Il Nardò più bello della stagione schianta il Sorrento ribaltandolo con i goal di Rimoli, Caputo e Toernros. Era andato in vantaggio il Sorrento al 18′ con Liccardi approfittando si un buco a centrocampo del pressing alto neretino e senza difficoltà il numero 11 rossonero ha infilzato Milli proteso in uscita.

Un vantaggio inaspettato poichè fino a quel punto il Nardò aveva imposto il suo ritmo chiudendo i sorrentini nella loro tre-quarti, segnando un goal con Toernros annullato per oscuri motivi, e visto Scarano intervenire da campione su un tiro di Caputo già nei primissimi minuti.
Subito il goal il Nardò non si è disunito e ha continuato ad alzare i ritmi di gioco creando ancora una palla-goal in area su punizione di Caputo sventata in corner al 25′. Su corner seguente Nicolao viene atterrato in area ed è rigore. Dal dischetto Caputo non angola abbastanza, Scarano gli respinge il pallone ma sopraggiunge Rimoli che insacca.


Il Sorrento risente del colpo e rischia di subire il terzo goal su un altro calcio di punizione dai 30 metri, battuto da Caputo e respinto affannosamente da Scarano ma stavolta Rimoli manca l’impatto vincente. Fusco scuote i suoi che si fanno pericolosi solo nel finale di tempo con due conclusioni potenti ma di poco fuori bersaglio di Cunzi.
Il secondo tempo si apre sulla stessa falsariga del primo. Nardò subito aggressivo e pericoloso. Al 47′ Trinchera imbecca Caputo che, in area con un tocco sapiente, devia il pallone a fil di palo infilandolo alla destra di Scarano. Vantaggio granata meritatissimo ma non fnisce qui.
Al 50′ Rimoli manca la doppietta personale calciando fuori da favorevole posizione. Risponde il Sorrento al 52′ con un’incursione di Liccardi la cui deviazione manda il pallone fuori d’un soffio. Ma oggi il Nardò è irrefrenabile. Al 58′ altra punizione pennellata di Caputo per la testa di Toernros. L’incornata del vichingo è irresistibile e porta il Nardò sul 3-1. Sorrento annichilito e salvato da una dura lezione da Scarano che si supera sui tiri di Potenza all’80 e al 91′ con i rossoneri ridotti in 10 per l’espulsione di Maranzino. In mezzo solo le polemiche per una presunta sostituzione irregolare del Nardò ma dalle immagini appare evidente che tutto sia accaduto a gioco fermo.

Nardò vicino alla vetta, Sorrento in affanno nel riprendere i ritmi campionato.

Il tabellino del match

AC NARDO’ – SORRENTO 3-1

Scorers: 18′ Liccardi (S), 25′ Rimoli, 47′ Caputo, 58′ Toernros (N)

AC NARDO’ (4-2-3-1): Milli; Trinchera, De Giorgi, Romeo, Nicolao; Lezzi (70′ Potenza), Cancelli; Rimoli (83′ Gallo), Massari (70′ Valzano), Caputo (83′ Scialpi); Toernros (70′ Granado).
Bench: Centonze, Palazzo, Politi, Lamacchia.
Coach: Ciro Danucci.


SORRENTO1945 (4-3-3): Scarano, Cesarano, Maranzino, Mezavilla, Fusco, Gargiulo Ale. (52′ Cacace),, Vitale (46′ Camara), Cunzi, Langella (85′ Gargiulo Alf.), Mancino (46′ Mancino), Liccardi.
Bench: Oliva, Somma, Grimaldi, Procida.
Coach: Luca Fusco


Arbitro: Federico Cosseddu di Nuoro
Assistenti: Emilio Giulio Leonardi di Ostia Lido e Francesco Tragni di Matera

Ammoniti: Lezzi, Caputo (N) Maranzino (doppia), Mezavilla, Cunzi (S)

Espulso Maranzino al 92′

Commento in allestimento.