Audace Cerignola, le ultime in vista dell


Ancora un derby regionale per l’Audace Cerignola, atteso domani a Gravina per disputare il match valido per la sesta giornata del girone H di serie D. Gli ofantini sono reduci da due battute d’arresto consecutive, dopo Casarano è arrivato lo scivolone interno con l’Altamura domenica scorsa, stop che ha interrotto l’imbattibilità interna al “Monterisi” che durava dalla fine dello scorso gennaio. Non è stato un Cerignola brillante, tutt’altro: la squadra è sembrata molto nervosa e spenta, incapace di recuperare lo svantaggio peraltro giunto con un tiro deviato sfortunatamente nella propria porta. Con molta onestà intellettuale, mister Pazienza si è scusato con i tifosi, riconoscendo di aver offerto una prestazione al di sotto delle aspettative: spetta ora proprio al tecnico rinvigorire e trasformare nuovamente in cattiveria agonistica e ritmo un gruppo che la passata annata aveva per certi versi anche sorpreso mediante tali caratteristiche. Sarà il primo appuntamento di un ulteriore turno infrasettimanale, il secondo del mese di ottobre, che comprenderà poi Bisceglie e Casertana: per i gialloblu è obbligatorio rialzare la testa e ripartire di slancio, per non vedersi aumentare il distacco dal vertice al momento occupato dal Francavilla. Intanto, nella serata di giovedì, la società del presidente Quarto ha annunciato la rescissione consensuale da Mauro Bollino: l’esterno d’attacco, per motivi personali e familiari ha dovuto avvicinarsi a casa; il calciatore palermitano si è trasferito al Lamezia, nel girone I.

Sulla formazione da opporre ai baresi, Palazzo è il candidato maggiore per rilevare lo squalificato Malcore (due giornate comminate dal giudice sportivo dopo il rosso contro il Team Altamura). Sfida aperta anche fra i pali, dove l’ottima prova di Tricarico con i biancorossi lascia lo spazio ad una sua conferma, pur con il ritorno alla disponibilità di Brescia: qualche riflessione inoltre sugli under, soprattutto in mediana e sulle fasce.

E’ stato un avvio di torneo sorprendente e assai soddisfacente per il Gravina, il cui bilancio è di tre vittorie e due sconfitte: 9 punti con la striscia positiva interrottasi di misura nel precedente incontro in quel di Nocera Inferiore. Nuovo progetto per i murgiani, che hanno affidato la panchina al duo Summa-Ragone (quest’ultimo squalificato domani) e fondandosi per l’ennesima volta sulla bandiera Chiaradia hanno allestito un organico che può benissimo dire la sua per una stagione tranquilla, sostanzialmente giovane ma con indubbie qualità. I pezzi pregiati del mercato sono stati gli attaccanti Diop e Lautaro Fernandez, i centrocampisti Tuninetti e Chacon per assicurare un temperamento sudamericano alla Fbc, che può annoverare in porta il classe ’95 Vicino. In campo i gialloblu baresi si schierano con il 3-5-2, dunque Allegrini e compagni dovranno fare molta attenzione alla densità in mediana.

Nell’ultimo precedente al “Vicino”, poco meno di nove mesi fa, la gara terminò 0-0. Calcio d’inizio alle ore 16, con la direzione arbitrale affidata al sig. Bozzetto, della sezione di Bergamo.

Fonte:NotiziarioCalcio.com