Nardò e Fidelis Andria incrociano le armi dopo un anno di attesa. Lo scorso anno si attese vanamente il match di ritorno, da giocarsi a Nardò, ma l’emergenza Covid mise prematuramente fine al campionato sancendo la retrocessione d’ufficio del Nardò (poi ripescato) e la salvezza della Fidelis Andria, grazie alla vittoria in extremis ottenuta a Francavilla in Sinni.

Quest’anno le prospettive delle due squadre pugliesi sembrano differenti a giudicare dalla classifica. Di fatto entrambe si collocano al settimo posto a ridosso della zona play off in una classifica ancora provvisoria con gare da recuperare ma la consistenza tecnica delle due compagini parla chiaro e le ambizioni di alta classifica non sono irrealistiche.

La squadra di Ciro Danucci sembra essersi affrancata dalla pesante batosta di Portici e con la Team Altamura ha ottenuto una vittoria dal grande valore specifico. La Fidelis, invece, è rimasta ferma a causa delle defezioni Covid che hanno colpito l’avversario di turno, il Taranto, e prova a dare continuità ai 5 risultati utili consecutivi.

Grande ex della partita Tiziano Prinari, 100 partite e 13 goal in maglia granata. Nessuno squalificato per le due squadre. 

Bilancio precedenti: 15 vittorie Nardò, 5 pari e 13 vittorie Andria.
Inizio h. 14.30 – Stadio “Degli Ulivi” – Andria
Porte chiuse – Streaming ufficiale.

FIDELIS ANDRIA (3-4-2-1): Anatrella; Lacassia, Fontana, Venturini; Avantaggiato, Manzo, Bolognese, Carullo; Cerone, Prinari; Cristaldi. Bench: Petrarca, Tutino, Clemente, Mariano, Monaco, Dipinto, Frisenda, Scaringella, Russo. Coach: Luigi Panarelli.


AC NARDO’ (4-3-2-1): Milli; Cancelli, Stranieri, De Giorgi, Trinchera; Zappacosta, Mengoli, Valzano; Toernros, Massari, Caputo. 
Bench: Mirarco, Palazzo, Romeo, Scialpi, Gallo, Granado, Potenza. 
Coach: Ciro Danucci.


Arbitro: Cristiano Ursino di Pescara
Assistenti: Mattia Roperto di Lamezia e Rodolfo Spataro di Rossano.