Il Gallipoli , nel campionato di Eccellenza,è reduce da una serie di risultati positivi (due pareggi e due vittorie) con la conseguente conquista di punti importanti in virtù dell’obiettivo stagionale.

Ai microfoni di CalcioWebPuglia il mister giallorosso Andrea Salvadore.

Lei e la sua squadra siete reduci dall’importante vittoria esterna contro la F. Altamura che avete raggiunto in classifica. Che partita è stata?

  • La partita è stata giocata un tempo per parte, noi abbiamo trovato il goal al 10’ con Tardini e successivamente abbiamo avuto diverse occasioni con Stifani, Cortese e Carrozzo senza riuscire però a chiudere la gara. Nel secondo tempo abbiamo subito un po’ il ritorno dell’Altamura ma alla fine siamo riusciti a gestire la situazione. Qualche parata del portiere Bacca ci ha tenuto in partita , è comunque un risultato importante su un campo difficile.

I risultati parlano chiaro, dall’ultima sconfitta contro il Barletta avete ottenuto solo risultati positivi : due pareggi (Atl. Vieste e Otranto) e due vittorie (Deghi e F. Altamura) risalendo così la classifica. E’ un Gallipoli in ripresa?

  • Sicuramente siamo in ripesa soprattutto nell’aspetto gestionale della gara perché, anche dove purtroppo sono venuti meno i risultati, nel girone di andata, si sono verificati degli episodi in cui abbiamo peccato,per esempio, nella scelta della giocata ed essendo un gruppo così giovane ci sta pure. E’ ovvio che adesso con il passare delle partite si sta crescendo poi l’ingresso in difesa di Calabuig ,giocatore più esperto, ha dato quella forza in più a livello mentale che ci serviva in questo momento. Anche gli altri innesti fatti a Dicembre come De Luca, De Iudicibus e Tardini sono stati fondamentali.  Abbiamo così completato una rosa già, comunque, partita in ritardo ma eravamo consapevoli che i ragazzi potevano dare, piano piano, qualcosa in più. E’ chiaro che quando ci sono tanti giovani in squadra ci vuole pazienza.  Avremo un trittico di partite importanti : Martina, San Marco, Bisceglie e successivamente Orta Nova quindi dovremo concentrarci una partita per volta in quanto per noi, se vogliamo raggiungere il nostro obiettivo, le partite non sono delle finali ma molto di più.

Questo periodo positivo può essere il trampolino di lancio per un proseguo migliore?

  • Non è un trampolino di lancio ma sicuramente ci da più autostima ,più fiducia e più consapevolezza dei nostri mezzi e questa è la cosa più importante. Altrettanto importante è che la squadra inizi a credere nelle proprie qualità e nelle proprie forze, tutti stiamo mettendo il massimo. Anche nei momenti più bui la società ha rimarcato la fiducia nei miei confronti e nei ragazzi e quindi l’unità di intenti è stata la chiave di questo momento favorevole. La classifica si esprime bene :  dieci, undici squadre sono raccolte in 9 punti ciò significa che ogni Domenica può accadere di tutto perciò è fondamentale dare continuità e muovere la classifica, se non riesci a vincere devi essere bravo a non perdere perciò, in un campionato così, anche il punticino fa la differenza.

Domenica prossima affronterete il Martina che, come sappiamo, è sceso in campo nelle ultime due gare schierando la Juniores. Si potrà tentare di allungare la striscia positiva?

  • Sarà una partita impegnativa tra due squadre giovani, la differenza di età tra noi e il Martina non è che sia tantissima. Questi sono i match complicati, ho avuto la possibilità di visionare le due gare che hanno disputato e ho notato che i ragazzi del Martina hanno ritmo e hanno molta corsa. Il Martina in campo sta dando tutto  con la Juniores cercando, appunto, di mantenere la categoria quindi di conquistare i punti necessari.  Tuttavia non so cosa stia accadendo in questi giorni a livello societario quindi diciamo che ci muoviamo un po’ nel buio in quanto non sappiamo che formazione schiereranno in campo Domenica.  Sul piano mentale ,inoltre, saranno novanta minuti difficili perché si dovrà cercare di sbloccare il risultato altrimenti diventerà tutto più difficile e non possiamo permetterci passi falsi rovinando quello che di buono  abbiamo fatto fino ad ora.  Speriamo di arrivare con la testa, la mentalità, la fame e la voglia giuste per poter conquistare il match che sarà propedeutico allo scontro diretto cha avremo tra due Domeniche con  San Marco.

Infine, una sua considerazione su questo campionato di Eccellenza.

  • I numeri parlano chiaro ci sono solo due squadre in lotta per la vittoria : Molfetta e Corato noi altre squadre siamo tutte alla stessa altezza. Corato e Molfetta hanno qualcosa in più sia come organico sia come qualità di organico e lo stanno dimostrando in campo. Poi c’è il Trani che si sta mantenendo in una fase transitoria. In sostanza queste tre compagini stanno avendo più continuità di risultato. Credo che i play off sarà difficile disputarli quindi tutte le altre si giocheranno la permanenza nel massimo campionato regionale. E’ comunque un campionato molto equilibrato con partite tutte difficili. Speriamo nelle salentine , in noi Gallipoli, nell’Ugento che sta raggiungendo un posto tranquillo in classifica, nella Deghi che spero si riprenda presto e anche nell’Otranto. Cerchiamo di fare il tifo per le nostre quattro salentine e di riuscire a mantenere la categoria tutte insieme.

Emma Schiavano