Termina 1-1 al Poli tra Molfetta Calcio e Brindisi con i biancorossi che si portano così a +10 punti di vantaggio sulla zona play-out e a a – 3 dalla zona play-off. A fine gara, mister Bartoli vede “il bicchiere mezzo vuoto” per via delle diverse occasioni create e non concretizzate, specialmente nella ripresa, pur riconoscendo al Brindisi un’ottima prova. Specialmente nel primo tempo, infatti, gli ospiti si rendono pericolosi con l’inventiva e la velocità sulla trequarti di Calemme e Forbes, il quale serve un assist d’oro a Buglia che calcia alto a tu per tu con Rollo al 16′. Al 28′ è invece Boccadamo a sfiorare l’incrocio con un gran destro a giro.

I biancorossi rispondono con le folate sugli esterni di Varriale e Lavopa, oggi al rientro sull’out mancino, ma non impegnano severamente l’estremo ospite Pizzolato. 
Nella ripresa si assiste invece ad un ritmo più frenetico e ad una maggiore pericolosità della Molfetta Calcio. Fucci non inquadra la porta di testa al 51′ su azione d’angolo mentre Strambelli calcia alto al 56′ dal limite dell’area. È il preludio al goal che arriva al 59′ con Lacarra sull’assist dell’immancabile Strambelli. Al 72′ il Brindisi pareggia con Merito, lesto a depositare in rete su incertezza di Rollo (sin qui tra i migliori in stagione). Tutto da rifare per i biancorossi che spingono sull’acceleratore alla ricerca del pareggio.

Entrano Triggiani, Acosta, Conteh e Antonacci tra gli altri per un 3-4-1-2 offensivo (sino a quel momento squadra disposta a specchio con il Brindisi nel 4-2-3-1).
Le occasioni non mancano: al 77′ Triggiani sfiora il palo di testa, all’87’ Acosta costringe ad una gran parata Pizzolato e al 94′, in pieno recupero, non riesce ad inquadrare la porta di testa da centro area. Anche il Brindisi ci prova con un destro di Buglia da fuori ma il pallone termina a lato di poco. 

Prossimo match in programma per i biancorossi: martedi 6 aprile in trasferta con l’Altamura.

Photo credit: Sergio Porcelli