Empoli da A, riparte il Lecce

Brescia-Empoli 4-2

L’Empoli di Alessio Dionisi batte il Brescia e mette una seria ipoteca alla promozione nella massima serie. Al ‘Castellani’ e’ tutto quasi facile per la prima della classe, contro un Brescia coraggioso ma in difficoltà difensiva. A portare i padroni di casa in vantaggio dopo meno di 10 minuti, e’ un pasticcio clamoroso di Joronen che fa carambolare in porta un innocuo assist rasoterra di Parisi. Al raddoppio ci pensa Bajrami con un destro da fuori che finisce nell’angolino. Bjarnason accorcia le distanze con una girata rasoterra, ma a rimettere le cose a posto ci pensa Stulac allo scadere della prima frazione con un rasoterra velenoso che batte Joronen. Nella ripresa l’Empoli ha piu’ volte la possibilita’ di trovare il colpo del ko ma spreca molto. Donnarumma la riapre sugli sviluppi di un corner, ma e’ solo un illusione perche’ a cinque minuti dalla fine il tap-in di Matos chiude i conti e lancia l’Empoli verso la Serie A.

Lecce-Spal 1-2

Continua la marcia promozione verso la Serie A per il Lecce di mister Eugenio Corini che a Vicenza batte la squadra di Mister Mimmo Di Carlo, guadagnando tre preziosi punti e confermandosi seconda forza del campionato. I primi quindici minuti di gioco sono di marca ospite con Coda che cerca la via della rete ma Grandi c’e’. Al 17′ la prima giocata berica in area leccese con il gambiano Jallow che passa a Rigoni ma la palla finisce alta. I biancorossi si fanno in avanti in due occasioni con Giacomelli ma senza impensierire l’estremo difensore Gabriel. Prima della fine del primo tempo Henderson calcia una punizione che Grandi para. Nella ripresa dopo 5′ gli ospiti passano in vantaggio con Pettinari servito da Maggio. Il Vicenza non accusa il colpo e dopo tredici minuti Jallow pareggia i conti. Il pareggio dura solo tre minuti Henderson smarca il neo entrato Vandeputte e trafigge Grandi per il vantaggio giallorosso. Negli ultimi 15′ non vi sono azioni interessanti con il Lecce impegnato a difendere il vantaggio e dopo 5′ di recupero l’arbitro manda tutti negli spogliatoi: Vicenza-Lecce 1-2.

Monza-Cremonese 2-1

Torna al successo il Monza di Brocchi e lo fa superando per 2-1 la Cremonese, con fatica. Ospiti pericolosi al 9′ quando Ciofani con un perfetto colpo di testa chiama Di Gregorio ad una strepitosa parata evitando ai ragazzi di Brocchi una partenza ad handicap. Insiste in avanti la formazione di Pecchia che al 13′ ancora con Ciofani impegna il numero uno brianzolo che si salva in angolo. Dopo 30 minuti tutti degli ospiti al 34′ Frattesi smarcato da Mota Carvalho porta in vantaggio il Monza. Passano quattro minuti e il Monza raddoppia con Mota Carvalho bravo a mandare in rete la palla toccata da D’Errico. In avvio di ripresa subito la Cremonese con Strizzolo, Di Gregorio manda in angolo. Al 14′, dopo un rimpallo con Gaetano, e’ Sampirisi a riaprire la gara. Nei restanti minuti la Cremonese con Strizzolo cerca il gol del pareggio. Il Monza si affida al contropiede con Diaw. Vincono i brianzoli, biancorossi al quarto posto.

Pisa-Cosenza 3-0

Il Pisa supera il Cosenza per 3-0 e si mette alle spalle le tre sconfitte consecutive, mentre per gli ospiti occasione sprecata per avvicinare la salvezza diretta. Dopo 37 secondi c’e’ subito un’occasione con Mazzitelli che tira dal limite, ma il pallone e’ alto. Al 9′ Vido serve Palombi che calcia rapidamente, ma la sua conclusione sfiora il palo e va sul fondo. Al 14′ il Cosenza va vicino al gol, ma Gori e la traversa negano la gioia della rete al colpo di testa di Sacko. Al 28′ ghiotta chance per Vido che solo davanti al portiere mette sul fondo. Al 41′ Schiavi di testa sfiora il palo. Nella ripresa al 5′ il Pisa passa con Gucher bravo a sfruttare un errore difensivo. Il Pisa controlla facilmente la reazione del Cosenza e raddoppia al 27′ con una magistrale punizione di Mazzitelli. Al 41′ Marin, ben servito da Siega, firma il 3-0.

Reggina-Reggiana 2-1

A breve

Salernitana-Venezia 2-1

Vittoria in extremis e ribaltando in pieno recupero il risultato. La Salernitana vince 2-1 in casa contro un ottimo Venezia. Nello scontro diretto all’Arechi partono bene i lagunari che sbloccano il risultato: è il 28′ quando Di Mariano va via a Casasola, crossa al centro, sponda di Forte per Maleh che controlla in area e di sinistro porta avanti i lagunari. Nella ripresa la Salernitana cerca di venir fuori. Al 34′ Maenpaa blocca una forte conclusione di Jaroszynski. Nel finale, 42′, la Salernitana coglie il palo con Djuric con il portiere lagunare ormai battuto. Poi, l’incredibile uno-due con doppietta di Gondo che al 48′ e al 50′ sorprende una difesa lagunare che gia’ pensava alla vittoria. Tre punti fondamentali per la Salernitana, sprecone il Venezia.

A breve le cronache delle altre gare

Nella foto La Presse il ricordo del L.R. Vicenza a nove anni dalla morte di Piermario Morosini

Fonte: LEGA BTK – legab.it