Gravina: saranno dieci giorni di fuoco tra Nocerina, Cerignola e Casertana

116


Nove punti in quattro gare, ver­tigini da zona altissima di classi­fica, ma più diplomaticamente un potenziale per raggiun­gere la salvezza: può riassumer­si così l’inizio-sprint di un sor­prendente Gravina che, dopo il ko all’esordio contro il Casarano, è riuscito a collezionare tre successi di fila, per di più contro squadre come Altamura, Bisceglie e Nardò che, quantomeno sulla carta, partivano favorite.

Gli amanti delle statistiche so­gnano un’annata sulla falsariga di quella del 2016/17: all’esor­dio assoluto in D, i gialloblù all’e­poca guidati da De Luca misero in cascina cinque vittorie conse­cutive (a cavallo tra la seconda e la sesta giornata) e concluse­ro la stagione disputando una storica semifinale playoff contro la Nocerina. Anche in quell’occasione, sugli scudi salì la dife­sa che non incassò neppure una rete in concomitanza con il filot- to: all’epoca, a difendere i pali vi era Cilumbriello, questa vol­ta vi è un altro over, il gravinese doc Vicino.

Da Gravina giurano che l’obiettivo della stagione sia una salvezza da conquistare di pari passo con la valorizzazione dei giovani. I prossimi dieci giorni, in particolare, saranno più che fondamentali per stabilire la rea­le dimensione del collettivo murgiano: in serie, infatti, la squa­dra del duo Summa-Ragone sfi­derà Nocerina, Audace Cerignola e Casertana, tre dei collettivi costruiti con l’intento di centra­re il salto di categoria. Fare pun­ti anche in questo trittico da bri­vidi cambierebbe, e di molto, gli scenari di Chiaradia e compagni che, già da domenica, potranno contare sull’apporto di Diop, at­tualmente capocannoniere della squadra con due reti già segnate, che tornerà arruolabile dopo il turno di squalifica scontato nel turno infrasettimanale.

Fonte:NotiziarioCalcio.com