Il cammino dell’ASD UGENTO riparte dal “Generale Basurto” di Racale. Tutto pronto per il primo impegno stagionale, quello in programma domani, domenica 20 settembre, alle 15.30 : la squadra di mister Mimmo Oliva affronterà il team di casa per l’andata del primo turno di Coppa Italia di Eccellenza.

Dopo la sosta dovuta all’emergenza Covid- 19 dello scorso inverno, il ritorno a una normalità che si spera possa essere duratura.

L’impegno di Coppa sarà utile per tracciare un primo bilancio di quanto fatto nelle settimane di preparazione e avere un’idea sul nuovo percorso iniziato dalla formazione giallorossa.

Il derby in casa racalina sarà il primo match da presidente operativo per Dario Reho: «Non posso nascondere la mia emozione per l’esordio stagionale – sottolinea il massimo dirigente – che vede le squadre tornare in campo dopo un periodo complicato. Sarà una stagione affascinante, la presenza di tanti derby darà un gusto particolare. Il mio auspicio è che le società, le squadre che per loro scendono in campo possano dare vita a uno spettacolo divertente. Per quanto riguarda l’Ugento – conclude – dobbiamo puntare a migliorare quanto di buono fatto nello scorso torneo. Impegno e voglia di sacrificarsi faranno la differenza, il campo sarà il giudice».

Si augura una stagione sportiva regolare e senza intoppi dovuti al ripresentarsi di una eventuale emergenza Covid- 19, il vicepresidente dell’Ugento, Cosimo Bellisario. Il quale rivolge poi un appello alle forze imprenditoriali del territorio: «Anche quest’anno porteremo in giro i colori giallorossi, continuando sulla falsariga di quanto fatto nel recente passato. Un’azione di importante marketing territoriale – aggiunge – che può assumere ancora più forza se l’imprenditoria, le istituzioni locali e i tifosi fanno la loro parte. Oggi più che mai è fondamentale una sinergia tra tutte le forze in campo per raggiungere risultati sempre più importanti. Buon campionato a tutti».

Sarà un derby nel derby per l’allenatore ugentino Mimmo Oliva. Il tecnico giallorosso incrocerà un suo grande amico e compagno di mille battaglie: «Sulla panchina del Racale siede il mio “fratello minore” Piero Sportillo, persona straordinaria e trainer di livello assoluto. Sarà un’emozione particolare. Andiamo ad affrontare una squadra collaudata, reduce dalla vittoria del torneo di Promozione. Una sfida affascinante e complicata – aggiunge – rispetto alla quale la mia squadra dovrà dimostrare di essere pronta. Bellissimo sarà tornare il terreno di gioco dopo i problemi e i drammi legati alla pandemia. Un primo barlume di luce – conclude – che speriamo foriero di un futuro sereno».