena 2, come Vicenza, Reggiana e Cremonese.

Due le sfide tecniche ufficiali tra Fabrizio Castori e Fabio Grosso, entrambe sempre concluse sul risultato di 1-1 (Cesena-Bari nella serie B 2017/18 e Carpi-Hellas Verona nella serie B 2018/19).

Testi e statistiche interamente forniti da: FOOTBALLDATA FIRENZE.

Foto LaPresse.

Fonte: LEGA BTK – legab.it