Dopo lo scossone dell’esonero di mister Catalano e con la panchina momentaneamente affidata a mister Vito Costantini, il Fasano era chiamato ad una prova di cuore e coraggio contro la quotata Fidelis Andria, reduce da un buon 1-1 contro la corazzata Casarano.

Primo tempo di grande equilibrio, con Bernardini e Lugo Martìnez padroni del centrocampo biancazzurro (quest’oggi in maglia gialla) che orchestrano meravigliosamente le azioni dei padroni di casa, due volte vicine al gol entrambe con Nadarevic.

Dopo mezz’ora di grande equilibrio, 5’ di blackout biancazzurro: in seguito ad una punizione, Lugo Martìnez si infortuna e inizia a zoppicare vistosamente. Il Fasano stacca la spina ed è fatale al 28’ l’incursione dalla sinistra di Avantaggiato che mette al centro una palla bassa e tesa prontamente respinta da Suma ma, sulla ribattuta, l’ex Prinari non perdona, segna e non esulta.

Nel secondo tempo la reazione dei padroni di casa è rabbiosa: il Fasano prende in mano le chiavi della gara con i neoentrati Monaco, Cavaliere e Gaetani e si rende pericoloso in diverse occasioni, tra cui la traversa, direttamente su punizione, colpita da Monaco. Le azioni dei ragazzi di Costantini sono insistenti e all’86’ Nadarevic si procura e realizza un calcio di rigore, suonando la carica ai suoi per tentare di completare la rimonta e guadagnare il bottino pieno.

Tuttavia le velleità dei biancazzurri vengono spente da alcune decisioni arbitrali alquanto discutibili: il doppio giallo a Cassano prima, all’87’, e poi il vantaggio non assegnato al Fasano con Gaetani che si sarebbe ritrovato a tu per tu con Anatrella.

Il Fasano smuove la classifica portandosi a cinque punti (con una partita da recuperare) e soprattutto dà dimostrazione che qualità e personalità erano caratteristiche soltanto, momentaneamente, assopite.

Fasano-Fidelis Andria 1-1

Reti: 28’ Prinari (A), 86’ Nadarevic rig.

Us Città di Fasano: Suma, De Carolis (46’ Trové), Brescia, Lugo Martinez (30’ Monaco), Cassano, Russo, Narese, Bernardini, Stracqualursi (52’ Cavaliere), Nadarevic, Lanzone (73’ Gaetani). A disp. Caccetta, Angelini, Procida, Castrovilli, Taddeo. All. Vito Costantini.
Fidelis Andria: Anatrella, Tutino (78’ Dipinto), Carullo, Manzo, Fontana, Venturini, Avantaggiato (69’ Zingaro), Bolognese, Cristaldi (63’ Russo), Cerone (63’ Mariano), Prinari. A disp. Petrarca, Frisenda, Carretta, Notaristefano, Di Schiena. All. Luigi Panarelli.

Ammoniti: Nadarevic (F), Trovè (F), Avantaggiato (A), Anatrella (A), Zingaro (A), Manzo (A)
Note: 86’ espulso Cassano (F) per doppio giallo.
Rec. pt 1’; st 5’
Arbitro: Burlando di Genova.