Intervistato dal sito gianlucadimarzio.com, il diesse Fabio Lupo, accostato al Bari nelle scorse settimane ha fatto il punto sul possibile approdo in terra pugliese. Queste le sue parole: 

“Al di là del piacere che ho nel veder associato il mio nome a una città così e in cui ho tantissimi amici, non c’è stato nessun contatto. E’ una piazza particolare, c’è un grandissimo attaccamento alla Bari. Il conoscere l’ambiente può essere un elemento fondamentale. Con Carrera abbiamo condiviso quattro anni a Bari: c’è grande amicizia. L’anno scorso al Bari è mancato pochissimo per andare su. E’ mancata fortuna. La partita di Reggio Emilia fu legata a pochi episodi: non dimentichiamo il rigore e la discussione sul fatto che non sia stato dato al Bari. Probabilmente bisognava scegliere prima di cambiare l’allenatore, con tutto il rispetto per Cornacchini. Tanto è vero che con Vivarini c’è stato il cambio di passo. Il ritardo di quest’anno? Mi stupisce. L’organico è di primo livello per varietà e opportunità”.

Fonte:TuttoC.com