CorMezzogiorno: "Risvegli biancorossi


Giovanni D’Agostino, amministratore unico dell’Avellino, è intervenuto così ai microfoni di YSport: “L’ostacolo più grande è stato il calciomercato, dovevamo ripristinare l’importanza del nome Avellino, ci siamo riusciti grazie a una proprietà forte e al lavoro del direttore Di Somma. Poi durante il ritiro: abbiamo anticipato troppo la partenza e l’ultima difficoltà l’abbiamo vissuta a causa del Covid, in autunno e fino alla sconfitta col Bari. Quando c’erano da fare i tamponi, Ciancio provava a esorcizzare la paura e quando c’era un positivo lo telefonava e gli comunicava che “era stato nominato”. È stato questo il momento più difficile della nostra gestione. Dopo Bari abbiamo rimesso in piedi i pezzi e siamo ripartiti. A Francavilla fummo divorati dalla paura, al ritorno ci siamo comportati meglio. Nel 2021 abbiamo fatto la differenza, con una media punti pazzesca. Mi aspetto una cosa del genere, dopo tanti sacrifici, la squadra ha reagito come si deve. Non facciamo mancare nulla ai calciatori, loro rispondono in maniera positiva”. 

Fonte:TuttoC.com