Vittoria meritata del Foggia contro i siciliani. Tutto nel primo tempo. Reti di D’Andrea e Rocca

Sotto una pioggia torrenziale per almeno 50′ il Foggia batte il Palermo 2-0. Decisive le reti di D’Andrea e Rocca, tutto nel primo tempo. Nella ripresa il Foggia controlla contro un Palermo inconcludente. Vittoria meritata dei rossoneri.

FOGGIA (3-5-2): Fumagalli; Anelli (94’ Galeotafiore), Gavazzi (83’ Germinio), Del Prete; Kalombo, Salvi, Rocca, Vitale (70’ Garofalo), Di Jenno; Curcio (83’ Dell’Agnello), D’Andrea (93’ Pompa). A disp. Vitali, Ndiaye, Raggio Garibaldi, Morrone, Aramini, Tomassini, Balde. All. Marchionni

PALERMO (4-2-3-1): Pelagotti; Accardi, Somma (83’ Martin), Marconi, Crivello; Odjer (64’ Rauti), Broh (53’ Palazzi); Kanoute (65’ Valente), Luperini, Floriano (53’ Lucca); Saraniti. A disp. Fallani, Doda, Silipo, Lancini, Peretti. All. Boscaglia

TABELLINO

MARCATORI – 17’ D’Andrea (FG), 36’ Rocca (FG),

TIRI IN PORTA – 2-3

TIRI FUORI – 5-4

CALCI D’ANGOLO – 0-7

FUORIGIOCO – 6-2

AMMONITI – 50’ Saraniti (PA), 64’ Lucca (PA), 81’ Kalombo (FG), 89’ Dell’Agnello (FG),

RECUPERO – 0’ – 5’

LA CRONACA DEL MATCH

Curcio prova già ad impensierire la retroguardia palermitana dopo soli 56 secondi con una girata al volo di sinistro, con palla che termina al lato. Il Foggia fa vedere subito le sue intenzioni e al 4’ D’Andrea prova ad anticipare il portiere avversario in uscita, ma la palla è ancora fuori. Al 6’ Broh calcia debolmente e al lato. Al 16’ il primo tiro verso lo specchio. Saraniti ci prova di testa, su cross dalla destra, ma Fumagalli para facilmente. Un minuto dopo, però, sono i rossoneri a segnare grazie ad un diagonale di D’Andrea, che approfitta di uno svarione della difesa siciliana, con Marcone che ha mancato l’intervento, forse anche per colpa del campo allentato dalla pioggia. Il Palermo reagisce immediatamente. Al 20’ su cross di Kanoute, Saraniti fallisce il colpo di testa ma la palla termina a Floriano che colpisce il palo e sulla ribattuta Saraniti liscia nuovamente il pallone, salvando la difesa rossonera. Al 34’ Foggia che agisce sulla sinistra, sul cross basso di Rocca, non riesce la scivolata a D’Andrea e la palla attraversa tutta l’area piccola salvando il Palermo dal pericolo. Al 36’ Rocca si inventa una gran rete per il raddoppio del Foggia. Salvi lascia partire il contropiede e Rocca lo finalizza con un tiro dal limite dell’area che si insacca all’angolino basso alla destra di Pelagotti. Al 40’ ancora una difesa palermitana imbarazzante che regala palla a D’Andrea, a tu per tu con il portiere, l’attaccante rossonero preferisce toccarla al centro a pallonetto per l’accorrente Vitale, ma l’assist non è preciso e il numero 3 del Foggia non riesce ad insaccare. Al 43’ ci prova Odjer, ma calciando troppo debolmente favorisce l’intervento di Fumagalli. Termina il primo tempo con i rossoneri avanti di due reti in modo del tutto meritato.

Nella ripresa succede pochissimo nei primi minuti, poi all’8’ un tiro fuori misura di Odjer. Con un doppio cambio Boscaglia cambia anche modulo di gioco mettendo Kanoutè da solitario trequartista al centro e gettando nella mischia il secondo centravanti Lucca. Lucca che si opera soltanto in un colpo di testa errato al 31’, dal centro dell’area. Qualche secondo dopo Curcio prova a sorprendere il portiere avversario dalla distanza, ma calcia fuori misura.  Al 35’ su contropiede di Di Jenno e conseguente cross allontanato dalla difesa palermitana, D’Andrea calcia al volo al lato da fuori area. All’82’ su cross di punizione dalla sinistra la palla termina sui piedi di Valente, che calcia alto.  Al 91’ contropiede del Palermo con Valente che supera anche Fumagalli in uscita ma trova il recupero di un grandissimo Del Prete che si rifugia in angolo. Il Palermo prova un forcing finale ma non del tutto in maniera convinta e il Foggia porta a casa una vittoria meritata.

Fabio Lattuchella