Ancora una doccia fredda, ancora a ridosso del fischio finale. Qualcuno attribuirà la questione al fato, qualcun altro alla superficialità, il dato di fatto è che questo errore ci porta in zona playout. Negli ultimi due scontri diretti con avversari alla portata il punticino raccolto è misero e insoddisfacente. La partita di oggi tra l’altro non è stata giocata malvagiamente; nel primo tempo sono fioccate le occasioni per i campani ma di fatto il Toro si è difeso bene e ha provato a ripartire. Seconda frazione che comincia poi nel migliore dei modi. Errore in uscita della difesa del Sorrento con pallone regalato a Prinari che calcia forte verso la porta e trova Munao disattento. Match sbloccato! Sembra la svolta, ma è l’inizio della fine. Sorrento da qui in poi macina metri, c’è troppo campo per andare ed Herrera sguscia via e crossa al bacio sulla testa di De Angelis, è 1-1! Da qui in poi il nulla, l’attesa inesorabile del fischio finale che sarà amarissimo: all’89’ una dormita difensiva, Rizzitano compreso, regala il vantaggio a Vitale con conseguente freccia e sorpasso dei padroni di casa. Reazione inspiegabile della formazione, la nostra, che non ha saputo gestire il vantaggio. Nardò che dunque subisce la rimonta cadendo a Sorrento per 2-1 e si ritrova quintultimo in classifica, mentre un girone fa si sognava il terzo posto!

TABELLINO

Reti: Prinari 48′ (N), De Angelis 58′ (S), Vitale 90′ (S)

Ammoniti: Rizzitano, Gigante, Arario, Todisco.

SORRENTO: Munao, D’Alterio, Todisco, Stallone, Russo, Guarro, Bozzaotre (Masi 78′), De Rosa, Vitale, De Angelis (Gargiulo 78′), Herrera.

Panchina: Giordano, Scarfone, Rizzi, Scarf, Cardore, Paradiso, Masi, Chirullo, Gargiulo.

Allenatore : Enzo Maiuri

NARDO’: Rizzitano, Infusino (Centonze 81′), Scipioni, Aquaro, De Pascalis, Monopoli; Bolognese, Gigante, (Bertacchi 75′) Prinari; Arario, Mingiano (Molinari 80′).

Panchina: Mirarco, Sene, Tuca, Lezzi, Centonze, Giglio, Mancini.

Allenatore: Roberto Taurino.

Arbitro: Alessandro Cutrufo di Catania

Assistenti: Paolo Biancucci di Pescara e Rosy Floriana Barbata di Trapani