Il Taranto non sfonda: allo Iacovone solo un punto col Fasano


Successo importante, per certi versi sofferto, per il Taranto che si impone per 3-1 sul Molfetta grazie alle reti di Serafino, Diaz e Corvino (queste ultime due su calcio di rigore). Buona, però, la prestazione della formazione ospite che, alla mezz’ora della ripresa, aveva riaperto la contesa con il solito Strambelli.

Laterza sceglie il 4-2-3-1: chiavi della mediana affidate a Marsili e Tissone, Santarpia è il terminale offensivo supportato da una folta trequarti composta, da destra a sinistra, da Versienti, Nicholas Rizzo e Falcone. Risponde il Molfetta con un omogeneo 4-4-2 che vede, lì in avanti, agire il tandem Acosta-Strambelli.

Dopo appena 27’’ di gioco Santarpia sfiora subito il gol: servizio di Ferrara per l’atleta classe ’00 che, al volo, conclude sull’esterno della rete. Al 13’ ci prova Marsili dai 30 metri, ma Rollo blocca: nel mentre, però, Santarpia rimane a terra infortunato e al suo posto entra Serafino. Il Taranto appare in difficoltà, il Molfetta spinge sull’acceleratore e, a cavallo tra il 17’ e il 20’, sfiora il vantaggio: ci prova dapprima Acosta su assist di Varriale, ma la sfera si spegne sull’esterno della rete, Cianciaruso si fa ipnotizzare da Ciezkowski poco dopo, infine un tiro cross di Strambelli mette i brividi alla retroguardia di casa.
Al 23’ la svolta del match: Rafretraniaina, già ammonito, atterra Ferrara, rimediando il secondo giallo e la conseguente espulsione. Sulla successiva punizione Tissone impegna severamente Rollo. Ne susseguono tre corner, l’ultimo dei quali propizia il gol del Taranto: batti e ribatti in area, Rollo si supera su Versienti, ma nulla può sul tap-in di Serafino. I padroni di casa assumono in toto le redini del match: in successione ci provano Nicholas Rizzo e Falcone, ma è clamoroso quanto avviene al 34’ quando Serafino, su respinta di Rollo, chiama il portiere ospite ancora agli straordinari. Il Taranto spinge, il Molfetta è tutto in una punizione defilata di Strambelli che si spegne alta: si torna negli spogliatoi sul punteggio di 1-0.

La ripresa si apre con un pericolo per il Taranto: Acosta, da posizione defilata, mette al centro, ma la retroguardia di casa è attenta e si rifugia in angolo. Gli ionici provano a chiuderla a cavallo tra il 57’ e il 58’: Rizzo, dai 25 metri, conclude a lato, Serafino di testa invece si divora letteralmente la palla del 2-0. Il raddoppio dei rossoblù giunge al 64’: slalom di Ferrara, servizio magistrale per Nicholas Rizzo che viene atterrato in area da Di Bari. L’intervento dell’ex di turno è considerato irregolare: il penalty viene trasformato da Diaz che spiazza Rollo. Un po’ a sorpresa, però, poco dopo la mezz’ora il Molfetta accorcia: punizione defilata di Strambelli che coglie completamente impreparati Ciezkowski e l’intera difesa rossoblù, per il gol che riapre la contesa. Il Molfetta preme, ma il Taranto la chiude a un minuto dal termine: Nicholas Rizzo si procura il secondo penalty di giornata trasformato, questa volta, da Corvino. Ci sarebbe gioia anche per l’argentino, ma la sua conclusione termina fuori. Il Taranto supera 3-1 il Molfetta e rimane primo in classifica, anche se il Casarano, a -2, ha una gara in meno degli ionici.

Domenica prossima il Taranto sarà di scena al Fanuzzi di Brindisi, per il Molfetta ostico esame sul campo del Picerno.

TARANTO – MOLFETTA 3-1

TARANTO (4-2-3-1): Ciezkowski 6-; Boccia 6, G.Rizzo 6, Guastamacchia 6,5, Ferrara 7; Marsili 6, Tissone 6 (37′ st Matute sv); Versienti 6,5 (20′ st Diaz 6,5), N.Rizzo 7, Falcone 6,5 (29′ st Corvino 6,5); Santarpia 6 (14’ pt Serafino 6,5, 37′ st Diaby sv). A disp.: Caccetta, Shehu, Silvestri, Mastromonaco. All.: Laterza 6,5.

MOLFETTA (4-4-2): Rollo 6,5; Pinto 6 (1′ st Forte 6), Di Bari 5,5, Fucci 5,5, Diallo 6; Varriale 6, Cianciaruso 6 (33′ st Afri 6), Rafetraniaina 5, Triggiani 5,5 (35’ pt Caprioli); Strambelli 7, Acosta 6 (20′ st Lacarra 6). A disp.: Tucci, Kaleba, Afri, Conteh, Massarelli, Ventura. All.: Bartoli 6.

ARBITRO: Mucera di Palermo 6,5. Assistenti: Chichi e Tagliaferro.

MARCATORI: 27’ pt Serafino (T), 25′ st Diaz (T) su rig., 31′ st Strambelli (M), 44′ st Corvino (T) su rig.

ESPULSI: Rafetraniaina (M) al 23’ pt per doppia ammonizione.

Ammoniti: Rafetraniaina (M) al 4’ pt, G.Rizzo (T) al 15’ pt, Rafetraniaina (M) al 23’ pt, Diallo (M) al 34’ pt, Caprioli (M) al 15′ st, Cianciaruso (M) al 22′ st, Fucci (M) al 32′ st, Tissone (T) al 35′ st, Corvino (T) al 44′ st.

NOTE: gara disputata a porte chiuse in ottemperanza delle misure anti covid-19. Angoli: 5-3. Rec.: 2′ pt, 4′ st.

Fonte:NotiziarioCalcio.com