Il Casarano cala il poker contro il Portici e sale di nuovo da solo in vetta al girone H


Il Casarano trionfa tra le mura amiche contro il Sorrento grazie al gol al minuto 22’ della ripresa del terzino Pagliai. Poca lucidità e costruzione a livello di gioco da parte del nuovo Casarano targato Nevio Orlandi, mentre è boccone amaro per i costieri di La Scala i quali seppur battaglieri non riescono a portarsi a casa nessun punto. Nevio Orlandi come previsto alla vigilia lancia il nuovo 4-3-2-1 che vede Mincica e Rodriguez muoversi alle spalle e ai lati di Santoro. A centrocampo preferiti Feola e Argento su Tascone e Giacomarro, in difesa la coppia centrale è composta da Mattera e Figliomeni. Dal canto opposto La Scala lancia Cunzi e Liccardi in attacco e preferisce Vitale a Camara al centro del campo. PRIMO TEMPO: Primo acuto del match che si inanella al minuto 3’ quando Bruno suggerisce a mezza altezza per Rodriguez che di prima intenzione calcia e vede la sfera sorvolare di un paio di metri la traversa.

Al minuto 8’ è prima grande occasione con una battuta d’angolo ribattuta dalla difesa del Sorrento e raccolta da Mincica che scodella al centro dove Figliomeni tocca ma non trova lo specchio di pochissimo. Poco dopo il decimo Santoro approfitta di una mina vagante, illude la linea difensiva dei costieri e calcia trovando l’opposizione di un difensore avversario. Dopo due minuti dal quarto d’ora di gioco il Casarano approfitta di un disimpegno errato del reparto arretrato della difesa rossonera e in quattro contro tre non ne approfittano, con Mincicia che servito sulla destra conclude ma vede la traiettoria imbattersi sulle gambe di un avversario. Al minuto 25’ si annovera la seconda grande occasione della gara con Mincica che si mette in proprio fa fuori due avversari e a tu per tu con Scarano calcia: arriva stanco al momento del tiro e smorza, per il portiere avversario è facile preda. Un minuto dopo Rodriguez sulla catena mancina si mette si invola, supera due avversari e calcia sul primo palo trovando un grande intervento di Scarano che con la mano di richiamo si rifugia in corner. Sulla battuta d’angolo Scarano smanaccia via lo spiovente, la palla arriva sulla nuca di Figliomeni che a un metro dal palo sguarnito manda incredibilmente sul fondo.

Al minuto 34’ primo affondo del Sorrento che conquista due angoli consecutivi, nel corso del secondo lo spiovente arriva a Cunzi che tocca quanto basta ma centrale sulle mani di Pitarresi. Il primo tempo termina senza grandi emozioni e con pochissime emozioni con il Sorrento che alza il baricentro e mette in difficoltà i padroni di casa i quali peccano di diverse defezioni in fase d’impostazione e negli ultimi trenta metri. Secondo tempo che decolla al minuto 5’ quanto Rodriguez strappa il pallone a un avversario e da destra tocca sul lato opposto per Mincica che stoppa, supera un avversario e al momento del tiro ciene anticipato tempestivamente da La Monica. Sessanta secondi dopo Mincica serve Rodriguez che da 25 metri calcia un radente che si adagia lentamente sul fondo. Al minuto 8’ Argento riceve all’altezza del vertice destro e calcia, Scarano in due tempi fa sua la preda. La gara dopo tanti tentativi non andati a segno si sblocca per i padroni di casa con Pagliai che sfacciatamente si impropria della palla, entra in area e fa fuori diversi giocatori per poi concludere e siglare il gol dell’1-0.

Poco dopo la mezz’ora Tascone su servizio di Rodriguez controlla e conclude, la palla termina di poco al lato. Dopo tante fasi convulse e poco emozionali un brivido percorre la schiena dei rossazzurri con Mancino che recupera palla al limite dell’area e calcia: traiettoria lenta che viene ben controllata da Pitarresi. Nel finale preme il Sorrento alla ricerca del gol dell’insperato pari che non arriva seppur un largo recupero divenuto tale per i diversi cambi effettuati nel finale di gara.

CASARANO-SORRENTO 1-0: 22’ st Pagliai (C).

CASARANO (4-3-2-1): Pitarresi; Pagliai, Figliomeni (27’ st Syku), Mattera, Quacquarelli; Feola, Bruno, Argento (26’ st Tascone); Mincica (37’ st Favetta), Rodriguez (43’ st Negro); Santoro (45’+3’ st Giacomarro). 
A disp.: Guido, Atteo, Lobjanidze, Galfano. All.: Orlandi. 

SORRENTO (4-3-3): Scarano; Cesarano, Fusco, Cacace (15’ st Gargiulo Ale.), Masullo; La Monica, Maranzino (35’ st Basile), Vitale (35’ st Mancino) ; Gargiulo Alf. (30’ st Procida), Cunzi, Liccardi.
A disp.: Oliva, Terminello, Somma, Giordano, Langella. All.: La Scala. 

ARBITRO: Claudio Campobasso della sezione di Formia
Ammoniti: Gargiulo A. (S), Cunzi (S), La Monica (S), Feola (C).
Espulsi: -.
Note: gara disputata a porte chiuse in ottemperanza alle normative anti covid-19.
Angoli: 7-2; 
Rec.: 1’ pt, 4’ st.

Fonte:NotiziarioCalcio.com