L'Empoli ci riprova, big match a Monza

ChievoVerona – Cremonese

A Verona i match ufficiali tra le due squadre sono 4: ha sempre vinto la squadra di casa, ultima volta l’anno scorso in serie B, 1-0. In questi 360’ Cremonese senza reti al “Bentegodi” contro le 6 firmate dai padroni di casa. Luigi Canotto alla gara 200 nel professionismo. Chievo miglior difesa casalinga 2020/21: 13 gol subiti dagli scaligeri, come Cittadella e Salernitana.

Cremonese una delle due formazioni cadette più prolifiche nei primi 15’ di gara. 9 le reti grigiorosse tra 1’ e 15’ di gara, come l’Empoli.

Alfredo Aglietti, da allenatore, incrocia per la terza volta Fabio Pecchia, contro cui non ha mai vinto: 1 pareggio ed 1 successo del coach grigiorosso nel doppio Ascoli-Hellas Verona, serie B 2016/17. I due, da calciatori, hanno giocato insieme per una stagione con la maglia del Napoli: nel 1996/97, con la squadra azzurra che raggiunse la finale di coppa Italia, persa dal Vicenza. In quella stagione 1996/97 furono 38 le presenze di Pecchia, sommate le coppe e 34 per Aglietti. I due furono capocannoniere e vice capo-cannoniere di quell’annata azzurra: 10 gol l’attuale coach clivense, 7 per quello grigiorosso (pari merito con Caccia).

Squalificati: Castagnetti (Cremonese);

Diffidati: De Luca, Fabbro, Viviani (ChievoVerona); Bartolomei, Fiordaliso, Ravanelli (Cremonese)

Cittadella-Virtus Entella

Al Tombolato tra le squadre che rappresentano le due città più piccole della Serie BKT 2020/21 esistono 4 precedenti ufficiali, tutti in serie B: 1 vittoria veneta (2-1 nel 2016/17) e 3 successi liguri (ultimo 3-1 nella B 2019/20), senza pareggi. In questi 4 match la Virtus Entella è andata sempre a segno (6 reti). Marco Rosafio è il re dei subentranti: 24 ingressi a partita in corso su 28 gare disputate. Il Cittadella è la cooperativa del gol nella 2020/21 dopo 35 giornate: 18 marcatori diversi per i granata veneti. Cittadella miglior difesa casalinga: 13 gol subiti dagli scaligeri, come ChievoVerona e Salernitana. Cittadella la più formazione cadetta 2020/21 più prolifica, insieme ad Empoli e Monza, nel quarto d’ora finale di gara: 13 le reti messe a segno tra il 76’ e il 90’, recuperi inclusi da ciascuna di queste 3 compagini.

Andrea Paolucci potrebbe raggiungere la presenza numero 100 con la Virtus Entella: ne conta finora 99. La Virtus Entella – già aritmeticamente retrocessa in Lega Pro dal turno precedente e senza vittorie da 16 giornate – è una delle due formazioni cadette 2020/21, insieme al Brescia, che perde nelle riprese il maggior numero di punti rispetto ai risultati del 45’: -13.

Sfida tecnica ufficiale inedita tra Roberto Venturato e Gennaro Volpe.

Squalificati: Camigliano (Cittadella)

Diffidati: Benedetti, Beretta, Branca, Gargiulo, Pavan, Perticone, Rosafio (Cittadella); Brunori Sandri, Chiosa, Settembrini (Virtus Entella)

Empoli-Cosenza

Ad Empoli i confronti ufficiali tra le due squadre sono 8: 3 vittorie toscane (ultima 3-2 nella serie B 1999/00), 2 pareggi (ultimo 1-1 nella serie B 1988/89) e 3 successi calabresi (ultima 5-1 nella serie B dell’anno scorso), con Cosenza sempre vittorioso nelle ultime 3 partite giocate al “Castellani”.

L’Empoli ad un passo dalla settima promozione in Serie A della propria storia, in soli 35 anni, visto che la prima risale al 1985/86. Empoli in A, senza guardare altri risultati, se vince oggi contro il Cosenza. Se pareggia, sarà sufficiente che il Monza batta il Lecce, avendo +7 su brianzoli e salentini, oppure in caso di sconfitta della Salernitana a casa del Pordenone. Se perde può essere in A se la Salernitana perdesse a casa del Pordenone e contestualmente il Lecce fa risultato a Monza.

I record azzurri 2020/21: finora Empoli formazione in assoluto più vittoriosa (17 partite su 35 giornate), squadra che ha perso di meno (2 volte); squadra meno ammonita (58 cartellini gialli subiti dagli azzurri toscani in 35 giornate) ed unica squadra della B 2020/21 imbattuta in casa, con ultimo k.o. interno azzurro risale al 27 luglio scorso, quando il Cosenza vinse 5-1 al “Castellani”; da allora, inclusa la coppa Italia, 19 gare disputate con 11 successi azzurri ed 8 pareggi.

Si sfidano le due regine dei pareggi nella Lega B 2020/21 dopo 35 turni: primato del Cosenza a quota 17, seguono i toscani con 16. Cosenza squadra  che ha subito più rigori dopo 35 giornate: 10. 300 nel professionismo per Mirko Carretta.

Incrocio tecnico numero 2 fra Alessio Dionisi e Roberto Occhiuzzi dopo la gara di andata del 4 gennaio scorso, vinta in Calabria dal coach azzurro per 2-0.

Squalificato: Falcone (Cosenza)

Diffidati: Bandinelli, Matos, Stulac, Zurkowski (Empoli); Ba, Ingrosso (Cosenza)

L.R. Vicenza – Brescia

A Vicenza 39 precedenti ufficiali fra le due squadre: 17 le vittorie biancorosse (ultima 2-0 nella serie B 2014/15), 14 pareggi (ultimo 1-1 nella serie B 2016/17) ed 8 successi ospiti (ultimo 2-1 nella serie B 2015/16). 500 nel professionismo per Luca Rigoni.

Sfida fra le due squadre che vantano meno espulsioni a favore dopo 35 turni della Lega B 2020/21: 2 i biancorossi veneti, 3 il Brescia (come Salernitana, Spal, Pisa, Cosenza ed Empoli).

Brescia formazione cadetta 2020/21 che perde, nelle riprese, il maggior numero di punti rispetto ai primi tempi: -13 il deficit delle “rondinelle”, primato del torneo condiviso con la Virtus Entella.

Primo incrocio tecnico ufficiale fra Domenico Di Carlo e Pep Clotet.

Squalificati: –

Diffidati: Barlocco, Bruscagin, Giacomelli, Longo, Pontisso, Zonta (L.R. Vicenza); Bjarnason (Brescia)

Monza – Lecce

A Monza sono 13 i precedenti ufficiali con bilancio che vede 4 vittorie brianzole (ultima 2-1 nella coppa Italia di serie C 1995/96), 7 pareggi (ultimo 1-1 nella coppa Italia 2005/2006, partita poi vinta ai rigori dai padroni di casa per 5-3) e 2 successi pugliesi (ultimo 2-0 nella coppa Italia 1998/99). Lecce a segno in casa del Monza da 6 partite consecutive: ultimo stop il 29 gennaio 1984, con l’affermazione brianzola in serie B per 1-0. Nei successivi 6 match disputati, i giallorossi hanno messo a referto 7 reti. Tra le 13 partite in Brianza, ricordiamo quella del 16 giugno 1985, finita 1-1 all’ultima giornata con le reti di Alberto Di Chiara al 15’ e Saini al 18’, che sancì la prima storica aritmetica promozione in serie A dei giallorossi salentini.

Monza a porta aperta da 6 partite di fila, totale di 9 reti al passivo: ultimo “clean sheet” biancorosso il 16 marzo scorso, 2-0 in casa sulla Reggiana. Monza scatenato nei 15’ finali di partita: 13 le reti biancorosse, formazione più prolifica della Lega B 2020/21 in questa fase di gara, come Empoli e Cittadella.

Di fronte le due formazioni cadette 2020/21 che hanno avuto più rigori a favore dopo 35 turni: 8 i biancorossi brianzoli, 11 i giallorossi salentini. Di fronte la difesa bunker (Monza, soli 31 gol subiti in 35 giornate) contro l’attacco-record del torneo (Lecce, 65 marcature siglate in 35 partite).

Lecce formazione cadetta 2020/21 che migliora di più nelle riprese i risultati del 45’: +14 il saldo attivo giallorosso dopo 35 turni. Lecce scatenato nei 15’ iniziali della ripresa: 14 le marcature giallorosse fra 46’ e 60’ di gioco. Lecce in rete da 9 turni consecutivi, totale di 21 marcature: ultimo stop giallorosso il 2 marzo scorso, 0-0 al “Via del Mare” contro l’Entella. Lecce imbattuto fuori casa da 10 incontri, di cui 7 vinti e 3 pareggiati. Ultimo k.o. esterno salentino a Ferrara, 0-1 lo scorso 22 dicembre.

Massimo Coda, che da sabato scorso ha battuto il suo record personale stagionale di gol (22 contro i 21 siglati al Benevento 2018/19, sempre in B, resta il calciatore più determinante della Serie BKT 2020/21 dopo 35 turni, in valore assoluto: 26 punti su 61 dei giallorossi di Corini portati grazie alle sue reti decisive.

Tra Cristian Brocchi ed Eugenio Corini unico precedente tecnico ufficiale la gara di andata, chiusa sullo 0-0 a “Via del Mare”.

Squalificati: Majer (Lecce)

Diffidati: Boateng, D’Alessandro (Monza); Calderoni, Coda, Henderson, Rodriguez (Lecce)

Pescara – Reggiana

A Pescara sono 14 i confronti ufficiali fra le due squadre: 11 vittorie biancazzurre (ultima 2-0 nel playoff di I Divisione 2009/10), 2 pareggi (ultimo 1-1 nella serie B 1991/92) ed 1 successo granata (1-0 nella serie B 1981/82).

Il Pescara, che già non può più salvarsi direttamente, ma solo semmai attraverso i playout, potrebbe aritmeticamente retrocedere domani in C se perdesse dalla Reggiana, andando a –8 dai granata con 2 turni ancora da disputare. Pescara estremamente distratto nei primi 30’ di gioco: 21 reti sulle 54 totali subite dai biancazzurri in questa fase di gara, pari al 38,9% del dato generale, di cui 10 dal 1’ al 15’ (come il Pisa) ed 11 dal 16’ al 30’ (come il Cittadella).

Di fronte la formazione cadetta che ha vinto di meno in casa nel 2020/21 (3 volte, il Pescara, come Entella e Cosenza) e quella che in trasferta ha perso più volte (12, la Reggiana). Di fronte anche secondo e terzo attacco più anemico del torneo, 28 reti segnate dagli abruzzesi, 29 dagli emiliani (come il Cosenza); peggio a 27 soltanto l’Entella.

Reggiana squadra cadetta 2020/21 che calcia meno rigori: 2 in 35 giornate.

Tra Gianluca Grassadonia e Massimiliano Alvini un solo incrocio tecnico ufficiale: nella II Divisione Lega Pro 2013/14 Messina-Tuttocuoio 1-0.

Squalificati: Yao (Reggiana)

Diffidati: Dessena, Maistro, Masciangelo, Scognamiglio, Valdifiori (Pescara); Costa, Del Pinto, Laribi, Mazzocchi, Muratore, Pezzella, Rozzio, Varone (Reggiana)

Pisa – Venezia

I precedenti ufficiali tra le due squadre a Pisa sono 18: in bilancio 9 successi nerazzurri (ultimo 3-1 nei playoff di serie C-1 2006/07), 4 pareggi (ultimo 0-0 nella serie C-1 2006/07) e 5 vittorie lagunari (ultima 2-1 nella serie B 2019/20).

Pisa squadra regina delle sostituzioni dopo 35 turni: 170 effettuate dai nerazzurri toscani sulle 175 a disposizione. Pisa k.o. in casa solo contro il Lecce, 0-1 lo scorso 5 aprile, nelle ultime 14 partite all’ “Arena Anconetani”; restante bilancio di 6 vittorie nerazzurre e 7 pareggi.  Andrea Beghetto potrebbe raggiungere le 100 presenze in Serie B. Davide Marsura vicino alla 200° presenza ufficiale da professionista.

Venezia scatenato prima della pausa: 13 le reti firmate dai lagunari tra 31’ e 45’ di gioco, recuperi inclusi, primato nella fascia di gara nella B 2020/21. Venezia in rete da 7 trasferte consecutive, 12 gol totali: ultimo stop il 29 gennaio scorso, 0-0 a Vicenza. Venezia formazione regina del torneo per pareggi fuori casa: 9 collezionati, a pari merito con ChievoVerona e Reggina.

Terzo confronto tecnico ufficiale tra Luca D’Angelo e Paolo Zanetti, con attuale tecnico nerazzurro mai vittorioso: a bilancio 1 pareggio ed 1 vittoria del mister lagunare.

Squalificati: Benedetti (Pisa); Aramu (Venezia)

Diffidati: Mazzitelli, Pisano (Pisa); Ceccaroni, Di Mariano, Esposito Seb., Forte, Modolo (Venezia)

Pordenone – Salernitana

Un solo confronto ufficiale in Friuli fra le due squadre: 1-1 nella B dell’anno scorso.

Pordenone compagine regina cadetta dei pareggi in casa nel 2020/21: 10 quelli finora collezionati dai neroverdi friulani. 9 punti nelle ultime 5 uscite casalinghe per il Pordenone, imbattuto al “Teghil” dal 13 febbraio scorso, 0-1 contro il Cittadella. Sfida fra due delle 3 compagini cadette 2020/21 che, dopo 35 turni, hanno subito meno rigori: 2 per parte, come il Frosinone.

Incrocio tecnico inedito tra Maurizio Domizzi e Fabrizio Castori.

Squalificati: Veseli (Salernitana)

Diffidati: Magnino (Pordenone); Aya, Coulibaly, Di Tacchio, Kiyine, Tutino (Salernitana)

Reggina – Ascoli

A Reggio Calabria i confronti ufficiali tra le due squadre sono 12: bilancio di 5 vittorie dei calabresi (ultima 2-0 nella serie B 2012/13), 6 pareggi (ultimo 1-1 nella serie B 2011/12) ed 1 successo marchigiano (2-1 nella serie B 2009/10).

200 nel professionismo per Lorenzo Crisetig. Reggina in serie positiva da 6 giornate: 3 successi ed altrettanti pareggi, lo score amaranto. Ultima sconfitta calabrese datata 16 marzo scorso, 0-1 a Brescia. Di fronte la seconda e la quinta forza nel girone di ritorno: 30 i punti per gli amaranto calabresi (secondi dietro al solo Lecce a quota 31), quinti con 26 i marchigiani (alla pari di Salernitana e Brescia).

Ascoli che arriva da 4 successi consecutivi: ultimo stop il 5 aprile scorso, 1-2 a Cosenza. I bianconeri, nelle ultime 9 giornate, hanno perduto solo al “San Vito-Marulla”; in mezzo 5 successi e 3 pareggi.

Tra Marco Baroni ed Andrea Sottil esiste un solo precedente tecnico ufficiale, la gara di andata del 4 gennaio scorso, vinta in casa 2-1 dal coach bianconero.

Squalificati: Brosco, Buchel (Ascoli)

Diffidati: Del Prato, Di Chiara, Forolunsho,   Rivas, Rossi, Stavropoulos (Reggina); Pucino (Ascoli)

Spal-Frosinone

Terza sfida in partite ufficiali tra le due squadre in Emilia: i ciociari si sono sempre imposti a Ferrara, nella serie B 2016/17 per 2-0 e nella serie A 2018/19 per 3-0, con biancazzurri di casa mai a segno nei due match precedenti.

Una sola vittoria nelle ultime 8 partite al “Mazza” per la Spal, 1-0 sul Cittadella in data 20 marzo scorso; nel mezzo 4 pareggi e 3 sconfitte.

Frosinone squadra più distratta prima della pausa: 11 gol subiti dai ciociari tra 31’ e 45’, inclusi recuperi. Frosinone squadra che effettua meno sostituzioni dopo 35 turni della Lega B 2020/21: 137 effettuate dai giallazzurri ciociari sulle 175 a disposizione.

Un solo precedente tecnico ufficiale tra Massimo Rastelli e Fabio Grosso, il pareggio per 1-1 tra Cremonese ed Hellas Verona nella serie B 2018/19.

Squalificati: –

Diffidati: Esposito Sal., Sala, Vicari (Spal); Ciano, Curado, Gori, Maiello, Tribuzzi, Vitale (Frosinone)

Nella foto La Presse un duello fra Bajrami e Petrucci nel match di andata fra Cosenza ed Empoli

Fonte: LEGA BTK – legab.it