Anche nel girone H programmato già un anticipo


Nuova tappa importante raggiunta: la Molfetta avrà lo stadio Paolo Poli in gestione. Questa mattina- mercoledì 10 marzo 2021- il sindaco di Molfetta Tommaso Minervini, con il supporto dell’assessore allo Sport Vincenzo Spadavecchia, ha firmato la concessione che consente alla dirigenza biancorossa di poter gestire in autonomia l’impianto del Poli per le prossime cinque stagioni. Si tratta di un accordo storico per la città di Molfetta, che consente una gestione polifunzionale dell’impianto, anche extracalcistica. Un obiettivo da sempre nel mirino della dirigenza biancorossa- quest’anno composta dal Presidente Cormio, dal Vice Presidente Bufi, dal Presidente Onorario d’Alesio, dal Responsabile del Settore Giovanile De Gennaro e dal DG Camicia- un traguardo che consente di proseguire nel solco della programmazione che ha contraddistinto le ultime annate biancorosse. Un risultato invidiabile a livello regionale, e non solo, raggiunto grazie a una visione a lungo termine e all’impegno operativo di tutta la dirigenza e alla lungimiranza dell’amministrazione comunale. Questa concessione consentirà alla società biancorossa di sfruttare appieno le potenzialità di un impianto recentemente restaurato, che può ospitare gare internazionali di calcio sino alla categoria under 21, ma anche gare di atletica o altre manifestazioni sportive; per non parlare di eventi e presentazioni. Vivere il Poli sette giorni su sette rappresenterà di qui a breve- superate le restrizioni legate al covid- il prossimo obiettivo: coinvolgere sempre più tutta la cittadinanza, e non solo, per vivere appieno la bellezza e i valori dello sport e condividere momenti di spensieratezza.   “C’è grande soddisfazione e orgoglio” -dichiara la dirigenza biancorossa- “per aver creato un clima di collaborazione proficua con l’amministrazione comunale. Un rapporto duraturo: c’è sempre stata la voglia da ambo le parti di perseguire questa strada ma, allo stesso tempo, non si è trattato di una pratica scontata. Non è stato semplice raggiungere questo accordo, in primis per via delle tante pratiche burocratiche tra le quali districarsi. Per questo un ulteriore ringraziamento, oltre a tutti i componenti della dirigenza, va fatto alla dott.ssa Erika Cormio, che ha redatto la convezione di concerto con l’amministrazione comunale, e lo studio legale Genchi, che ha curato i termini legali in una fase successiva.  Si tratta di una scelta orientata alla crescita: abbiamo una squadra in serie D, un settore giovanile che cresce anno dopo anno sia in termini numerici che qualitativi ma non ci basta…Ora abbiamo aggiunto un ulteriore tassello al nostro mosaico. Insieme abbiamo raggiunto un risultato brillante, che deve rappresentare però solo un punto di partenza in vista di un futuro sempre più radioso, che possa rimanere negli annali del calcio e della città di Molfetta.  Da oggi abbiamo una casa tutta nostra che vogliamo rendere sempre più confortevole e accogliente per tutti coloro che vorranno starci vicino, aiutarci e sostenerci per godere appieno di questa bellissima città: la nostra Molfetta. Stiamo con i fatti dando seguito alle parole. Questo è il nostro modus operandi e questa sarà sempre la nostra filosofia”.

Fonte:NotiziarioCalcio.com