Il Real Agro Aversa cade col Fasano, Pellegrino e Filosa furiosi per la direzione arbitrale


Cade il Real Agro Aversa al Papa di Cardito contro il Fasano. Per i pugliesi decide Melillo al 26′ del primo tempo (1-0). Diversi tuttavia gli episodi arbitrali che hanno suscitato le ire dell’entourage normanno, dai rigori non concessi per gli interventi su Pagliuca a 20′ dal termine e Varchetta quasi ai titoli di coda, al rosso rifilato per doppia ammonizione a Faiello, passando per un giallo comminato a Gallo (diffidato) per un fallo invertito, secondo la versione granata. Insomma, c’è molta contrarietà per l’arbitraggio del torinese Simone Gauzolino e, mentre il Ds Paolo Filosa, assai furibondo, preferisce per ora non parlare, a rappresentare la voce della società è il presidente Guglielmo Pellegrino. E le sue sono parole di fuoco. 

“Se il calcio è diventato un teatrino per concedere gettoni ad arbitri incompetenti, a millantatori che ruotano intorno alla Federazione oppure a personaggi in cerca d’autore ce lo dicano subito. Noi non ci stiamo, non ci stiamo a questi giochetti di palazzo. Due calci di rigore grossi quanto una casa non visti da un arbitro che spero sia semplicemente incompetente e non in malafede. Ha espulso un nostro calciatore, Faiello, in maniera veramente superficiale, fischiando per tutta la gara a senso unico. Abbiamo disputato un secondo tempo di sacrificio, chiudendo il Fasano nella propria area nel secondo tempo. Li abbiamo obbligati a sbagliare in area, e quando si sbaglia in area poi c’è il rigore. Noi ci siamo riusciti per ben due volte, con Varchetta e Pagliuca, ma questa volta il direttore di gara aveva già deciso chi dovesse vincere il match. Il presidente della Lnd Sibilia lo conosco da tempo e so che persona è, conosco la sua passione e la sua buona fede ma ho bisogno di un incontro urgente per chiarire la nostra posizione. Siamo stati anche noi avvicinati da personaggi che dovrebbero essere eliminati da questo calcio e per questo motivo puntiamo alla massima trasparenza. Col Sorrento, oggi e in tante altre partite abbiamo subito ingiustizie vere e proprie. Se c’è un disegno contro di noi, o contro il presidente Pellegrino, lo dicano chiaramente. Se diamo fastidio in Serie D siamo pronti a togliere il disturbo”. 

Fonte:NotiziarioCalcio.com