Il Casarano riesce a portare a casa un punto importante al termine di una gara dai cuori forti contro il Lavello al “Lorusso” di Venosa. 2-2- finale che ha visto in gol nel primo tempo per i lucani Longo e Burzio, rimonta completata nel secondo tempo da parte dei salentini con le marcature di Rodriguez e Mincica.

Schieramenti della vigilia in parte confermati, con il Lavello che si schiera con il 4-3-3, con l’unica sorpresa rappresentata da Corna come terzino destro al posto di Dell’Orfanello. Per il resto in cabina di regia ci va Herrera, mentre tridente d’attacco composto da Longo, Burzio e Liurni. Per il Casarano rimane in panchina, per la seconda volta consecutiva, Rodriguez, con in attacco protagonisti Mincica, Favetta e Sansone. In difesa Pedicone vince il ballottaggio con Pagliai.

Ritmi da subito molto alti, con il Casarano che si rende pericoloso già al minuto 8’, quando Sansone recupera sulla destra e a sua volta serve Benvenga: il 2 pone la palla al centro dove Tascone di testa va vicinissimo al gol del possibile 1-0. Un minuto più tardi Sansone, forse oltre la line dei difensori, viene lanciato da Giacomarro e giunto a tu per tu con Franetovic si fa ipnotizzare dal portiere croato. Rimane in avanti la formazione ospite, che al decimo addirittura va vicina al gol con una sassata di Mincica dai trenta metri. AL minuto 14’ il Casarano trova il gol con Favetta lanciato in profondità da Bruno, ma l’attaccante ex Taranto si trova oltre la linea della difesa avversaria e vede annullarsi il tapin vincente. Il primo acuto lucano arriva al minuto 18’, quando Burzio da fuori area calcia da fermo e vede la sfera sorvolare di poco la traversa. Il Lavello prende campo e dopo diversi attacchi poco influenti, arriva il gol del vantaggio dei padroni di casa. Mattera su pressing di Longo perde il pallone, il 7 serve Burzio che palla al piede giunge al limite dell’area e serve di tacco Mercuri, quest’ultimo lascia scorrere per Longo che con il piattone calcia e trova il gol al minuto 32’. Il Lavello prende fiducia e al minuto 34’ va vicino al raddoppio con una conclusione di interno da parte di Liurni. Il Casarano potrebbe anche pareggiare i conti con una punizione ravvicinata al minuto 39’ causata dalla presa di Franetovic fuori dall’area di rigore: Sansone va in battuta ma sfiora il palo. Poco dopo, precisamente al minuto 43’ a trovare il gol è il Lavello che raddoppia con Burzio. Errore della difesa casaranese, Mercuri dalla sinistra crossa per l’argentino che in tuffo trafigge Guido sul palo vicino.

Dopo sette giri di lancetta arriva la prima occasione per i padroni di casa, con Herrera che su punizione va vicino al gol del possibile 3-0. Sul ribaltamento di fronte un erroraccio della difesa dei lucani, permette a Rodriguez di approfittarne e insaccare in rete con uno scavetto ai danni del portiere avversario. Al minuto 57’ il Lavello reagisce e va vicinissimo al gol, con Longo che da fuori area calcia e per poco non trova il gol, con il pallone che sorvola di poco la traversa. Due minuti più tardi un tocco in area di Garcia potrebbe punire il Lavello, ma Franetovic è attento e fa sua la sfera.  Il Lavello tiene le redini della gara e si proietta in avanti nell’ultima mezz’ora, con Guido che al minuto 71’ compie un vero e proprio miracolo su Liurni. Il Casarano tenta di approfittarne in ripartenza e ci riesce minuto 78’ quando nel corso di una manovra confusionaria Rodriguez di testa serve Mincica, che tutto solo in area trova il gol del pareggio. Il Lavello non ci sta e nel finale va vicinissimo al gol del tris, con Herrera prima su punizione e Tuttisanti poi che dal vertice sinistro dell’area conclude sul secondo palo facendo la barba al palo.

LAVELLO-CASARANO: 2-2

Reti: 32’ Longo (L), 43’ Burzio (L), 54’ Rodriguez (C), 78’ Mincica (C).

LAVELLO (4-3-3): Franetovic; Corna, Garcia, Brunetti, Vitofrancesco; Giunta (76‘ Tuttisanti), Herrera, Mercuri; Longo, Burzio, Liurni. A disp.:Carretta, Dell’Orfanello, Zullo, Migliorini, Militano, Orlando, Taverone, Del Grosso. All.: Zeman.

CASARANO (4-3-3): Guido; Pedicone (51’ Pagliai), Mattera, Benvenga, Lobjanidze; Giacomarro (76‘ Feola), Bruno, Tascone (76‘ Atteo); Mincica, Favetta (46‘ Rodriguez), Sansone (85’ El Ouazni). A disp.: D’Ancona, Onda, Negro, Figliomeni. All.: Feola.

ARBITRO: Edoardo Gianquinto della sezione di Parma, coadiuvato dagli assistenti Simone Conte (Napoli) e Alessandro Cortese (Napoli)

Ammoniti: Benvenga (C), Liurni (C).

Note: gara disputata a porte chiuse in ottemperanza delle normative anti covid-19.

Angoli: 5-3.  Rec.: 3’ pt; 6’ st.