Il Gravina domina tra le mura amiche del “Vicino” e fa sua l’intera posta in palio contro il Fasano in occasione della gara valevole per il recupero del quinto turno del campionato di Serie D girone H. 3-0 il finale tra le sfidanti, in gol per i padroni di casa Ficara, Di Vanni e Mady.

Per il Gravina 4-3-3 con un tridente offensivo inedito composto da Ben Khalek, Di Vanni e Ficara. Dal canto opposto solito 4-4-2 di mister Costantini, con i due d’attacco sono invece Nadarevic e Straqualursi.

Primi venti della gara condizionati dall’agonismo e privi di grandi occasioni, con un Gravina più propositivo e che colleziona diverse nitide occasioni, che però non preoccupano Suma e la difesa ospite. La compagine di casa cresce e al minuto 24’ reclama un calcio di rigore non assegnato in seguito a uno scontro di gioco tra Ficara e Suma. Al minuto 28’, invece, arriva la prima vera conclusione con Ficara, che da posizione poco agevola calcia di poco al lato. Ciò nonostante l’occasione più grande capita al Fasano, che al trentaduesimo: ripartenza e cross in area di Lanzone, da fuori area raccoglie Bernanrdini che calcia di collo sfiorando il palo! Al minuto 36’ arriva il tanto atteso vantaggio del Gravina, con una ripartenza quattro contro tre dei gialloblù, Ben Khalek serve Ficara che controlla, si accentra e fa partire un mancino fantastico che vede il pallone insaccarsi sotto al sette. Un minuto più tardi brivido in area del Gravina, con un tiro di Nellar che viene deviato da Defeo: la traiettoria cambia ma non sorprende Martellone che fa sua la sfera. Al minuto 42’ Vicedomini pretende troppo da lui e calcia da centrocampo vedendo Suma fuori fai pali, senza trovare lo specchio della porta. L’ultimo sussulto di marca casalinga del primo tempo arriva al 44°, quando prima Chiaradia serve Messori in area con quest’ultimo che cade e richiama l’attenzione sul direttore di gara che considera legale lo scontro, poi il terzino sinistro raccoglie la mina vagante e conclude con il collo, vedendo la palla sorvolare di pochissimo la traversa. Dal canto opposto, invece, nel corso dell’unico minuto di recupero, Nellar su un calcio di punizione conclude con il piattone, andando ad un passo dal pareggio.

Inizio di secondo tempo a tinte biancazzurre, con De Miranda che al terzo lancia per linee verticali Trovè: il numero 11 a tu per tu con Martellone si fa però ipnotizzare. Al minuto 52’ arriva la risposta del Gravina, con Chiaradia che apparecchia per Ficara grazie a un cross perfetto, ma sul pallone si immola Brescia che si rifugia in angolo. Sull’angolo Messori sfiora il gol, ma le prove del vantaggio vengono capitalizzate sul quinto angolo, dove Di Vanni colpisce di testa e insacca alle spalle di Suma! Pericolosissimo nuovamente il Gravina al quarto d’ora, con una punizione battuta bassa da Vicedomini che trova Gilli in area il quale con il tacco va vicinissimo al gol del tris. Al minuto 63’ il Fasano potrebbe riaprire la contesa, ma il tiro di Dellino da fuori area si spegne sul palo.  Il Fasano spinge e si rende insidioso poco più tardi, con Straqualursi che viene atterrato in area, ma ciò nonostante il direttore di gara lascia scorrere. L’attaccante ex Taranto prova a rifarsi solo un minuto dopo, quando riceve in area da Nadarevic e colpisce di testa, chiamando l’attenzione di Martellone che blocca senza tanti patemi. Al 77’ arriva addirittura il tris del Gravina con Mady che raccoglie su angolo e insacca in rete. Il poker del Gravina potrebbe giungere al minuto 79’ quando Messori calcia da fuori e chiama all’intervento Suma. Da segnalare al minuto 86’ l’ingresso in campo del neo acquisto del Gravina Nocerino. Poco dopo segue la conclusione di Urruty che termina di poco al lato, poi al minuto 88’ Trovè ha una super occasione per il Fasano: Dellino riceve da Straqualursi vede partire il giovane classe ’02 e lo serve, ma quest’ultimo a tu per tu con Martellone spara alto. Dopo quattro minuti di extra time il direttore di gara pone fine al match .

GRAVINA-FASANO 3-0

Reti: 36’ Ficara, 53’ Di Vanni, 77’ Mady

GRAVINA (4-3-3): Martellone; Dentamaro, Perez, Gilli, Chiaradia (86’ Nocerino); De Feo, Vicedomini, Messori (81’ Correnti); Ficara (65’ Gjonaj), Di Vanni (72’ Mady), Ben Khalek (72’ D’Addabbo). A disp. Pagkratis, Bisconti, Panebianco, Degol. All. Gaburro.

FASANO (4-4-2): Suma, Narese, De Miranda, Urquiza, Brecia; Lanzone (57’ Dellino), Bernanrdini, Nellar (60’ Urruty), Trovè; Straqualursi, Nadarevic. A disp. Caccetta, Lopez, Amoruso, Difino, Calabria, Castrovilli, Taddeo. All. Costantini.

ARBITRO: Carlo Esposito della sezione di Napoli coadiuvato da Mirko Bartoluccio (Vibo Valentia) e Antonio Paradiso (Lamezia Terme).

Ammoniti: Messori (G), Vicedomini (G), Trovè (F), Perez (G).

Note: gara disputata a porte chiuse in ottemperanza delle normative anti Covid-19.

Angoli: 7-4.  Rec.: 1’ pt; 4’ st.