IL PICERNO FA SEMPRE MALE AL BITONTO. NEROVERDI RIBALTATI 2-1 A TITO – U.S. Bitonto Calcio

Terza sconfitta stagionale in Basilicata (con il medesimo risultato) e la zona playoff si lontana pericolosamente

Leonessa vs Leoncello al “Mancinelli” di Tito, località montana confinante con Picerno dove il Bitonto è atteso da una delicatissima trasferta playoff contro i rossoblù potentini. Gli ospiti sognano per oltre mezzora nella ripresa, ma il doppio schiaffo in due minuti incassato per mano di Iadaresta e Girasole risveglia i ragazzi di Loseto, mettendoli dinanzi ad un’amarissima realtà: l’ingresso nel club delle “magnifiche cinque” del girone ora si complica maledettamente. E il Picerno si conferma bestia nera dei neroverdi…

La partita. Freddo e scorcio paesaggistico invernali in terra melandrina.

A parte i soliti lungodegenti (Figliola, Sirri, Dicecco, Palmisano, Triarico, Genchi) più Capece, Tedesco e lo squalificato Piarulli, a disposizione di mister Loseto ci sono ventidue giocatori di cui due provenienti direttamente dalla Juniores di Mimmo Caricola. Torna Biason, dopo il turno di squalifica scontato in occasione di Bitonto-Sorrento, prima presenza in distinta per il neo-arrivato portiere classe ’99, De Lucia, e per il 2003 Guarnaccia, giovane prodotto di prospettiva del vivaio neroverde. L’allenatore barese si riaffida al 3-5-2 con Zinfollino in porta, Nocerino, Petta e Danilo Colella a sua difesa; gli under Di Modugno-Tarantino sulle corsie esterne di centrocampo, Biason cervello nel mezzo con Mariani e Montinaro ai suoi fianchi. Lattanzio e Taurino in avanti.

Dall’altra parte, mister Antonio Palo cambia qualcosa rispetto alla tribolata trasferta infrasettimanale di Portici (vittoria 3-4 quasi allo scadere), ma non il modulo offensivo 4-2-3-1, affidandosi all’under Giuliani tra i pali, a Finizio, Girasole, Dametto e Guerra per la retroguardia; capitan Dettori e D’Angelo dighe in mediana. Stasi, Konè e Kosovan a comporre una trequarti dall’età media decisamente bassa per meglio innescare Albadoro, a segno nel match d’andata vinto 2-0 dai lucani. Out Togora, Oyewale, Origlia, Zito, Santarcangelo.

Partenza con il piglio di chi intende comandare la partita, per i padroni di casa. Ritmi alti, un paio di traversoni minacciosi e tre corner guadagnati in pochi minuti che però non scaldano i guanti in alcun modo al n.1 bitontino, Zinfollino.

Il Bitonto si fa vedere per la prima volta dalle parti di Giuliani all’undecimo: cross teso e ben calibrato di Tarantino dalla sinistra per la testa dell’omologo opposto Di Modugno. Palla lenta alta sopra la traversa. Quasi al quattordicesimo, Picerno minaccioso a pochi passi da Zinfollino con il tandem Albadoro-Kosovan, ma il corpo di Colella e la presa centrale facile dell’estremo difensore ospite evitano guai seri al Bitonto.

Sessanta secondi dopo, sponda di Colella su punizione telecomandata battuta da Montinaro e spettacolare sforbiciata di Petta all’altezza del dischetto di rigore. Palla alta.

Qualche spreco bitontino di troppo soprattutto con Taurino e Lattanzio sulle ripartenze che, puntuali, vengono concesse da un aggressivo e arrembante Picerno.

Nel frattempo, pioggia battente e vento gelido sul “Mancinelli” di Tito.

37’: bomba mancina su piazzato dalla distanza di capitan Lattanzio. Giuliani non si fida di campo e sfera viscidi, così decide bene di rifugiarsi prudentemente in corner.

Un calcio piazzato senza pretese battuto da Kosovan, bloccato a terra da Zinfollino senza alcun problema, manda in archivio sullo 0-0 i primi, piacevoli quarantacinque minuti con un solo vincitore indiscusso: il clima invernale.

La ripresa si apre con il retropassaggio suicida di Guerra che mette in clamorosa difficoltà il suo portiere. Fallaccio disperato dello stesso Giuliani su Taurino (costretto ad uscire, dentro Palazzo), con regola del vantaggio applicata alla perfezione dal direttore di gara; recupera palla mister 12 gol stagionali, Lattanzio, che con freddezza e lucidità non calcia subito in porta bensì avanza un po’ in area e beffa tutti con un lob letale e importantissimo… 0-1 Bitonto poco prima del minuto 4 del secondo tempo.

Mister Palo corre immediatamente ai ripari, gettando nella mischia altri due top player rispondenti ai nomi di Esposito e Pitarresi in luogo di Finizio e D’Angelo. Un quarto d’ora più tardi, dentro anche Iadaresta per Kosovan: Picerno ora schierato con un 4-4-2 ultra-offensivo e tanti tanti centimetri in attacco con la coppia Albadoro-Iadaresta.

Tuttavia, di fronte ai picernesi c’è un Leone per nulla intimorito che non arretra di un passo in campo, concedendo solo quattro conclusioni da fuori senza pretese (a Pitarresi, Dettori, Albadoro) e una zuccata lontana dallo specchio di porta tentata su corner dal gigante Iadaresta. Zinfollino non deve però preoccuparsi. Sale in cattedra anche la mediana neroverde, va evidenziato, soprattutto nelle infaticabili “sagome” pugnanti di Biason e Mariani.

36’: Giuliani tiene a galla il Picerno. Lattanzio, sontuoso nella ripresa, lancia Palazzo in profondità; l’attaccante bitontino vince un contrasto e si presenta quasi a tu-per-tu con il portiere avversario, in posizione leggermente defilata sulla destra. Il n.1 classe 2001 è reattivo sul rasoterra di Palazzo e chiude la sliding door decisiva del match.

Fra il 38’ e il 40’ il pareggio-beffa e il gol dell’incredibile ribaltone dei padroni di casa… Tiro-cross da sinistra del capitano picernese Esposito, nugolo di uomini davanti a Zinfollino che viene beffato sul secondo palo dal tocco impercettibile del neo entrato Iadaresta. Appena due minuti dopo, il 2-1 aereo del difensore ventenne Girasole sugli sviluppi di un calcio d’angolo ben eseguito. È il colpo del K.O. per il Bitonto, ribaltato a Tito da un Picerno che incassa tre punti d’oro nella corsa playoff del girone H, al cospetto di una delle più temibili e lanciate avversarie dirette.

Bitonto ora di nuovo in campo mercoledì 28 aprile, quando al “Città degli Ulivi” arriverà la Team Altamura, oggi fermata sul pari in Campania dal Real Agro Aversa.

27^ GIORNATA CAMPIONATO SERIE D – GIRONE H

AZ PICERNO – BITONTO 2 – 1

Reti: 4’ st Lattanzio, 38’ st Iadaresta, 40’ st Girasole

AZ PICERNO: Giuliani, Finizio (9’ st Esposito), Dametto, D’Angelo (9’ st Pitarresi), Dettori (C), Girasole, Stasi, Guerra, Konè, Albadoro (48’ st Nossa), Kosovan (20’ st Iadaresta).

A disp.: Siani, Caiazza, Carnevale, Orsi, Allegretto. All. Palo

BITONTO: Zinfollino, Di Modugno, Colella D. (43’ st Esposito), Nocerino, Biason, Petta, Mariani, Montinaro, Taurino (9’ st Palazzo), Lattanzio (C), Tarantino.

A disp.: De Lucia, Milani, Colella S., Zaccaria, Passaro, Nannola, Guarnaccia. All. Loseto

Arbitro: Di Nosse (Nocera Inferiore). Assistenti: Vitale (Salerno) e Portella (Frattamaggiore).

Ammoniti: D’Angelo (P); Tarantino, Montinaro (B).

Note: minuti di recupero 0 pt – 5 st.