Dedica per Rocco Augelli
Nel penultimo turno di andata, allunga la capolista San Marco che vince in extremis sul campo del Rutigliano, e sfruttando il pari interno (anch’esso in extremis) del Martina, vola laureandosi anticipatamente campione di inverno nonostante i martinesi recupereranno il match di Barletta Giovedì 13 Dicembre.
[sc name=”baldo” ]
Vittoria al fotofinish per la capolista San Marco che espugna Rutigliano tra le polemiche, con proteste vibranti dei padroni di casa sulla rete in pieno recupero del solito Salerno. Eppure i locali hanno lottato coriaceamente per tutti i novanta minuti, soffrendo in un paio di incursioni di Salerno e Solimando che chiamano il portiere Fortunato a due grandi interventi. Al minuto novantacinque però, il tecnico Iannacone neo entrato in campo si inserisce in area e colpisce di testa, Fortunato respinge, ma sull’appoggio dello stesso Iannacone sul secondo palo trova pronto Salerno che insacca da due passi. Beffa per il Rutigliano che protesta per fuorigioco, la capolista però allunga.
Il Martina Calcio 1947 rallenta la rincorsa alla capolista San Marco, ma mantiene l’imbattibilità in campionato pareggiando nel finale contro un ben messo in campo  Sporting Apricena. Eppure i martinesi partono in attacco e sbattono diverse volte con Mummolo, Amodio sbattono su un insuperabile portiere ospite Leo. Il copione non muta e nella ripresa un contropiede micidiale condotto e risolto dal capitano rossoblu Lupardi al rientro, e porta inaspettatamente in vantaggio i foggiani. Solo nel secondo minuto di recupero, Amodio si guadagna e realizza un penalty che perlomeno consente in caso di vittoria in quel di Barletta nel recupero di Giovedì, di ipotecare la seconda posizione.
Terzo posto solitario per il Ginosa che supera un buon Don Uva 1971 e si proietta nel big match di Domenica in casa della capolista San Marco. Pronti via ed il Ginosa prima rischia, poi passa dopo sette minuti con Musa che lanciato in profondità da Carlucci, anticipa il portiere ospite in uscita e lo beffa con un tocco morbido per l’immediato vantaggio. Salgono di tono gli ospiti, con Sallustio di testa è fermato da due passi da uno strepitoso Giampetruzzi. Ad inizio ripresa trascorrono cinquanta secondi ed una palla vacante al limite è girata in rete da Russo per il raddoppio da applausi. Tris annullato a Ciardo su dubbio tap in fuorigioco, e penalty fallito da Musa (parato da Troilo) dopo una superba azione di Cellamare, steso in area. Così la legge del calcio punisce i biancoazzurri con Porcelli strattonato da Lippolis e rigore che che Amoroso realizza. Giampetruzzi salva i suoi e nel finale, biancoazzurri che festeggiano il sesto risultato utile consecutivo.
In una gara condizionata dal forte vento, Nuova Spinazzola e Audace Barletta si dividono la posta in palio con una rimonta firmata Rino Gilfone. Eppure nei primi dieci minuti gli ospiti presentatisi con numerosi ex, passano subito in doppio vantaggio con l’ex Di Noia, che deposita in rete una palla sfuggita a Lagreca in presa bassa. Su schema da angolo, D’Onofrio serve Terrone che da due passi batte Lagreca. Match spigoloso, ma Gilfone riapre il match alla mezz’ora sfruttando una indecisione del portiere Di Candia con la difesa. Nella ripresa le occasioni latitano ma un intervento scomposto di Rizzo sul neo entrato Pellicciari consente a Gilfone di siglare su penalty la sua doppietta personale ed il definitivo pareggio.
Nonostante alcune assenze, su tutte quelle di Fabio D’Introno, lo Sporting Donia ottiene tre punti frutto di buon gioco offensivo contro un mai domo Virtus Bitritto. Pronti via e Ragno imbeccato in area, anticipa un difensore viene steso, siglando egli stesso dagli undici metri la rete del vantaggio. Lo Sporting approccia bene alla gara e con il neo acquisto Pasculli dal Don Uva, trova il raddoppio su ottima conclusione a volo dalla distanza, con un destro che non lascia scampo a Tanzi. I foggiani mollano la presa, e nella seconda frazione una conclusione dalla distanza di Mosaico, sorprende anche grazie al vento, Musacco, riaprendo i giochi. Ma i padroni di casa richiudono poco dopo il match sugli sviluppi di un calcio d’angolo con Ciano che gira in rete per il definitivo tre a uno.
Una Vigor Liberty San Paolo rimaneggiata cede in casa contro il quotato Real Siti, dedicando la vittoria a Rocco Augelli afflitto da seri problemi di salute (foto). Senza i fratelli Tenzone out per squalifica, i padroni di casa hanno faticato più del dovuto, ed il nuovo estremo barese Leleuso ha raccolto la sfera dal sacco per ben tre volte. Vantaggio ospite a firma di Lavigna nel recupero della prima frazione, lanciato in porta da Pipoli dopo uno scambio sulla destra con Siciliano. Nella ripresa il raddoppio porta ancora firma di Lavigna che sigla da due passi la rete su assist di Stango. Il neo acquisto dei reali, Difrancesco per un gradito ritorno, riceve palla in area e la spara sotto il sette chiudendo il match, riaperto parzialmente per definitivo uno a tre di D’Agostino nel finale.
Termina con un pareggio a reti bianche la sfida tra il Noicattaro ed il fanalino di coda del Trulli e Grotte, in un match avaro di emozioni. I padroni di casa ci provano nella prima frazione, ma Salvi non trova la porta. Nella ripresa Nitti per i nojani viene espulso dal terreno di gioco, e l’inferiorità numerica dei rossoneri spegne le velleità di vittoria.
Balzo in zona playout per un Bitetto che crede nella salvezza battendo al termine di un incontro ben giocato, il Norba Conversano dei grandi nomi, ma in un periodo complicato. Per i padroni di casa la rete nella ripresa di Gissi di testa su traversone dalla destra, acuisce le difficoltà di un Norba che deve reagire per staccare quanto prima le altre compagini appaiate in zona playout.