Quinto risultato utile di fila il Foggia che però che quest’oggi non riesce a raccogliere più del pareggio contro la Viterbese: “Un punto guadagnato o due persi? Per come abbiamo giocato possiamo anche dire due punti persi – spiega in sala stampa mister Marco Marchionni. – La squadra ha cercato la vittoria e tutte le situazioni che conoscevamo. Abbiamo preso un gol evitabile perché eravamo piatti. Dispiace perché viene ridimensionata la prestazione fatta dai ragazzi e a me sono piaciuti. I ragazzi hanno fatto una grande prestazione e non era facile perché la Viterbese gioca a calcio e mette in difficoltà, ma non è riuscita a fare tiri in porta. Manovra lenta e finale nervoso? E’ stata lenta per l’atteggiamento della squadra avversaria, che si rintanava e noi non riuscivamo a trovare l’uomo libero. Per quanto riguarda il nervosismo dico che ci vuole rispetto: se lo si dà, lo si riceve. Io sono stato buttato fuori per aver detto ai miei giocatori di lasciar perdere e di tornare a giocare. Quando sbaglio me ne assumo le responsabilità, ma qui non credo di aver mancato di rispetto con nessuno”.