La graduatoria, al momento, è spietata, anche se le due gare in meno rendono l’ultimo posto del Fasano un po’ meno amaro. Una delle due si recupererà domani a Gravina, in uno scontro-salvezza che è, a tutti gli effetti, il primo crocevia della stagione.

Il tecnico Costantini, alla vigilia, si è così espresso:

“Abbiamo avuto poco tempo per preparare la gara, ma giocare già dopo tre giorni è una benedizione perché in tutti noi c’è voglia di riscattare la sconfitta di Altamura. Saremo ospiti di un Gravina che nelle ultime uscite ha pagato tanto e che sicuramente è stato molto sfortunato. Non sarà, però, un crocevia, perché in palio ci sono ancora tanti punti e noi siamo pronti a giocarcela con chiunque”.

Sulle eventuali disposizioni, Costantini afferma:

“Saremo privi del solo Omerovic, vittima di un lieve stiramento, per il resto tutti a disposizione”.