Campionato a singhiozzo impone soste lunghe e incontri ravvicinati. Domani il Casarano incontrerà il Francavilla.

E’ una partita importante, difficile, però la cosa che mi fa ben sperare è aver visto la reazione dei ragazzi domenica con un uomo in meno. Il fatto di avere questa partita ravvicinata è un problema relativo perché ho a disposizione una rosa importante, perciò chi sarà chiamato si farà trovare pronto per cogliere l’occasione e sfruttarla.

Domenica è piaciuta la forza di reazione della quadra che, in dieci, è riuscita a recuperare il risultato.

In questo momento stiamo facendo fatica in fase realizzativa, però nel complesso, domenica, abbiamo fatto un’ottima partita con una buona squadra e abbiamo ottenuto un punto importante, soprattutto in rimonta e con un uomo in meno. L’ho detto in tempo non sospetti, il campionato è lungo, c’è tempo, dopo solo otto partite e dopo le problematiche del covid. Ci stiamo riprendendo, domani dobbiamo chiudere in bellezza questo 2020 con i tre punti che sono importantissimi.

Focalizziamo l’attenzione sul Francavilla. Che avversario si aspetta?

E’ una squadra ostica… Ci sono squadre ben organizzate, aggressive, che non mollano mai che ti pressano a tutto campo. Sappiamo che domani ci aspetta una partita molto dura, ci siamo preparati in questi due giorni e sono molto fiducioso perché la forza e la determinazione che ho visto mi fa ben sperare.

Il Casarano lamenterà l’assenza di Versienti squalificato, il Francavilla ne ha tre uomini squalificati dal giudice sportivo.

Io guardo in casa mia e non i quella degli altri, mancherà Leo (Versienti) ma sicuramente, come ho detto prima abbiamo una rosa importante e chi sarà chiamato in causa dimostrerà il proprio valore.

Ci sarà qualche recuperato?

Penso di si, avremo qualche recuperato, vedremo fino a domani…

Chi sarà chiamato in causa darà il massimo.

Chiara Giulia Micoccio