Giancarlo Romairone a 360 gradi sul mercato nell’intervista rilasciata al Corriere dello Sport: “I tifosi debbono essere certi che faremo il massimo – dice il direttore sportivo del Bari – per fortuna abbiamo una rosa solo da rifinire senza dover ricorrere dietro a nomi. Cercheremo di portare un pizzico di diversità perchè la brillantezza morale sarà molto importante quando il campionato entrerà nel vivo. Prenderemo tre, quattro giocatori mettendo in uscita quelli che hanno avuto poco spazio. Pandolfi è un giovane di belle speranze: vede la porta, ha grande forza, corsa. Ci provo, ma lo vogliono tante squadre. La Turris pensa di guadagnare dei soldi e quindi tiene botta. Per Cianci non c’è nessuna trattativa, ha un nuovo procuratore che lo propone in giro. Cianci è stato vicino in estate, ma il capitolo è chiuso. Montalto al Pescara? Assolutamente no, non è un giocatore in uscita. Per Simeri non ho avuto richieste, magari questi club hanno parlato con qualcun altro. Quest’anno il mercato della C è molto statico e subirà inevitabilmente i contraccolpi delle difficoltà economiche in generale. Su Hamlili ci sono Viterbese, Monopoli e altre squadre, è giusto che giochi non potendo essere preso in considerazione per motivi tecnico-tattici. Marfella è un giocatore forte a cui teniamo molto. Credo che anche rimanendo al nostro interno possa ancora crescere molto anche se scalpita per andare a giocare”.