Davanti al proprio pubblico del Toto’ Cezzi il Novoli era chiamato a confermare i segnali di crescita della trasferta brindisina al cospetto dell’Atletico Racale di Corallo, una formazione molto insidiosa protagonista di un mercato estivo condotto all’insegna dell’alta qualità, al punto tale da sostituire nelle gerarchie del paesino di origine di Fernando Proce il Città di Racale, in un passato non molto lontano militante nel campionato di Eccellenza ai tempi della presidenza di Salvatore de Lorenzis, una personalità assai discussa persino su scala nazionale per vicende private abbastanza movimentate.
Tornando alla cronaca odierna dell’incontro, il Novoli è costretto a cambiare il portiere titolare constatati gli infortuni di Baglivo e Contestabile, promuovendo il giovane Margiotta, tornato all’ovile a seguito dell’esperienza alla Deghi Calcio. Nei primi venti minuti avanza l’onda rossoblu’ in maniera devastante con due reti: al 15′ con Quarta abile ad incornare di testa una punizione di De Razza e al 20′ con Tedesco che realizza il tocco decisivo sotto porta sempre con l’ausilio dell’ex Aradeo. Da tanto tempo i tifosi casalinghi non assistevano ad una padronanza totale del campo sia in fase difensiva sia in fase offensiva da parte dei loro beniamini, anche se il Racale dimostra col passare dei minuti di essere abile a guadagnare gli spazi con i quali proporre un gioco di pregevole fattura.
Subito nella ripresa Iunco a tu per tu con De Iaco spara alto sopra la traversa: da questo momento i biancazzurri si spingono in avanti con veemenza trovando la rete del 2-1 al ’50 con Migali che di testa trafigge la difesa locale su azione di punizione dal limite dell’area di rigore. Qualche istante dopo Iunco fallisce il gol della sicurezza sventato dai riflessi pronti dell’estremo difensiore racalino.
Mister Politi comprende che l’incontro va assolutamente vinto al fine di dare un primo squillo importante al campionato, buttando nella mischia i giovani Ismail, centrocampista e Denisi, attaccante, anche lui di ritorno nella città della Focara. Entrambi realizzano nei minuti di recupero un contropiede magistrale: il primo inventa sulla fascia destra, il secondo con freddezza suggella la fine dell’incontro con un rasoterra preciso e fulmineo.
Al fischio finale esulta il pubblico novolese per una vittoria casalinga mancante addirittura dai primi di gennaio contro la Unione Calcio Bisceglie, legittima e meritata, ottenuta contro una compagine a buon diritto pretendente ai play off per quanto visto durante i novanta minuti, applaudendo un gruppo compatto e coeso proiettato al prossimo turno interno contro il pericolante Taurisano, speranzoso di riemergere presto da un periodo storico recente abbastanza cupo e anonimo.

Novoli Calcio: Margiotta, Pepe, Pulimeno, Marasco, Tamborrino, Potì, De Razza (36’ st Ismail), Cocciolo, Tedesco, Iunco (34’ st Denisi), Quarta G. A disposizione Montagna, Trevisi, Serio, Fasiello, Tundo, Mignone. Allenatore Gianluca Politi

Atletico Racale: De Iaco, Filoni (34’ pt Lemanno), Saracino, Murrone (20’ st De Cillis), De Icco, Garofalo (1’ st Ruberto), Garrapa, Petrachi (1’ st Ciurlia), Luca (1’ st Migali), Cota, Tartaglione. A disposizione Reho, Verardo, Panico, Combò. Allenatore Alessandro Corallo

Arbitro: Andrea Rutigliano di Lecce, assistenti Francesco Minerva e Davide Gatto

Reti: 16’ pt Quarta (N), 19’ pt Tedesco (N), 4’ st Migali (R), 46’ st Denisi (N)